Sondaggi politici: la Lega stacca il PD, tonfo di Renzi ora sotto il 3%

Alessandro Cipolla

5 Gennaio 2021 - 08:27

condividi

L’ultimo sondaggio politico di Lab2101 indica in calo tutti i partiti di governo, con Italia viva di Matteo Renzi sotto la soglia di sbarramento, mentre sarebbero in crescita le forze di opposizione con Lega e Fratelli d’Italia che così staccherebbero rispettivamente PD e M5S.

Sondaggi politici: la Lega stacca il PD, tonfo di Renzi ora sotto il 3%

I venti di una crisi di governo che spirano sopra il cielo di Palazzo Chigi sembrerebbero indebolire i partiti della maggioranza anche sul piano delle intenzioni di voto. Questo è quello che emerge chiaramente dal sondaggio politico realizzato in data 31 dicembre da Lab2101 per conto di Affari Italiani.

Tutte le forze di governo infatti vengono indicate con il segno negativo, dove spicca il marcato passo indietro attribuito a Italia Viva con il partito di Matteo Renzi che al momento sarebbe sotto la soglia di sbarramento del 3%.

Musica diametralmente opposta invece tra le fila dell’opposizione, con tutti i partiti di centrodestra in crescita nel sondaggio al pari di Carlo Calenda, con Azione che così continuerebbe a rosicchiare consensi a IV.

Può sorridere anche Matteo Salvini, visto che la Lega sarebbe sempre il primo partito del Paese aumentando il proprio vantaggio rispetto al PD, mentre pure Fratelli d’Italia avrebbe staccato ormai il Movimento 5 Stelle stabilizzandosi così sul gradino più basso del podio di questa sorta di classifica.

Sondaggi politici: Renzi a picco

Con l’attuale governo che ormai sembrerebbe essere arrivato al capolinea, in caso elezioni anticipate stando all’ultimo sondaggio politico di Lab2101 se il centrodestra dovesse presentarsi unito otterrebbe una agile vittoria alle urne.

L’insieme delle forze di centrodestra infatti sarebbe in questo momento al 48,8%, una percentuale che con l’attuale legge elettorale il Rosatellum garantirebbe una ampia maggioranza parlamentare alla coalizione.

Considerando che la Lega viene indicata per distacco come il primo partito del Paese, stando agli accordi interni alla coalizione sarebbe così Matteo Salvini il Presidente del Consiglio designato.

L’ex ministro però è da tempo che si guarda le spalle dalla avanzata di Giorgia Meloni, con Fratelli d’Italia che continuerebbe a crescere mentre il sondaggio andrebbe a indicare segnali di ripresa anche per Forza Italia.

Male invece il Partito Democratico, attestato con il segno negativo al pari di Liberi e Uguali e del Movimento 5 Stelle, con i pentastellati che ormai avrebbero dimezzato il proprio consenso elettorale rispetto all’exploit delle elezioni del 2018.

Il calo più vistoso sarebbe però quello di Italia Viva, il partito che da tempo si dice pronto a innescare una crisi di governo: una strategia questa di Matteo Renzi che non sembrerebbe pagare in termini di voti, ma che probabilmente porterà frutti politici nel corso di questa legislatura.

Iscriviti a Money.it