Azioni tech e indice NYSE FANG+: premiare i titoli più resilienti per il portafoglio di Natale

L’universo tecnologico americano non si limita alle 5 società contraddistinte dall’acronimo FAANG. Esistono altre 5 società che compongono l’indice NYSE FANG+, più Microsoft che negli ultimi mesi è risultata più resiliente grazie ad una minor esposizione ai problemi legati alla privacy e alla guerra commerciale con la Cina. L’Ufficio studi di Money.it ha analizzato l’andamento dei titoli tech durante il crollo verificatosi negli ultimi mesi

Azioni tech e indice NYSE FANG+: premiare i titoli più resilienti per il portafoglio di Natale

Wall Street e i titoli tech negli ultimi due mesi non stanno andando molto d’accordo. Da ottobre i famigerati titoli Faang hanno ceduto molti dei guadagni registrati quest’anno trascinando al ribasso anche i principali indici azionari statunitensi.

Quando si parla di titoli tech si parla di un universo ben ristretto di titoli considerati i pionieri del settore tecnologico. Tuttavia, seppur l’attenzione della maggior parte degli investitori e del pubblico retail rimane concentrata sui 5 titoli principali che compongono l’acronimo Faang, ossia Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Alphabet (holding che controlla Google), questi non sono gli unici titoli protagonisti della rivoluzione tecnologica che sta pervadendo il mondo.

Una panoramica completa che ben rappresenta l’andamento dei titoli tecnologici è fornita dall’indice NYSE FANG+ che include, oltre ai cinque titoli precedentemente menzionati, anche Alibaba, Baidu, Nvidia, Tesla e Twitter, portando l’universo tech investibile ad un totale di 10 titoli.

Nonostante questo indice si ponga come obiettivo la corretta rappresentazione dell’andamento delle principali azioni del settore tech, è curioso notare che il titolo che ha sofferto meno durante questo periodo di turbolenze è Microsoft, azione che tuttavia non fa parte dei FAANG ne tanto meno dell’indice NYSE FANG+. Le azioni di Microsoft da inizio anno ha guadagnato il 28,75% contro la performance del suo diretto competitor Apple che sta registrando un misero + 4,95%.

La società capitanata da Satya Nadella rispetto gli altri giganti del tech è risultata più resiliente negli ultimi mesi poiché meno esposta a problemi legati alla privacy e alle regolamentazioni rispetto Google e Facebook e meno influenzata dai problemi della guerra commerciale con la Cina che hanno invece penalizzato il titolo di Cupertino.

Portafoglio tech di Natale

A livello tecnico, la forte correzione dai massimi ha portato in bear market tutti i principali titoli dell’indice FANG+, tuttavia la storia ci insegna che i periodi di forte calo che si verificano nei mesi di ottobre e novembre hanno quasi sempre fornito un’ottima opportunità di acquisto in ottica di lungo periodo. Quindi, quali titoli del settore tech mettere sotto l’albero di Natale?

Dato il ribasso generalizzato nel settore tech, sarebbe corretto, ammesso di voler ancora puntare su questo settore il prossimo anno, premiare i titoli che si sono dimostrati più resilienti. Uno di questi è sicuramente Microsoft, che si è dimostrato fra i titoli più forti del segmento tecnologico.

L’Ufficio studi di Money.it ha evidenziato per i principali titoli tech la loro performance da inizio anno, la perdita dai valori massimi e la percentuale di recupero che stanno registrando, chi in maniera più evidente chi meno, dai minimi di periodo registrati durante le ultime ottave.


Performance dei principali titoli tech, elaborazione Ufficio studi di Money.it su dati Bloomberg

Tra i 10 titoli che compongono l’indice NYSE FANG+ quello che ha subito la minor perdita percentuale dai top annuali è stato Alphabet (Google) che ha ceduto il 22,40 % dai massimi di luglio e, a seguire, Apple che dai massimi di ottobre ha perso il 27,07%.

Questi potrebbero essere i primi tre titoli da inserire nel nostro portafoglio e in aggiunta si potrebbe pensare ad Amazon e Netflix, i titoli che al momento stanno performando meglio da inizio anno, rispettivamente segnando un +44,40% e un +45,91% ai livelli di chiusura di venerdì.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su La view di eToro

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.