Vaccino Covid: negli USA 14% degli adulti vaccinati

Marco Ciotola

14/03/2021

22/06/2021 - 16:56

condividi

Proseguono rapide le vaccinazioni negli Stati Uniti, che superano abbondantemente quota 100 milioni di dosi somministrate

Circa il 14% della popolazione statunitense adulta è vaccinato contro il coronavirus. A diffondere il dato i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), che evidenziano il ritmo spedito della campagna USA.

Con le ultime 24 ore, il Paese ha infatti superato abbondantemente quota 100 milioni di dosi, con circa 35 milioni di persone che hanno ricevuto entrambe le dosi individualmente destinate, e sono quindi completamente coperte.

Finora risulta rispettato con discreta precisione il piano annunciato dal presidente Joe Biden, che prima ancora dell’incarico prometteva la somministrazione di almeno 100 milioni di dosi entro i suoi primi 100 giorni alla Casa Bianca.

Vaccino Covid: negli USA 14% degli adulti vaccinati

Il ritmo delle vaccinazioni ha accelerato proprio da quando Biden è entrato in carica. La Casa Bianca ha inizialmente cercato di somministrare un milione di dosi al giorno, che parte del comparto medico-scientifico ha fin da subito definito un target troppo basso.

Quindi un impegno costante nell’aumentare le somministrazioni fino al picco di venerdì, con i CDC che contano ben 2,9 milioni di dosi.

C’è anche da dire che il lavoro della Casa Bianca fianco a fianco con i colossi farmaceutici per accelerare la produzione si mostra sempre più forte e concreto.

Intanto il vaccino Johnson & Johnson, solo ieri approvato dall’Aifa, ha appena aggiunto 100 milioni di dosi a destinazione del servizio sanitario USA.

Un aumento della fornitura prevista che risponde allo sforzo del coordinatore della risposta al Covid-19 della Casa Bianca, Jeff Zients, che ha anche ricordato in una recente conferenza stampa che Moderna e Pfizer forniranno altre 200 milioni di dosi ciascuna entro la fine di maggio.

Numeri che per Zients sono già sufficienti a una copertura dell’intera popolazione adulta americana:

“Questa è una fornitura più che sufficiente a vaccinare tutti gli americani adulti entro la fine di maggio. Ora dobbiamo aumentare il numero di infermieri addetti alle vaccinazioni, come già detto, e il numero di aree destinate alle somministrazioni”.

Argomenti

Iscriviti a Money.it