Trump attacca: “Covid usato per rubare le elezioni”

Marco Ciotola

27/06/2021

07/07/2021 - 17:22

condividi

“Io non voglio distruggere la democrazia, sto cercando di salvarla dopo che i democratici hanno usato il coronavirus per rubare le elezioni”, tuona Donald Trump

Torna all’attacco dello scenario politico statunitense Donald Trump, e lo fa come al solito nel suo stile.

Ha scelto infatti la cornice del suo primo comizio pubblico da quando non è più il Presidente USA per lanciare diversi messaggi destinati certamente a fare rumore nei giorni e nelle settimane successive.

Dall’Ohio il tycoon ha già bollato la gestione Joe Biden come “una catastrofe”, cercando al contempo di ridimensionarne il successo elettorale sul quale - sostiene - ha avuto un peso determinante il coronavirus, per volere degli stessi democratici:

“Io non voglio distruggere la democrazia, sto cercando di salvarla dopo che i democratici hanno usato il coronavirus per rubare le elezioni”.

Trump torna all’attacco: “Ci riprenderemo l’America”

Le accuse ai democratici di aver sfruttato l’emergenza sanitaria a fini elettorali non rappresentano le uniche uscite in evidenza di Trump dal suo comizio in Ohio.

Qui, davanti a migliaia di sostenitori, l’ex numero uno della Casa Bianca ha puntato tutto sulla comunicazione del messaggio “Save America”, sostenendo apertamente che Joe Biden “sta distruggendo il Paese”.

Il ritorno sulla scena è stato datato da Trump con un generico 2022, per salvare una democrazia americana che - sostiene - è stata messa in pericolo dall’attuale amministrazione:

Ci riprenderemo l’America presto, per cercare di risolvere la crisi maggiore in atto, ovvero quella del confine, grave quanto le elezioni del 2020: Biden ha smantellato la difesa al confine e liberato la strada a una marea di migranti.

Un palese riferimento al netto cambio di politiche relative all’immigrazione da parte del nuovo Presidente USA, che per il tycoon avrebbero rovinato quello che ha di nuovo definito come “confine più sicuro della storia degli Stati Uniti”.

Per Trump c’è da salvare prima di tutto la democrazia, che sostiene essere stata interrotta a partire dalla pandemia di coronavirus e sfruttata dai democratici a fini soprattutto elettorali.

Un’accusa - quella di aver bloccato la democrazia - che molto spesso veniva e viene tuttora mossa proprio a Trump da parte dei democratici, ma che l’ex presidente USA rigira totalmente:

“Io non ho nessuna intenzione di distruggere la democrazia; semmai ho intenzione di riportarla sulla scena politica e sociale dopo che i democratici hanno utilizzato la pandemia per vincere le elezioni”.

Argomenti

Iscriviti a Money.it