Samsung Galaxy Fold: quando esce e quanto costa lo smartphone pieghevole

Lo smartphone pieghevole di Samsung è realtà. Scopri tutte le novità sul nuovo Galaxy Fold: quando esce in Italia, prezzo e caratteristiche.

Samsung Galaxy Fold: quando esce e quanto costa lo smartphone pieghevole

Samsung ha presentato il nuovo Galaxy S10, ma un altro lancio ha destato maggiore attenzione: quello dello smartphone pieghevole, il Galaxy Fold.

Già largamente anticipato dai rumor e dallo spot pubblicitario di Samsung, il Fold è un modello di telefono completamente nuovo, richiudibile “a portafoglio” che si comporta sia da smartphone che da (mini)tablet, e dotato di un comparto fotografico straordinario.

La casa coreana apre quindi ufficialmente l’anno degli smartphone pieghevoli. In attesa di vedere diversi modelli di questo tipo dai brand presenti al Mobile World Congress dal 25 al 29 febbraio 2019, ecco un riepilogo su caratteristiche e novità del Galaxy Fold, con le info utili su uscita in Italia e prezzo di vendita.

Samsung Galaxy Fold: uscita e prezzo

Il nuovo Samsung Galaxy Fold esce negli USA il 26 aprile 2019 al prezzo di 1.980$. In Italia sarà disponibile a partire dal 3 maggio e costerà 2.000€. Al momento non si può effettuare il pre-order, ma preregistrandosi sul sito si potrà rimanere aggiornati sulle novità e sulla disponibilità del telefono.

Galaxy Fold è un device dotato di display AMOLED Infinity Flex da 7.3«che si può chiudere e aprire a seconda delle esigenze. Chiuso diventa un 4.6» e, grazie all’innovativo schermo formato da un nuovo polimero, anche da piegato è molto sottile e non reca fastidio a chi lo mette in tasca.

Il capo marketing del prodotto Samsung, Justin Denison, ha spiegato che il Fold è progettato con un sofisticato sistema di cerniere nascosto alla vista in grado di sopportare l’“usura” di oltre 100mila pieghe.

Il Samsung Galaxy Fold uscirà in 4 colori diversi: nero, argento, verde e blu.

Design, display, fotocamera, specifiche tecniche

A novembre Samsung ha mostrato il suo Infinity Flex, device in grado di aprirsi e chiudersi come un libro con un semplice gesto, e che permette di avere contemporaneamente uno smartphone e un tablet perfettamente integrati e funzionanti. Quello presentato alla conferenza degli sviluppatori, però, aveva tutta l’aria di essere un prototipo, e nessuno si aspettava che il dispositivo potesse fare la sua apparizione sul mercato prima della fine del 2019.

I rumor, però, hanno cominciato a circolare quando è stata individuata una certificazione del Ministero dell’Industria e dell’Informazione cinese per un dispositivo con il numero di modello SM-F9000, sospettato si essere il Galaxy Fold. Il noto sito SamMobile ha anche riferito che la versione del firmware F900USQU0ARJ5 è stata testata da Samsung.

Le persone saranno in grado di utilizzare tre app contemporaneamente sullo schermo più grande, per un multitasking che può comprendere attività come guardare YouTube, chattare su WhatsApp e fare ricerche su Google.

Sotto la scocca troviamo 12GB di RAM e 512GB di spazio di archiviazione. Il Galaxy Fold ha due batterie incorporate su ciascun lato del telefono quando il dispositivo è aperto e che interagiscono come un’unica fonte di energia.
Quanto alla fotocamera, ha in totale 6 fotocamere: 3 sul retro, 2 all’interno e una laterale per poter scattare foto in qualsiasi momento e in qualsiasi modalità si decida di posizionarlo e utilizzarlo.

Con il Fold Samsung ha operato uno dei cambiamenti di design più significativi per il settore dalla nascita di iPhone. La speranza è che gli utenti siano attratti dalla possibilità di avere in un solo dispositivo uno smartphone e un tablet, soluzione di certo meno ingombrante di un phablet che essenzialmente è uno smartphone extralarge. Resta da vedere se saranno bloccati oppure no dal prezzo stellare.

Il primo smartphone pieghevole?

Nonostante il costo proibitivo, come uno dei primi smartphone pieghevoli in commercio (e il primo in assoluto lanciato da una grande azienda), il nuovo device di Samsung ha gli occhi puntati su di sé e sono tantissimi gli interessati lì fuori curiosi di sapere come si comporterà alla prova dei fatti.

Ricordiamo, però, che il colosso sudcoreano è stato anticipato da una startup cinese, Royole Corporation, che lo scorso novembre ha colto di sorpresa l’industria mobile svelando il primo smartphone pieghevole in vendita, il Royole FlexPai. Ne abbiamo parlato qui.

Ti potrebbe interessare anche iPhone XI 2019 avrà lo schermo pieghevole?

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Samsung Galaxy

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.