Wall Street: i titoli caldi di lunedì 5 novembre

Il principali futures sugli indici azionari statunitensi proseguono in leggero calo, dopo la candela di inversione registrata venerdì scorso. Per l’operatività della giornata odierna focus sui titoli Coca Cola, Chevron e Allegion Plc

Wall Street: i titoli caldi di lunedì 5 novembre

Il principali futures sugli indici azionari statunitensi proseguono in leggero calo dopo la candela di inversione di venerdì scorso. In particolare, per l’operatività odierna sul future dell’indice S&P 500 bisognerà prestare particolare attenzione al minimo registrato nell’ultima seduta a 2.699,50 punti.

Una rottura di questo livello nella giornata odierna potrebbe portare ad un nuovo movimento ribassista con obiettivo i recenti minimi a 2.603 punti segnati il 29 ottobre.

Di seguito una lista dei titoli da monitorare nel corso della giornata selezionati dall’Ufficio studi di Money.it:

  • Allegion PLC: con la seduta di venerdì scorso i prezzi hanno disegnato una candela doji dopo il vigoroso rialzo partito dai minimi a 79,64 dollari per azione. Alla luce del forte rialzo delle ultime due settimane un ritorno dei prezzi in area 86,75 dollari, ovvero circa il 50% della candela di giovedì scorso completerebbe un segnale Evening Star. Nel caso di operazioni di natura ribassista ci sarebbe molto spazio di manovra almeno fino alla chiusura del gap lasciato aperto tra le sedute del 30 e del 31 ottobre.
  • Coca-cola: Il titolo con la seduta di venerdì ha completato un segnale Inside bar in prossimità dei massimi assoluti segnati nel mese di gennaio a 48,62 dollari. Alla luce del forte momentum degli ultimi giorni del mese di ottobre la rottura del minimo della candela madre del pattern di compressione a 47,30 dollari, cioè quella di giovedì scorso, potrebbe portare ad un movimento ribassista più marcato fino al raggiungimento del livello del 50% dell’ultimo impulso rialzista partito dai minimi segnati lo scorso 12 ottobre a 44,25 dollari.
  • Chevron: il titolo de settore petrolifero ha chiuso il secondo giorno di contrattazione del mese disegnando una candela doji con range molto ampio. Nel medio periodo l’andamento del titolo è lateral ribassista è la chiusura della candela di venerdì rimane in prossimità della trendline ascendente di lungo periodo che collega i minimi di agosto 2015 e quelli di gennaio 2016. Dato che la tendenza di breve è ribassista, si potrebbe privilegiare un’operatività di tipo short che favorirebbe anche la chiusura del gap lasciato aperto tra le candele del primo e del 2 novembre, con obiettivo finale l’area supportva a 107,54 dollari per azione.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Wall Street

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.