Spagna, boom contagi da COVID-19: l’Europa la isola, cosa sta succedendo?

In Spagna torna l’incubo COVID-19: diversi Paesi d’Europa sconsigliano i viaggi con destinazione verso il territorio iberico. Ecco cosa sta succedendo.

Spagna, boom contagi da COVID-19: l'Europa la isola, cosa sta succedendo?

COVID-19: è - di nuovo - allarme in Spagna dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 905 contagi. Una situazione che ha portato il Governo iberico a prendere delle importanti decisioni, reintroducendo alcune misure restrittive, ma anche diversi Paesi dell’Europa a sconsigliare i viaggi verso la Spagna isolando, di fatto, il Paese iberico in un momento di importanza vitale per il turismo.

Un nuovo record di contagi in Spagna, con il Governo iberico che però sta provando a minimizzare anche per non spaventare i Paesi dell’UE che sono sempre più orientati a bloccare le frontiere.

D’altronde ve lo abbiamo raccontato pochi giorni fa di come l’Italia rappresenti al momento un’eccezione sul territorio europeo, dove i contagi da COVID-19 hanno ripreso a correre più o meno ovunque (massima allerta in Spagna e in Romania, ma nelle ultime ore anche in Germania sono stati rilevati dei nuovi focolai, così come in Francia dove il tasso dei contagi è tornato quello del periodo di lockdown).

La Spagna è tra i Paesi più sotto controllo e il boom dei casi registrati nell’ultimo giorno lo confermano. Ma vediamo nel dettaglio cosa sta succedendo in Spagna e quali decisioni a riguardo sta prendendo il Governo spagnolo.

Spagna, nuovo record di casi da COVID-19

Come anticipato, nell’ultima giornata la Spagna ha fatto registrare 905 nuovi contagi. Il numero totale dei contagi è salito a 280.610 dall’inizio della pandemia, con 28.436 vittime (di cui 6 negli ultimi 7 giorni).

Il Governo spiega che “l’evoluzione della pandemia è sotto controllo e che in Spagna non c’è alcuna situazione di allerta”; nonostante ciò, però, la Comunità di Madrid ha comunque deciso per l’obbligo della mascherina in pubblico in qualsiasi occasione, anche quando è possibile osservare il distanziamento di 1,5 metri.

Una decisione, quella di Madrid, che segue l’esempio delle altre 17 regioni spagnole dove la mascherina in pubblico è tornata ad essere obbligatoria già da diverse settimane. E non è tutto: tra le norme previste, infatti, c’è anche quella per cui i clienti di bar e ristoranti sono costretti ad esibire un documento d’identità lasciando i propri dati di contatto, così da garantire la rintracciabilità.

Nel dettaglio, la Regione più colpita dalla nuova ondata di contagi è l’Aragona, dove sono stati individuati 357 nuovi casi. Segue la Comunità di Madrid (147 solo ieri, 500 se si tiene conto anche di quanto successo nel weekend) e la Catalogna con 126.

Una situazione che ha portato alla riattivazione di due padiglioni della fiera nella zona della capitale, i quali - come successo tra marzo e aprile - serviranno per ospitare i nuovi pazienti COVID.

Spagna isolata dall’Europa?

Quanto sta succedendo in Spagna ovviamente non è passato inosservato agli altri Paesi d’Europa. Ad esempio, la Germania ha sconsigliato i viaggi non essenziali nelle tre Regioni della Spagna più colpite dalla pandemia: Aragona, Catalogna e Navarra.

Il Regno Unito, invece, ha stabilito che per qualsiasi persona in arrivo da qualsiasi zona della Spagna sarà necessario osservare una quarantena di due settimane.

Decisioni dure che rischiano di penalizzare il settore del turismo nel periodo di alta stagione e alle quali presto potrebbero uniformarsi anche altri Paesi: nelle ultime ore, infatti, anche Norvegia, Olanda e Francia hanno espresso preoccupazione nei confronti dei possibili viaggi dei propri cittadini verso la Spagna.

Il Governo di Madrid da una parte polemizza (secondo il premier Sánchez la situazione è sotto controllo) con la decisione presa da questi Paesi, dall’altra sta provando a negoziare per salvaguardare il salvabile di questa stagione: a tal proposito è stato chiesto al Regno Unito di escludere dal provvedimento sull’obbligo di quarantena i viaggi verso Baleari e Canarie, destinazioni particolarmente frequentate dai turisti d’oltremanica.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO

1578 voti

VOTA ORA