Affitti brevi, verso tariffe flessibili: le assicurazioni con la «clausola Covid»

Rosaria Imparato

19 Aprile 2021 - 13:06

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il mercato degli affitti brevi si adegua alle novità e va verso le tariffe flessibili, con le assicurazioni che grazie alla «clausola Covid» garantiscono, in caso di cancellazione o annullamento del soggiorno, il rimborso di caparre, acconti e importi versati .

Affitti brevi, verso tariffe flessibili: le assicurazioni con la «clausola Covid»

Affitti brevi, quali sono le novità? Il settore turistico è in crisi: rispetto allo scorso anno il quadro normativo è un po’ più chiaro, eppure il periodo è caratterizzato da una grande incertezza.

Proprio per questo motivo sia intermediari che property manager spingono i proprietari ad accettare tariffe flessibili, con contratti che abbiano al loro interno la cosiddetta “clausola Covid”.

Tale clausola consente di ottenere il rimborso delle cifre versate. A un anno dall’inizio della pandemia non si può più invocare la causa di forza maggiore, visto che gli effetti della crisi sanitaria sono ormai ben noti a tutti.

È in questo scenario che assumono un’importanza sempre maggiore le polizze assicurative.

Affitti brevi, verso tariffe flessibili: le assicurazioni con la «clausola Covid»

Un anno fa bastava invocare la causa di forza maggiore per ritrattare la propria prenotazione e non perdere caparre, acconti o l’intero importo versato.

Oggi invece i rischi e le conseguenze sono ben noti, e in generale i casi preoccupanti, sottolinea Gian Battista Baccarini, presidente Fiaip (federazione italiana degli agenti immobiliari professionali), sul Sole 24 Ore:

  • il contraente o un suo familiare si ammala prima del soggiorno;
  • nuove (e improvvise) restrizioni agli spostamenti.

Le agenzie quindi sollecitano i locatori ad accettare la clausola Covid, che appunto consente il rimborso delle cifre versate. Tale clausola ad hoc, insieme a nuove forme di copertura assicurative con premio sia per il locatore che il conduttore.

In questo modo il vantaggio è diviso tra le due parti, e vedendo garantito il rimborso, aumentano anche le possibilità di affittare.

Affitti brevi, le assicurazioni per cancellazioni e annullamenti

In questa prospettiva, si integrano sempre di più le polizze assicurative fatte da portali specializzati. Ad esempio, il network Italianway ha siglato una partnership con Europ Assistance: da fine aprile gli utenti potranno scegliere una tariffa con assicurazione inclusa, garantendo annullamenti e modifiche per una lunga serie di impedimenti, dalle calamità naturali fino a infortuni e malattie, Covid compreso.

Per ora però la tariffa non si applica ai siti partner come Booking. L’obiettivo è quello di far avvicinare il mercato degli affitti brevi a quello alberghiero, caratterizzato da una certa flessibilità.

Il cambio, secondo Marco Celani (CEO di network Italianway e presidente Aigab, associazione italiana gestori affitti brevi) diventerà strutturale:

“così come l’opzione dei protocolli certificati di disinfezione e sanificazione. E come, in prospettiva, l’offerta di assicurazioni integrate.”

Iscriviti alla newsletter

Money Stories