WhatsApp: truffa 2020 abbreviato, cosa si rischia davvero

Scrivere 2020 abbreviato comporterebbe diversi rischi: è questo l’ultimo messaggio diffuso su WhatsApp a catena di S. Antonia. Truffa, bufala o verità? Ecco cosa si rischia davvero.

WhatsApp: truffa 2020 abbreviato, cosa si rischia davvero

Su WhatsApp, ma non solo, ha preso piede una nuova truffa di inizio anno che vede protagonista proprio il 2020: scrivere abbreviato questa importante data, destinata ad accompagnarci per i prossimi mesi, è al centro di una catena di S. Antonio che sta allarmando diversi utenti. Bufala o realtà?

In molti si chiedono cosa c’è di vero nel messaggio ricevuto su WhatsApp che invita a scrivere correttamente “2020” per evitare ripercussioni spiacevoli: un allarmismo che nasconde, in parte, un fondo di verità.

La particolarità del doppio 20 potrebbe infatti suggerire facili modifiche a malintenzionati che hanno accesso a documenti siglati con la data abbreviata: ecco tutto quello che devi sapere.

WhatsApp: come scrivere correttamente 2020, truffa o verità?

Il messaggio che sta circolando in questi giorni su WhatsApp sono diversi ma i contenuti delle informazioni sono gli stessi:

  • “Un suggerimento pratico per quest’anno: quando scrivete una data nei documenti abbiate cura di scrivere l’anno 2020 per intero: 31/01/2020 e non 31/01/20”
  • “Consulenza legale per il 2020. Quando scriviamo una data nei documenti, durante quest’anno è necessario scrivere l’intero anno 2020 in questo modo: 31/01/2020 e non 31/01/20 solo perché è possibile per qualcuno modificarlo in 31/01/2000 o 31/01/2019 o qualsiasi altro anno a convenienza. Questo problema si verifica solo quest’anno. Stare molto attenti! Non scrivere o accettare documenti con solo 20. Fate girare questa utile informazione“.

Eccessivo allarmismo diventato virale? In realtà questa sorta di avviso è in parte vero, ma le probabilità che qualcuno aggiunga un numero a scelta al “20” è abbastanza improbabile. Se volete evitare qualsiasi tipo di rischio potete comunque specificare per intero l’anno, evitando così spiacevoli incidenti.

Insomma, un semplice anno e un messaggio diffuso a macchia d’olio su WhatsApp bastano a spaventare tutti gli utenti che, in vista del nuovo anno dal doppia numero, non sanno bene come comportarsi. L’autore del messaggio, che viene passato tra contatti amici, è sconosciuto ma una cosa è certa: riceverlo non comporta alcun tipo di pericolo se non quello di alimentare un’abile catena di S.Antonio eccessivamente allarmista.

Ti potrebbe interessare WhatsApp Gold e video Martinelli: attenzione al virus che ruba i dati

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Whatsapp

Argomenti:

Whatsapp Chat App

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.