Sondaggi politici: crollo del Pd, bene Meloni e Movimento 5 stelle

Alessandro Cipolla

11/05/2022

11/05/2022 - 15:19

condividi

L’ultimo sondaggio politico di Swg vedrebbe in netta crescita Fratelli d’Italia, con anche il Movimento 5 stelle in ripresa. Male il Pd e la Lega, con Matteo Salvini che sarebbe sempre più in basso.

Sondaggi politici: crollo del Pd, bene Meloni e Movimento 5 stelle

Sorride a Fratelli d’Italia l’ultimo sondaggio politico realizzato da Swg e diffuso, in data 9 maggio, dal Tg La7. Il partito di Giorgia Meloni infatti si confermerebbe in testa nelle intenzioni di voto staccando il Partito democratico dato in forte calo.

Ma le buone notizie per Giorgia Meloni non finirebbero qui. Per il sondaggio un centrodestra unito in questo momento vincerebbe le elezioni, con la presidente di FdI proiettata verso Palazzo Chigi essendo la leader del partito più votato della coalizione.

Sondaggio Swg 9 maggio, prima parte Sondaggio Swg 9 maggio, prima parte Fonte Tg La7

La Lega infatti sarebbe sempre più distante, con la crisi del Carroccio che ormai appare essere quasi irreversibile: per Matteo Salvini a questo punto l’unica speranza per contendere la leadership del centrodestra a Giorgia Meloni sembrerebbe essere quella di fare un partito unico con Forza Italia.

Segnali di ripresa invece da parte del Movimento 5 stelle, mentre nel sondaggio sono indicati con il segno positivo anche Italia viva e Italexit: per Matteo Renzi e Gianluigi Paragone però la soglia di sbarramento del 3% sarebbe ancora lontana.

Sondaggio Swg 9 maggio, seconda parte Sondaggio Swg 9 maggio, seconda parte Fonte Tg La7

Una eventuale lista unitaria rossoverde formata da Articolo 1-Mdp, Verdi e Sinistra italiana, stando al sondaggio potrebbe valere il 7% ma appare plausibile che il partito di Roberto Speranza e alla fine possa decidere di rientrare nei ranghi del Pd.

I sondaggi politici premiano Giorgia Meloni

L’ultimo sondaggio politico di Swg ci fornisce due spunti interessanti. Il primo è che Giorgia Meloni, dopo l’exploit dei mesi scorsi, starebbe continuando ancora a vampirizzare il suo alleato Matteo Salvini rosicchiando ulteriori voti alla Lega.

Il secondo è che la posizione assunta dal Partito democratico per quanto riguarda la guerra in Ucraina, con il sostegno all’invio di ulteriori armi a Kiev, starebbe facendo perdere consensi nei sondaggi ai dem tutto a vantaggio del Movimento 5 stelle e di parte della sinistra.

A meno di un anno dalle prossime elezioni politiche, lo scenario in Italia appare essere tutt’altro che definito visto che neanche nel centrodestra ci sarebbe la certezza che la coalizione nel 2023 si possa presentare unita alle urne.

Le tensioni tra Fratelli d’Italia e il blocco Lega-Forza Italia sono sempre più palpabili, come dimostra il caos in Sicilia dove il centrodestra si presenterà diviso alle amministrative a Palermo e, probabilmente, anche alle regionali in autunno.

Le elezioni amministrative di giugno saranno un banco di prova anche per il centrosinistra, con il Pd che in alcuni comuni capoluogo si presenterà insieme al Movimento 5 stelle e in altri invece con i centristi.

L’esito delle comunali di conseguenza potrebbe influire sulle alleanze che si verranno a formare alle politiche: nulla al momento appare essere scontato, anche perché sullo sfondo rimane sempre la possibilità, anche se remota, di una riforma della legge elettorale con un ritorno al proporzionale.

Iscriviti a Money.it