Tutti vaccinati e nessun caso grave: un Paese ha sconfitto il Covid?

Martino Grassi

09/08/2021

24/08/2021 - 09:56

condividi

In Islanda, il Paese con il maggior numero di vaccinati al mondo, è stato registrato un solo decesso dall’inizio dell’anno, nonostante i contagi siano in crescita.

Tutti vaccinati e nessun caso grave: un Paese ha sconfitto il Covid?

L’Islanda è riuscita a vaccinare quasi tutti i suoi abitanti e nonostante la variante Delta continui a macinare nuovi contagi nessuno dei positivi ha sviluppato delle forme gravi della malattia e dall’inizio dell’anno è stato registrato un solo decesso legato al Covid.

In sostanza, con il 96% degli uomini adulti e il 90% delle donne sopra i 16 anni con almeno una dose del vaccino, pare che il virus sia stato sconfitto e che si sia arrivati al punto di svolta in cui è possibile convivere con il patogeno che da più di un anno tiene il mondo intero in ginocchio.

Tutti vaccinati e nessuna infezione grave: il caso dell’Islanda

L’Islanda è il Paese più vaccinato al mondo, tanto che ormai l’immunità di gregge può dirsi largamente raggiunta. A parlare sono proprio i dati: dall’inizio di maggio e fino alla metà di luglio l’Islanda ha raggiunto al massimo 5 contagi al giorno, solo dal 20 luglio la curva è tornata a salire verso l’alto, con un picco di 158 casi registrato il 31 luglio causato dalla recrudescenza della variante Delta.

Come ormai ben sappiamo infatti, le persone vaccinate non sono completamente immuni al virus ma anche loro possono contrarre la malattia, tuttavia l’efficacia del farmaco è dimostrata dal fatto che nessuno dei nuovi pazienti ha sviluppato una forma grave della malattia.

Analizzando i numeri nel dettaglio, dall’inizio della pandemia in Islanda sono stati registrati 8.738 casi di Covid-19 e 30 decessi complessivi su un totale di poco più di 350.000 abitanti, tuttavia nel corso del 2021, quando la campagna di vaccinazione ha preso il via è stato registrato un solo decesso.

Si potrebbe dunque dure che l’Islanda sia riuscita a “sconfiggere” il Covid, rendendolo più docile e abbattendo definitivamente i decessi, tanto da renderlo pericoloso come una qualsiasi altra malattia. Nonostante l’incremento dei contagi causati dalla variante Delta, la quasi totale vaccinazione dell’intera popolazione ha impedito al virus di manifestare il suo lato peggiore.

In definitiva l’Islanda è diventata la prova che, nonostante la vaccinazione non sia in grado di abbattere i contagi e che non possa garantire il raggiungimento della tanto agognata immunità di gregge, può prevenire quasi tutti i ricoveri in ospedale ed evitare delle ulteriori morti causate dal Covid.

Argomenti

Iscriviti a Money.it