Trimestrali JP Morgan e Citigroup oltre le attese, ma i titoli non esultano

La trimestrale di Citigroup e quella di JP Morgan in focus: i dati economici che stanno facendo viaggiare in rosso già nel pre-mercato.

Trimestrali JP Morgan e Citigroup oltre le attese, ma i titoli non esultano

La trimestrale di JP Morgan e quella di Citigroup non hanno incontrato il parere favorevole degli investitori di Wall Street, nonostante gli ottimi dati riportati.

Già nel pre-mercato le azioni societarie di entrambi gli istituti hanno iniziato a viaggiare in ribasso sfiorando nel primo caso lo 0,10% e nel secondo un più accentuato 0,16% di perdita.

Sia la trimestrale di JP Morgan che quella di Citigroup sono state rese note a circa due ore dall’avvio degli scambi su Wall Street, ma in entrambi i casi la reazione del mercato non è stata positiva.
Di seguito i dati, riferiti al terzo trimestre 2017, che hanno spinto gli investitori ad allontanarsi da entrambe le quotate.

La trimestrale JP Morgan

Il terzo trimestre dell’anno si è chiuso in utile per JP Morgan: il dato a 6,73 miliardi di dollari segna un aumento dell’11% rispetto ai 6,29 miliardi di dollari registrati nel pari periodo del 2016.

A determinare il balzo dell’utile netto sicuramente il miglioramento osservato nel settore prestiti. In virtù di questa accelerazione, l’utile per azione (EPS) di JP Morgan è così balzato da 1,58 a 1,76 dollari.

Ad aumentare, fa sapere la trimestrale JP Morgan, sono stati anche i ricavi (+3%), passati da quota 25,51 a quota 26,2 miliardi di dollari. A fine settembre il Common equity Tier 1 è stato pari al 12,5%.

La trimestrale societaria ha rivisto al rialzo le attese del mercato. Gli analisti avevano previsto un utile per azione a 1,65 dollari e ricavi a 25,23 miliardi.

La trimestrale Citigroup

Non meno entusiasmanti i dati emersi dalla trimestrale di Citigroup che ha lasciato osservare un balzo dell’utile netto dai 3,8 miliardi del 2016 ai 4,1 miliardi del 2017. Di conseguenza l’utile per azione è salito da quota $1,24 a quota $1,42.

A crescere, anche in questo caso, sono stati i ricavi che, su base annua, sono avanzati da 17,8 a 18,2 miliardi di dollari.

Se i risultati di JP Morgan hanno battuto le attese, quelli di Citigroup non sono stati da meno: in questo secondo caso gli analisti avevano previsto un EPS a 1,32 dollari e ricavi a 17,9 miliardi.

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su JP Morgan Chase

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Potrebbero interessarti

Flavia Provenzani

Flavia Provenzani

2 giorni fa

Comparto tech in bolla? JPMorgan lancia l’allarme

Comparto tech in bolla? JPMorgan lancia l'allarme

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

1 settimana fa

Bitcoin inarrestabile: sfondati anche i $15.000

Bitcoin inarrestabile: sfondati anche i $15.000

Commenta

Condividi

Lorenzo Baldassarre -

Bitcoin come una commodity? Il parere di Revolut si discosta da quello di Jp Morgan

Bitcoin come una commodity? Il parere di Revolut si discosta da quello di Jp Morgan

Commenta

Condividi