Sondaggi politici: male Salvini e i 5 Stelle, Renzi scende sotto il 3%

Alessandro Cipolla

22 Dicembre 2020 - 08:34

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’ultimo sondaggio politico di Swg evidenzia un netto calo della Lega e del Movimento 5 Stelle, con anche Italia Viva di Matteo Renzi in ribasso e ora sotto la soglia di sbarramento del 3%, mentre sarebbero in crescita il Partito Democratico e Forza Italia.

Sondaggi politici: male Salvini e i 5 Stelle, Renzi scende sotto il 3%

In attesa del vertice a Palazzo Chigi sul Recovery Plan, l’ultimo sondaggio di Swg farà senza dubbio piacere a Giuseppe Conte in questa sorta di braccio di ferro con Matteo Renzi.

Stando all’indagine diramata in data 21 dicembre dal Tg La7, Italia Viva infatti sarebbe in calo e adesso sotto la soglia di sbarramento del 3%, particolare non di poco conto vista la minaccia di una crisi di governo che a questo punto converrebbe poco ai renziani che rischierebbero di restare fuori dal Parlamento in caso di elezioni anticipate.

Il sondaggio evidenzia anche un vistoso calo per la Lega e il Movimento 5 Stelle, mentre le minime flessioni attribuite a Fratelli d’Italia e Azione non sembrerebbero intaccare il buon momento per i due partiti.

Chi sorride invece è il Partito Democratico, ora più vicino al Carroccio e dato in crescita al pari di Forza Italia e La Sinistra, mentre tornerebbe a salire anche +Europa dopo un periodo poco felice in virtù della concorrenza di Carlo Calenda.

Sondaggi politici: male Salvini e Renzi

In piena pandemia, con la legge di Bilancio da approvare, il piano vaccini da ultimare e quello per il Recovery Fund in forte ritardo, le cronache politiche ci parlano di un governo sull’orlo della crisi e di una opposizione spaccata tra chi sarebbe propenso a un eventuale nuovo esecutivo di larghe intese e chi invece vorrebbe solo il voto.

In questo scenario, l’ultimo sondaggio politico di Swg sembrerebbe punire la recente apertura di Matteo Salvini a un possibile governo di centrodestra insieme a pezzi dell’attuale maggioranza. La Lega infatti viene data in calo e ai minimi storici dopo l’exploit alle europee del 2019.

Rimanendo sempre nel novero del centrodestra, la flessione attribuita a Fratelli d’Italia non dovrebbe preoccupare più di troppo Giorgia Meloni, mentre per Forza Italia ci sarebbe un deciso passo in avanti dopo il periodo buio delle ultime settimane.

Nei partiti di governo spicca nel sondaggio il balzo del Partito Democratico che ora sarebbe più vicino al Carroccio, mentre il Movimento 5 Stelle sembrerebbe essere sempre più impantanato in una crisi dove al momento non si intravede la luce in fondo al tunnel.

Torna a sorridere invece La Sinistra, che al momento sarebbe oltre la soglia di sbarramento del 3% al pari di Azione di Carlo Calenda, mentre l’asticella non sarebbe superata da Italia Viva che così sembrerebbe pagare lo scotto dell’ultimatum fatto al premier Giuseppe Conte.

La minaccia di una crisi di governo da parte di Matteo Renzi adesso potrebbe di conseguenza in qualche modo sgonfiarsi: visto che all’orizzonte non sembrerebbero esserci maggioranze alternative, andare al voto per IV sarebbe un autentico salto nel buio visto il sondaggio.

Se consideriamo poi che l’ultimo Consiglio dei Ministri ha approvato, oltre al Decreto Natale, anche la modifica ai collegi del Rosatellum a seguito del referendum, ci sarebbe ora una legge elettorale perfettamente applicabile in caso di elezioni anticipate: se il governo Conte dovesse cadere, un ritorno alle urne a quel punto sarebbe quasi inevitabile.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories