Test d’ingresso a Medicina abolito: arrivano le selezioni a fine anno. Ecco cosa cambia

Dal 2015 il test d’ingresso a medicina sarà sostituito con la «ghigliottina» a fine o metà anno. Ecco il piano del Ministro per abolire il test d’ingresso

L’annuncio arriva direttamente dal Ministro Giannini: a partire dal 2015 il test d’ingresso alla facoltà di Medicina sarà abolito. Al suo posto un nuova modalità di numero chiuso che passa per test ed esami a fine anno sulla scia del modello francese.

Immediate le reazioni dei rettori che avanzano critiche logistiche e meritocratiche al progetto del Ministro che ha già fatto sapere «indietro non torno». Festeggia buona parte degli studenti che avrebbe dovuto affrontare il test d’ingresso il prossimo anno. Vediamo le dichiarazioni del Ministro e il modello di numero chiuso con il quale intende sostituire il test d’ingresso per la facoltà di medicina.

Abolito il test d’ingresso
Le matricole di quest’anno saranno le ultime ad aver superato il test d’ingresso per la facoltà di medicina, vero incubo di tutti gli aspiranti medici. Ad ogni sessione si presentano oltre 60mila studenti per circa 10mila posti disponibili su tutto il territorio nazionale.

Ma dal prossimo anno questo calvario potrebbe non presentarsi di fronte agli aspiranti medici del 2015. Il Ministro Giannini aveva annunciato l’abolizione del test d’ingresso a medicina prima delle elezioni europee e in occasione dell’incontro con i rettori delle università italiane ha ribadito il suo intento. A partire dal 2015 il test d’ingresso a medicina sarà abolito e sostituito con test di fine anno.

«Quello su cui ci dobbiamo interrogare molto seriamente, e lo stiamo facendo a partire da questi giorni, è se il test, un quiz di sessanta domande senza alcuna considerazione del percorso scolastico, due ore per decidere non solo degli studi ma della vita di un ragazzo, sia lo strumento ideale. – ha affermato la Giannini - Altri Paesi hanno altri modelli, io ho citato il modello francese, su cui stiamo lavorando come ipotesi applicabile in Italia, magari con alcune modifiche».

Modello francese
Al posto del tradizionale test d’ingresso di medicina, 60 domande su diverse materie a cui rispondere in 2 ore, l’accesso alla facoltà di medicina a partire dal 2015 sarà aperto a tutti. La selezione si farà, in stile francese, nel corso del primo anno di università. Il Ministro ha spiegato che alla fine del primo anno o addirittura a metà, quindi dopo sei mesi, si farà una selezione severa degli studenti e soltanto i più meritevoli potranno accedere al secondo anno e proseguire con il corso di studi in medicina.

Gli studenti al pensiero di avere libero accesso alla facoltà di medicina, hanno accolto positivamente le dichiarazioni del Ministro, ma i rettori hanno smorzato gli entusiasmi precisando che il modello francese è molto severo: passa solo 1 studente su 5. In Francia superano la cosiddetta ghigliottina soltanto 2 studenti su 10 anzi, precisa il rettore «nelle università più prestigiose, come per esempio Montpellier, solo l’8,9% dei ragazzi accede al secondo anno».

Se si confermasse l’abolizione del test d’ingresso a Medicina, cosa accadrebbe alle professioni sanitarie? Leggi qui gli ultimi aggiornamenti.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.