WhatsApp: buono Esselunga da 500 per nuovo lockdown, attenzione alla bufala

Buono Esselunga da 500 euro per il ritorno del nuovo lockdown in Italia: assolutamente falso. Si tratta di una truffa che gira via chat su WhatsApp: ecco di cosa si tratta.

WhatsApp: buono Esselunga da 500 per nuovo lockdown, attenzione alla bufala

Nuova bufala su WhatsApp: un messaggio diventato virale parla di un buono da 500 euro sfruttabile nei supermercati Esselunga a seguito di un nuovo lockdown imminente. Un messaggio falso e diffuso a catena di S. Antonio sulla popolare chat di messaggistica istantanea che nasconde una vera e propria truffa ai danni degli utenti.

Il recente aumento dei casi di coronavirus in Italia ha fatto riemergere in tanti la paura di un possibile ritorno al lockdown attuato dal Governo Conte nei mesi di marzo e aprile 2020: a intervenire sulla questione è la stessa catena di supermercati di Milano che, a seguito delle numerose richieste e segnalazioni, è scesa in campo per avvisare gli utenti attraverso una nota ufficiale.

WhatsApp: 500 euro di spesa da Esselunga per nuovo lockdown, il messaggio bufala

Esselunga ha messo in guardia i propri clienti attraverso il seguente comunicato:

“Ci sono arrivate molte segnalazioni che parlano di falsi buoni spesa. Sono messaggi il cui invio esula da ogni possibile nostra forma di controllo. Eventuali promozioni e concorsi vengono diffusi solamente dai canali ufficiali dell’azienda. Si tratta di phishing che, nel peggiore dei casi, può rubarvi addirittura denaro. Se viene chiesto di cliccare su un link, non fatelo.”

Si tratta quindi di una truffa vera e propria, il classico metodo phishing che, a quanto pare, non sembra stancare mai i truffatori che continuano a cercare potenziali vittime per raggiri vari.

Ergo, diffidate del messaggio allarmista e assolutamente falso che riporta un po’ ai primi giorni di quarantena quando le truffe che richiamavano i nomi di grande catene di supermercati impazzavano sul web. Cliccare sul link contenuto nel messaggio non comporta alcun tipo di rischio, salvo quelli di incappare in una vera e propria tentazione: inserendo i dati nella pagina fake creata a regola d’arte per sembrare del tutto simile a quella ufficiale di Esselunga si rischia il furto dei dati e la compromissione dei dati della propria carta di credito.

Argomenti:

Whatsapp Chat

Iscriviti alla newsletter

Money Stories