Salvini è pronto a un governo istituzionale per superare coronavirus e crisi economica?

Alessandro Cipolla

27/02/2020

27/01/2021 - 09:31

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Matteo Salvini ha mandato una lettera al Colle per chiedere un incontro con Sergio Mattarella: il leader della Lega è convinto che questo governo non sia in grado di gestire l’emergenza coronavirus e la crisi economica, con l’ipotesi di un governo istituzionale che traghetti il Paese al voto che si fa strada.

Questo governo per me non è in grado di accompagnare il Paese fuori dalla crisi, se c’è da prendere in mano il Paese, portandolo a una data certa delle elezioni noi siamo d’accordo”. Sono queste le parole con cui Matteo Salvini ha accompagnato la notizia di una sua lettera inviata al Quirinale per chiedere un incontro con il Presidente Sergio Mattarella.

A spaventare il leader della Lega non sarebbe soltanto l’emergenza coronavirus, ma anche la quasi inevitabile crisi economica che colpirà l’Italia a causa del diffondersi del virus visto che il nostro Paese ormai sarebbe considerato secondo Salvini il “Lazzaretto d’Europa”.

Sembrerebbe essere durata poco la tregua politica invocata per superare questo momento difficile, con il Carroccio che dopo aver votato così come il resto dell’opposizione (due soli voti contrari tra cui quello di Vittorio Sgarbi) il decreto coronavirus è tornato adesso ad attaccare il governo.

Resta da capire adesso quale sia la strategia dell’ex ministro. Se il suo braccio destro Giancarlo Giorgetti sembrerebbe essere favorevole a un governo istituzionale, magari guidato da Mario Draghi, per superare le difficoltà attuali e future, Matteo Salvini potrebbe dare il suo ok soltanto se al tempo stesso venisse indicata una data certa per le elezioni.

Da Salvini l’ok a un governo con tutti dentro?

Le due parole che stanno ricorrendo spesso negli ultimi giorni tra i corridoi di Palazzo sono “unità nazionale”. Per dare una spallata ai giallorossi, ecco che potrebbe tornare in auge il tanto chiacchierato asse tra i due Matteo.

Renzi e Salvini vogliono infatti la stessa cosa: mandare a casa il premier Conte il più presto possibile. Se però il leader di Italia Viva vorrebbe la nascita di un governo istituzionale duraturo, quello della Lega penserebbe più a uno di scopo per traghettare il Paese alle elezioni.

Del resto da un lato c’è un partito che gli ultimi sondaggi accreditano poco sopra il 3%, dall’altro invece uno dato oltre il 30%. Obiettivo comune ma scopi differenti quindi, mentre Fratelli d’Italia continua a chiedere il voto subito dopo aver fatto la nuova legge elettorale come conseguenza del referendum sul taglio dei parlamentari del 29 marzo.

Matteo Salvini con ogni probabilità potrebbe dare il suo consenso a un governo istituzionale soltanto se dentro ci sarà anche Fratelli d’Italia, visto che in caso contrario rischierebbe di perdere ulteriore consenso in favore della alleata/rivale Giorgia Meloni.

L’emergenza coronavirus e l’ormai inevitabile conseguente crisi economica rischiano di fare da scenario dell’ennesima machiavellica battaglia politica, con la mossa di Matteo Salvini di poter salire al Colle che ha colto un po’ tutti di sorpresa.

Secondo il protocollo l’incontro con il Presidente Sergio Mattarella non ci sarà a breve, ma nel frattempo ci sarà da capire come evolverà l’emergenza sanitaria nel nostro Paese e soprattutto quali saranno le misure economiche che il governo deciderà di mettere in campo per cercare di tamponare la crisi.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories