Coronavirus Italia oggi: ultime notizie e aggiornamenti LIVE

Coronavirus in Italia: cosa sta succedendo? Tutte le ultime news e gli aggiornamenti in diretta sui contagi e sulle misure emergenziali.

Coronavirus Italia oggi: ultime notizie e aggiornamenti LIVE

Stando alle ultime notizie sul coronavirus in Italia, i contagi hanno superato quota 3.200 e si è infoltita la lista di regioni e città colpite (Guarda qui la mappa dei contagi in Italia in tempo reale).

Nelle ultime ore il numero dei morti è salito a 148. Finora i decessi riguardano persone anziane e/o in condizioni di salute già precarie. La situazione è sotto stretta osservazione e, per ora, è più grave al Nord: 11 comuni della “zona rossa” sono in quarantena e Milano si è quasi trasformata in una “città fantasma”. Anche se l’emergenza coronavirus sta interessando particolarmente il Nord Italia, in tutto il Paese si sono verificati episodi di psicosi collettiva (come la corsa alle scorte nei supermercati).

L’Italia è al momento il terzo paese al mondo per numero di contagi dopo Cina e Sud Corea. Qui tutte le ultime notizie e gli aggiornamenti sull’emergenza SARS-COV-2 in Italia: ecco cosa sta succedendo e come si sta evolvendo la situazione.

Coronavirus Italia: le ultime notizie di oggi 5 marzo (diretta)

Ore 22.44: dall’Istituto Superiore dell Sanità fanno sapere che lo stop a scuole e università potrebbe estendersi anche oltre la data del 15 marzo qualora la situazione dei contagi dovesse richiederlo.

Ore 21.40: primo decesso legato al coronavirus a Roma. Si tratta di una paziente cardiopatica, che si è spenta all’ospedale San Giovanni di Roma.

Ore 20.35: crescono a 27 i casi di coronavirus allo Spallanzani di Roma. Tra i nuovi casi registrati le condizioni dei pazienti sono buone e non destano preoccupazioni.

Ore 20.12: in Lombardia stop alle attività ambulatoriali considerate non urgenti. La regione lo stabilisce a seguito dei 1.777 casi totali sul territorio e del notevole aumento nelle ultime 24 ore (+280), per un 50% dei contagi totali in Italia.

Ore 19.06: appello del Presidente della repubblica Sergio Mattarella, che invita gli italiani a non farsi prendere dal panico e alla “responsabilità”:

“L’insidia di un virus nuovo provoca preoccupazione, è comprensibile. Ma dobbiamo evitare ansia immotivata e controproducente. Abbiamo un eccellente sistema sanitario e supereremo l’emergenza di questi giorni, anche con l’immissione di nuovo personale e nuove attrezzature. Massima vicinanza agli ammalati ed ai familiari delle vittime. Serve concordia e collaborazione di tutti.”

Ore 18.16: Angelo Borrelli, capo della protezione civile, aggiorna i dati relativi ai contagi nella consueta conferenza stampa romana: 3.296 positivi, vale a dire 590 in più rispetto a ieri. 414 i guariti (+138 rispetto a ieri) e 148 i decessi (+41).

In Lombardia si contano 1.777 casi in totale, con un aumento di 280 unità rispetto a ieri. Un numero che corrisponde a più del 50% dei contagi totali in Italia.

Ore 17.54: gli ultimi dati (ancora non aggiornati) parlano di 3.089 i contagi da coronavirus in Italia con 107 morti e 276 guariti, per un tasso di mortalità del 3,4%.

Ore 17.50: con i due pazienti positivi in Valle D’Aosta ora l’Italia registra contagi in ogni regione.

Ore 17.38: sono 2.251 i contagi in Lombardia, con 98 morti. Sale però in maniera considerevole il numero dei guariti, ora a 250.

Ore 17.30: 7,5 miliardi di euro a sostegno di famiglie e imprese coinvolte nell’emergenza coronavirus. È questa la sostanza contenuta nel secondo decreto economico in risposta all’epidemia in corso.

Ad annunciarlo al termine del CdM il premier Giuseppe Conte, che parla di un sostegno dedicato a chiunque sia colpito, ed ha aperto all’opposizione invitandola ad esprimersi sulle “decisioni più importanti”.

Ore 16:27: il referendum per il taglio dei parlamentari previsto per il 29 marzo è stato rinviato a data da destinarsi. La mossa da attribuire all’emergenza coronavirus.

Ore 15.40: il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia propone un piano shock come nel dopoguerra per l’economia italiana.

Ore 15.05: la Chiesa di Roma sospende tutte le attività parrocchiali fino al 15 marzo.

Ore 15.02: la Maratona di Roma del 29 marzo è stata sospesa

Ore 15.00: la Camera dei Deputati sarà operativa soltanto nei giorni di mercoledì per tutto il mese di marzo.

Ore 14.48: in Umbria le persone contagiate sono 12.

Ore 14.45: le finali di Coppa del mondo di sci alpino in programma a Cortina d’Ampezzo dal 18 al 22 marzo potrebbero svolgersi regolarmente ma a porte chiuse.

Ore 14.40: il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro ribadisce che la distanza di un metro da una persona all’altra riduce di molto il contagio.

Ore 14.35: il Palazzo di Giustizia di Napoli sarà chiuso nei giorni 6,7,9 marzo. La decisione è arrivata dopo che un magistrato è risultato positivo.

Ore 14.30: l’Assemblea Capitolina procederà con sedute a porte chiuse.

Ore 11.00: positivo un altro magistrato di Milano. Gli uffici della procura generale della città sono stati sottoposti a sanificazione.

Ore 10.30: l’assessore al Welfare Giulio Gallera dichiara a Rai 3 che domenica prossima sarà valutato se eliminare la zona rossa nel Lodigiano.

Ore 9.45: sequestri a Foggia di gel igienizzante venduto a prezzi gonfiati

Ore 9.05: il ministro per la Famiglia Bonetti annuncia possibili misure per sostenere le famiglie alle prese con la gestione dei figli dopo la chiusura delle scuole.

Ore 9.00: due casi sospetti di coronavirus in Valle d’Aosta. La regione attende la conferma della positività dall’ISS.

Ore 8.00: l’assessore al Welfare Giulio Gallera della regione Lombardia afferma che i contagi nella regione sono in crescita e ribadisce l’importanza di rispettare le regole di prudenza.

Ore 7.30: Giorgia Meloni accusa il Presidente del Consiglio e il Governo per la gestione della crisi del coronavirus e, in un’intervista al Corriere della Sera, afferma:

“Noi fin dall’inizio siamo stati disponibili a collaborare con il governo in un momento di grave emergenza per il Paese. Ma quello che non possiamo e non vogliamo fare e’ gli utili idioti a vantaggio di chi approfitta del coronavirus per far e passerelle e per vanità politica”

Ore 7.00: oggi primo giorno senza scuola per tutta Italia. Si applica, fino al 15 marzo, il decreto del Presidente del Consiglio che prevede la chiusura di scuole di ogni ordine e grado e di atenei universitari sull’intero territorio anzionale.

Coronavirus Italia: le notizie del 4 marzo

Ore 22.13: videomessaggio del premier Giuseppe Conte indirizzato a tutti gli italiani, in cui chiede impegno visto il momento delicato e annuncia nuove richieste di flessibilità all’Europa:

“Siamo sulla stessa barca, chi ha il timone ha il dovere di indicare la rotta, dobbiamo fare uno sforzo in più, dobbiamo farlo insieme. L’Italia tutta è chiamata a fare la propria parte. Chiederemo all’Europa tutta la flessibilità necessaria. L’Italia ce la farà”.

Ore 20.18: Matteo Salvini ancora durissimo contro il governo, che in un’intervista a El Pais ha definito “incapace” di gestire l’emergenza:

“Questo governo non è in grado di gestire la normalità e tantomeno l’emergenza; noi restiamo disponibili con idee e progetti, ma non per formare un governo con il Pd o con il Movimento 5 stelle, non per tornare insieme a Giuseppe Conte. Prima se ne va, meglio è. Se questo governo cade, l’unica strada è il voto”.

Ore 19.44: La moglie del cosiddetto «paziente 1» è stata dimessa dall’ospedale Sacco di Milano ed è rientrata a casa, in buone condizioni di salute. La donna - moglie del 38enne di Codogno considerato la prima persona contagiata in Lombardia - è all’ottavo mese di gravidanza e aspetta una bambina. Dovrà ora concludere la quarantena a casa.

Ore 18.53: il premier Giuseppe Conte conferma la chiusura di scuole e università dal 5 al 15 marzo e spiega che la decisione è arrivata a seguito del consulto con il professor Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di Sanità:

“Lasciamo valutare agli esperti come sta evolvendo il virus e lasciamo a loro le valutazioni finali. Torneremo ad aggiornarvi presto, stiamo lavorando alacremente sul dpcm, abbiamo già la bozza pronta”.

Ore 18.39: 2.706 i contagi da coronavirus in Italia, +443 persone rispetto a ieri con 107 morti complessive, sono i principali dati che si evincono dalle parole di Angelo Borrelli, nell’ambito conferenza stampa alla Protezione Civile chiusasi solo da pochi minuti.

C’è anche un altro numero, questo più rassicurante, che riguarda i guariti, a quota 276 in Italia, +116 in più rispetto a ieri. E’ l’aumento maggiore registrato negli ultimi giorni.

18.25: il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha appena comunicato l’ufficialità della decisione: scuole e atenei chiusi da domani al 15 marzo.

Ore 17.10: la Regione Emilia-Romagna ha comunicato la positività di due assessori. La circostanza ha spinto il ministro Stefano Patuanelli a decidere per un auto-isolamento, che è per lui attualmente in corso presso gli uffici del Mise.

Ore 16.46: si attende solo l’ufficialità dal governo circa la chiusura delle scuole e degli atenei fino al 15 marzo. Il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha discusso a lungo con il comitato tecnico-scientifico prima di arrivare alla decisione, che sembra possa diventare esecutiva già da domani.

Ore 16.41: i dati più recenti parlano di 93mila contagiati in tutto il mondo, con 3.198 morti e sempre più Paesi coinvolti da focolai. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ribadisce: “è ben più grave dell’influenza stagionale”, con un tasso di mortalità del 3,4%.

Ore 14.05: il Consiglio dei Ministri ha appena deciso la chiusura di tutte le scuole e degli atenei a livello nazionale da domani, 5 marzo fino a metà mese.

Ore 9.52: il Centro Ospedaliero dell’Esercito di Milano ha inviato i primi medici di supporto richiesti dagli ospedali del lodigiano per rafforzare il personale sanitario.

Ore 9.30: Anziano del Frusinate positivo al coronavirus.

Ore 9.12: i contagiati in Campania sono 31 secondo il bilancio aggiornato.

Ore 8.55: il comune di Vasto ha predisposto la chiusura di tutte le scuole della città.

Ore 7.45: Si attende oggi il via libera alle nuove misure restrittive per l’Italia con decreto del Presidente del Consiglio

Ore 07.30: positivo un uomo a Vasto, ora ricoverato all’ospedale San Pio.

Coronavirus Italia: le notizie del 3 marzo

Ore 23.30: durante la riunione tra Governo e opposizione sono emerse probabili misure restrittive antivirus per tutti suggerite dal comitato tecnico scientifico.

Ore 22.35: L’assemblea capitolina approva una mozione per sostenere le imprese di Roma.

Ore 22.30: Vinitaly è stato rinviato a giugno. La fiera del vino di Verona doveva apririsi il 19 aprile.

Ore 22.08: un paziente ricoverato all’ospedale Cannizzaro di Catania è risultato positivo. I sanitari che sonostati in contatto sono in isolamento.

Ore 22.05: il comitato scientifico voluto dal Governo propone di limitare visite a aprenti in case di riposo e di rinviare congressi e eventi.

Ore 22.00: rinviata la partita di Coppa Italia Juventus-Milan.

Ore 21.00: tre casi di contagiati al Politecnico di Torino. Ora sono in isolamento.

Ore 20.30: secondo caso di positività al coronavirus in Sardegna. Si tratta di un docente che si era recato ad un convegno a Udine.

Ore 20.00: le Marche hanno disposto la sospensione di manifestazioni pubbliche e attività scolastiche fino all’8 marzo. Sono 61 i contagiati in regione.

Ore 19.50: ISS conferma la positività del paziente sardo.

Ore 19.35: Matteo Salvini torna a chiedere al Governo 50 miliardi per l’emergenza economica del cornavirus.

Ore 19.20: positivo un cantante della Scala di Milano, che resterà chiusa per pracuzione fino al giorno 11 marzo.

Ore 18.15: aggiornamento del capo della Protezione Civile Borrelli: 2.263 casi di positività al coronavirus, dei quali l’88% localizzati in Lombardia, veneto e Emilia Romagna; 79 i decessi e 160 i guariti (+ 11 rispetto a ieri).

Ore 08.31: l’Assessore alla Sanità Alessio D’Amato ha confermato che tutti i casi di positività registrati nella Regione Lazio sono stati importati dal Nord Italia e dunque allo stato attuale non esiste alcun focolaio.

Ore 08.00: anche una donna di Fiuggi (FR) è risultata positiva al COVID-19 ed è stata immediatamente condotta nell’ospedale romano. Le sue condizioni sono apparse discrete e stabili. Era stata in Lombardia e Veneto dal 16 al 23 febbraio. Immediata l’indagine epidemiologia sui contatti da sottoporre alla prevista vigilanza domiciliare.

Ore 07.30: nelle ultime ore una donna di Cremona recatasi a Formia (LT) per visitare dei parenti è risultata positiva al test ed è stata trasferita allo Spallanzani.

Coronavirus Italia: le notizie del 2 marzo

Ore 22.40: situazione coronavirus nel mondo: la Cina ha abbassato ulteriormente il livello di allerta mentre molti Paesi cominciano ad affrontare numeri ed emergenze sempre più serie. Primo caso di coronavirus registrato in Australia e decessi che in totale toccano quota 3.048.

Ore 22.00: l’infettivologo Massimo Galli ha illustrato quella che ritiene essere la parola chiave dell’epidemia di coronavirus in corso: droplet. Può tradursi letteralmente con «gocciolina», ma intesa in quest’ambito indica la distanza di sicurezza da tenere rispetto alle persone vicine, per evitare che la saliva possa raggiungerci.

Ore 21.50: i primi due pazienti cinesi ricoverati allo Spallanzani sono completamente guariti. L’ha comunicato uno dei medici dell’istituto romano che li aveva in cura. Per loro sarebbero molto vicine le dimissioni.

Ore 21.40: una delle persone risultate positive al coronavirus a Bologna era stata in discoteca la sera precedente alla diagnosi. La ASL locale sta cercando di risalire a chi ha frequentato il locale e ai contatti dell’uomo.

Ore 21.00: secondo i dati snocciolati dall’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, il 53% dei positivi al virus appartiene alla fascia d’età che va dai 65 anni in su.

Ore 20.50: 98 persone che si trovavano al pronto soccorso di Tor Vergata e che potrebbero rientrare nella cerchia dei contatti del poliziotto romano risultato positivo al coronavirus sono state contattate per controlli.

Ore 19.55: per Matteo Salvini servono “almeno 50 miliardi di euro” per le misure emergenziali scaturite dall’allarme coronavirus, contro i 3,6 miliardi proposti dal governo giallorosso.

“3 miliardi sono solo un’aspirina, serve molto di più”,

ha dichiarato il leader del Carroccio.

Ore 19.16: dopo il caso di Roma altri due poliziotti - uno di Piacenza e uno di Parma - sono risultati positivi al coronavirus e successivamente ricoverati; per tutti e tre le condizioni non sembrano essere gravi.

Ore 19.02: chiude il noto ristorante cinese Hang Zhou di Roma, nel quartiere Esquilino. Ad annunciarlo la stessa proprietaria, Sonia Zhou, che motiva la scelta con la “psicosi da coronavirus” che imperversa nella città e nel Paese, e che oltre ai possibili clienti sta condizionando in primis il personale del locale:

“Purtroppo la psicosi portata dal Coronavirus sta colpendo non solo i clienti, ormai pochissimi, ma anche i nostri collaboratori, che adesso hanno paura di venire a lavorare e mi hanno chiesto un periodo di pausa”.

ore 18.45: Matteo Salvini, tramite il suo profilo Facebook, invita ad allegerire le imposte non solo per i colpiti dal coronavirus nelle cosiddette «zone rosse», ma per tutta Italia:

“Blocco immediato di pagamento di tasse, mutui, affitti, bollette, cartelle esattoriali e burocrazia varia in tutta Italia. Si può fare, anzi si deve fare, subito. Altrimenti migliaia di imprenditori e lavoratori perderanno tutto.”

Ore 18:39: Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, annuncia la guarigione della sua collaboratrice, che la settimana scorsa era risultata positiva ai test per il coronavirus.

Ore 18.33: 80 caserme per circa 6.600 posti letto potrebbero essere rese disponibili sul territorio italiano, qualora l’emergenza coronavirus dovesse portare alla richiesta di strutture. Lo assicurano diverse testate italiane, citando fonti vicine all’Arma.

Ore 18.21: il capo della protezione civile, Angelo Borrelli, diffonde gli ultimi dati ufficiali durante la quotidiana conferenza stampa: 1.835 i contagi, 52 i decessi e 149 i guariti; +258 di casi rispetto ai dati di ieri sera, il 50% dei quali - aggiunge Borrelli - è però asintomatico. La Lombardia conta il numero più alto di positivi, 1.077, mentre il numero complessivo di tamponi svolti in Italia ammonta a 23.300.


La mappa dei contagi sul territorio italiano, nel documento originale rilasciato dalla protezione civile alla stampa.

Ore 18.04: 1.700 i positivi in Italia secondo gli ultimi numeri non ufficiali diffusi, con 500 nuovi casi in poco più di 10 ore.

Ore 17.52: le raccomandazioni del capo della protezione civile Angelo Borrelli in una lettera inviata a L’Espresso:

“Siamo in una fase cruciale dell’emergenza. Bisogna non solo lavarsi molto le mani ma anche tenere sempre a distanza tutte le altre persone, e gettare i fazzoletti usati in un cestino ben chiuso”.

Ore 17.47: il presidente del parlamento europeo David Sassoli invita a non sottovalutare «quanto finora visto e capito» dell’epidemia, e garantisce tutte le attività parlamentari di base; annullati invece eventi, mostre, organizzazioni esterne e qualunque altro incontro che dovrebbe svolgersi all’interno del parlamento.

Ore 17.22: il sindaco di Milano Giuseppe Sala commenta l’attuale situazione coronavirus, con tutte le relative misure locali e nazionali, spiegando che le direttive non devono essere discusse ma solo rispettate.
Contestualmente è emersa anche la richiesta che la Regione Lombardia ha indirizzato agli anziani e che li invita a limitare uscite e spostamenti in un momento simile.

Ore 17.08: lo Spallanzani parla di 12 casi di Coronavirus accertati tra Roma e Provincia. L’ospedale romano - dove sono da lungo i due pazienti cinesi che rappresentarono i primi positivi sul territorio italiano - ha altresì specificato che di questi 12 solo 7 sono al momento ricoverati.

Ore 16.28: il premier Giuseppe Conte convoca per domani alle 20:30 una riunione con tutti i capigruppo di maggioranza a Palazzo Chigi, per coordinare le varie risposte all’emergenza coronavirus, specie in vista del decreto ad hoc.

Ore 16.20: il primo caso di coronavirus registrato in mattinata a Mosca riguarda un uomo che tornava da un viaggio in Italia.

Ore 16.07: stop al corso della Sapienza frequentato dal secondo figlio del poliziotto di Roma positivo al coronavirus e al momento ricoverato allo Spallanzani. Oltre ai due figli, l’uomo ha contagiato anche moglie e cognata, che sono in sorveglianza sanitaria domiciliare.

Ore 13.10: la famiglia del poliziotto di Roma ricoverato allo Spallanzani è positiva. Sono state contagiate cognata, moglie e figli, ora in sorveglianza sanitaria domiciliare.

Ore 12.30: il bollettino dell’ospedale Spallanzani di Roma aggiorna che sono ricoverate attualmente 7 persone, compresa la coppia di cinesi che può dirsi guarita.

Ore 11.29: MotoGP, dopo il gran premio del Qatar annullato anche quello in Thailandia in programma il 22 marzo.

Ore 10.30: positivo al coronavirus l’assessore regionale allo Sviluppo sostenibile Alessandro Mattinzoli.

Ore 10.28: l’Istituto Superiore della Sanità conferma la positività da coronavirus del poliziotto di Roma.

Ore 10.00: Massimo Galli, primario infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano, mette in guardia sulla possibile evoluzione dell’infezione a Milano:

“Per la città di Milano facciamo gli scongiuri ma occorre stare estremamente attenti, identificare subito i focolai e circoscriverli”

Ore 09.50: nuovo caso di positività al coronavirus in Friuli Venezia Giulia, secondo quanto ha affermato la regione. Al momento, i casi totali sul territorio regionale sono 9 i casi: 4 a Udine, 3 a Trieste e 2 a Gorizia.

Ore 09.40: il liceo Pascal di Pomezia, vicino Roma, è stato chiuso in via precauzionale dopo che il padre di un alunno della scuola ha accusato sintomi riconducibili al coronavirus.

Ore 09.30: primo caso di contagio in Sardegna secondo i dati della regione che devono ancora essere confermati dall’ISS.

Ore 09.15: il Duomo di Milano è aperto al pubblico dalle ore 9.00 con ingressi controllati.

Ore 08.30: un agente della questura di Roma è risultato positivo al primo test per coronavirus. Ora però, bisognerà attendere l’esito del secondo test effettuato dallo Spallanzani.

Ore 8.00: restano validi, al momento, gli aggiornamenti della Protezione Civile di ieri alle 18.00: 1.577 contagiati, 34 decessi, 83 guariti.

Ore 6.00: il Presidente del Consiglio Giuseppe Cinte ha firmato il nuovo decreto (dpcm) che introduce ulteriori misure per arginare la diffusione del coronavirus e affrontare l’emergenza.

Coronavirus Italia: le notizie del 1 marzo

Ore 17.47: Trenord annuncia un calo dell’affluenza del 60% in una settimana a causa della chiusura di scuole, università e altre attività.

Ore 17.46: l’ultima bozza del decreto legge per l’emergenza prevede lo stop alle ordinanze autonome dei sindaci.

Ore 17.44: lo scrittore Luis Sepulveda e la moglie sono risultati positivi al Covid-19.

Ore 17.40: è in condizioni critiche il paziente 1 di Codogno.

Ore 17.15: ingresso vietato a giornalisti italiani in Turchia. La giornalista Sara Giudice di Piazza Pulita ha raccontato di essere stata bloccata in aeroporto dalla polizia di Ankara.

Ore 16.56: sesto caso di positività in Fvg. Nella Regione effettuati 243 tamponi.

Ore 16.40: effettuati 291 tamponi in Sicilia su altrettante persone. Lo comunica l’assessorato alla Salute, che precisa: “Il dato riportato fa riferimento ai soli casi di sospetta positività”.

Ore 16.28: rispondendo alle parole di Conte che invocava maggiore deficit per contrastare le difficoltà economiche causate dall’epidemia, fonti Ue annunciano «disponibilità e solidarietà all’Italia».

Ore 16.25: la Scala di Milano sarà chiusa fino all’8 marzo per via del rischio coronavirus.

Ore 16.20: dopo l’igienizzazione delle 500 istituti scolastici cittadini, domani a Napoli riaprono le scuole.

Ore 16.10: il premier Conte annuncia più deficit per sostenere l’economia.

Ore 15.54: confermata la negatività di tutti i 50 contatti della donna contagiata di Fiumicino.

Ore 15.34: restrizioni per italiani in viaggio verso gli Stati Uniti. Il presidente Donald Trump ha twittato che i passeggeri provenienti da Paesi a rischio, o aree a rischio all’interno di quei Paesi (Italia compresa), saranno testati prima e dopo il volo.

Ore 15.00: secondo una ricerca di Cedat 85, che ha monitorato 1.500 fonti informative, nella prima settimana dell’epidemia di coronavirus - ovvero dal 20 al 27 febbraio - la parola «coronavirus» è stata pronunciata una volta ogni 90 secondi su radio e tv italiane.

Ore 14.30: Berlusconi lancia un appello affinché l’Unione Europea sospenda i vincoli: “Serve piano Marshall”.

Ore 14.15: Fedriga propone chiusura scuole in Fvg.

Ore 14.01: dopo American Airlines, anche Turkish Airlines sospende i voli per l’Italia.

Ore 13.59: chiusa a Roma la Chiesa di San Luigi dei Francesi. Un prete quarantenne, ritornato in Francia dall’Italia, è risultato positivo al contagio. Si tratta della prima chiusura di una chiesa in Italia.

Ore 13.12: il governatore del Veneto Luca Zaia chiede scusa per le frasi sulla Cina.

Ore 12.40: la direttrice dell’Ospedale Sacco di Milano Maria Rita Gismondo ricorda che il problema del coronavirus è prevalentemente organizzativo, «perché stiamo avendo in un periodo molto breve molti casi critici». L’influenza stagionale, nei 4 mesi che vanno da metà ottobre 2019 all’inizio febbraio 2020, in Italia ha contagiato oltre 5 milioni di persone e provocato 300 morti dirette e dalle 4.000 alle 10.000 morti indirette.

Ore 12.20: per la Cgia di Mestre sono insufficienti i 3,6 miliardi annunciati da Gualtieri. Per il coordinatore Paolo Zabeo c’è bisogno di una misura shock da almeno 10 miliardi di euro per evitare la recessione.

Ore 12.05: sembra essere contenuto il pericolo di diffusione del virus a Fiumicino. I contatti della famiglia a rischio contagio sono risultati tutti negativi al test.

Ore 12.03: sindaco di Codogno: “Da governo elemosina”. In polemica con l’esecutivo, il primo cittadino parla di uno «schiaffo immeritato» a proposito delle misure definite dalla bozza di decreto in sostegno delle aree più colpite dall’emergenza.

Ore 11.22: cambiano i controlli in Vaticano. Per accedere a piazza San Pietro e assistere all’Angelus del Papa la sicurezza ha fatto in modo creare delle file più ordinate, con una distanza di diversi metri fra ogni persona.

Ore 11.20: nonostante l’aumento dei casi in Fvg, il presidente di Regione Fedriga annuncia che scuole e altri istituti pubblici rimarranno aperti lunedì: “Ritorno alla normalità”.

Ore 11.00: riaperte le scuole in Alto Adige.

Ore 10.46: la Provincia di Pesaro e Urbino nell’elenco delle zone rosse. È la proposta di Alessia Morani, sottosegretaria al Mise e vice capogruppo alla Camera del PD.

Ore 10.31: per il leader della Lega Matteo Salvini non basta il piano da 3.6 miliardi preparato dal governo «per aiutare seriamente» imprese e famiglie italiane. «Servono subito almeno 20 miliardi. E se l’Europa dicesse no, sarebbe un oltraggio inaccettabile», ha detto il segretario lanciando una polemica preventiva con Bruxelles.

Ore 10.30: il Teatro La Fenice di Venezia organizza per domani e martedì due concerti senza pubblico, a cui si potrà assistere dal canale YouTube del teatro.

Ore 10.22: 85 pazienti sono in rianimazione negli ospedali lombardi, ha detto l’assessore all’Istruzione della Regione, Melania Rizzoli.

Ore 10.00: cinque nuovi casi di coronavirus in Friuli Venezia Giulia.

Ore 9.30: l’impatto del coronavirus sul PIL potrebbe essere dell’1 o del 3% nel primo e secondo trimestre 2020. Lo fa sapere Ref Ricerche.

Ore 9.04: presto pronti 3,6 miliardi, lo 0,2% del PIL per l’emergenza coronavirus. Lo dice in un’intervista a Repubblica il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri lanciando la ’fase due’ dell’emergenza. I fondi saranno concordati con enti locali e associazioni di categoria.

Ore 8.30: il presidente della Lombardia Attilio Fontana richiama al lavoro i medici pensionati. L’assessore al Welfare Gallera propone un albo di medici in pensione disponibili da cui attingere di volta in volta.

Ore 3.00: la cancellazione di un volo della American Airlines New York-Malpensa lascia centinaia di italiani bloccati negli Stati Uniti. L’equipaggio si è rifiutato di partire. La compagnia aerea ha quindi sospeso tutti i voli per l’Italia fino al 24 aprile.

Coronavirus Italia: le notizie del 29 febbraio

Ore 18.20: Borrelli, Protezione Civile, annuncia che ad oggi i contagiati sono 1.049, 29 i deceduti e 50 le persone guarite.

Ore 18.00: le scuole del Piemonte saranno riaperte mercoledì prossimo.

Ore 17.30: Conte, al termine della riunione nella sede della Protezione Civile, afferma che:

“Abbiamo adesso concluso la riunione, domani mattina pubblicheremo il nuovo Dpcm in pieno raccordo con le valutazioni dei governatori.”

Ore 17.00: la Liguria riaprirà le scuole lunedì, tranne che nella provincia di Savona.

Ore 16.00: l’ospedale di Cremona annuncia emergenza. Angelo Pan, direttore dell’unita’ Malattie infettive dell’Asst di Cremona ha affermato che la situazione ospedaliera è molto complessa per carico di lavoro e mancanza di posti letto.

Ore 15.55: i giocatori della squadra amatoriale che aveva giocato contro il paziente 1 di Codogno possono uscire dalla quarantena.

Ore 14.50: anche la prossima settimana resteranno chiuse scuole, nidi, università nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia, Veneto.

Ore 13.05: un quarto giocatore della Pianese, squadra di Serie C, è risultato positivo al coronavirus.

Ore 12.55: il bollettino dello Spallanzani aggiornato annuncia che di 193 pazienti controllati, 165 sono risultati negativi al coronavirus e 28 sono ricoverati.

Ore 12.40: secondo i medici dello Spallanzani sono positivi al coronavirus anche marito e figlio della donna di Fiumicino contagiata.

Ore 12.30: rinviate 5 partite di serie A, prima previste a porte chiuse. Leggi i dettagli qui.

Ore 11.50: 43 nuovi casi di contagi in Piemonte. Solo 1 è stato confermato dall’ISS.

Ore 11.40: il governatore della Campania De Luca annuncia in conferenza stampa che ci sono 13 casi di contagiati nella regione, ancora da certificare.

Ore 11.10: dimesso dallo Spallanzani il 17enne Noccolò, dopo 14 giorni di isolamento.

Ore 10.20: i governatori della Lega chiedono un incontro con il Governo per valutare misure indirizzate soprattutto al settore turismo e, in generale, economico delle regioni più colpite dal contagio.

Ore 10.05: il centro REF Ricerche specifica che le perdite economiche per l’Italia in termini di PIL potrebbero essere tra i 9 e i 27 miliardi.

Ore 10.00: in alcuni comuni della Valle Telesina, in provincia di Benevento, le scuole e le manifestazioni pubbliche saranno sospese fino al 7 marzo, dopo il caso di positività al coronavirus nel Sannio verificatosi ieri.

Ore 9.15: annullato il Festival del Giornalismo di Perugia. L’evento ci sarà dal 14 al 18 aprile del 2021.

Ore 8.30: Vittorio Demicheli, l’epidemiologo dell’Unita’ di crisi di Regione Lombardia, avverte che sarebbe troppo presto riaprire le scuole in Lombardia, poichè occorre evitare il contagio in modo precauzionale.

Coronavirus Italia: le notizie del 28 febbraio

Ore 21.52: nuovo caso di Coronavirus nel Lazio. Lo ha comunicato lo Spallanzani di Roma; ad aver contratto il coronavirus sarebbe una donna di Fiumicino, rientrata solo da pochi giorni da Bergamo.

Ore 21.34: l’ambasciata cinese in Italia etichetta come “falsità e dichiarazioni diffamanti sul popolo cinese” le frasi di Luca Zaia, che in un’intervista rilasciata ad Antenna Tre ha parlato di cinesi che “mangiano topi vivi”.

Ore 20.40: tra le proposte evidenza dal CdM la sospensione per 6 mesi di bollette di luce, gas, acqua e anche della tassa sui rifiuti nelle zone colpite dal coronavirus. L’incarico di gestire il tutto a livello operativo andrà all’Arera - Autorità Reti ed Energia.

Ore 20.00: in corso in questi istanti il CdM che vede al centro del tavolo la questione coronavirus, con le misure ad hoc per contrastare gli effetti economici negativi e tutelare aziende e lavoratori.

Ore 19.40: annullato il Salone dell’Auto di Ginevra per via dell’emergenza coronavirus. A stabilirlo il Consiglio federale svizzero, che ha optato per un momentaneo blocco di tutte le manifestazioni pubbliche che prevedono l’accoglienza di oltre 1.000 persone.

ore 19.28: è salito a 46 il numero dei guariti in Italia.

Ore 19.05: la Regione Lombardia ha comunicato che prolungherà di un’altra settimana le misure restrittive in corso causa coronavirus.

Ore 19.00: mancano mascherine in Italia. Lo ha riconfermato indirettamente la commissione europea, chiarendo che dal Belpaese è arrivata la richiesta del materiale, indirizzata al meccanismo Ue per la protezione civile.

Ore 18.45: sono 3 i calciatori della Pianese (Serie C) che hanno contratto il coronavirus. Solo ieri si era diffusa la notizia del giocatore contagiato, circostanza che ha fatto scattare i test per staff e compagni di squadra. Anche un componente dello staff sarebbe risultato positivo ai test.

Ore 18.40: Brussels Airlines conferma di aver ridotto del 30% i voli verso una buona parte delle sue destinazioni italiane per le prossime due settimane, fino al 14 marzo. Le tratte soggette a restrizioni sono quelle con destinazioni Venezia, Bologna, Linate, Malpensa e Roma.

Ore 18:29: “Tutte le vittime avevano un quadro clinico molto complicato, non è ancora possibile dire se la causa della morte sia il coronavirus o che tipo di effetto abbia avuto”, spiega Borrelli.

Ore 18.25: “Dei numeri appena comunicati, oltre la metà sono pazienti asintomatici, per loro è essenziale seguire comportamenti che ostacolino il contagio”, specifica Borrelli.

Ore 18.15: si alza considerevolmente il numero dei contagi stando ai dati appena comunicati dal commissario della Protezione Civile, Angelo Borrelli, che ha parlato di 821 casi e 21 morti nellla conferenza stampa, numero che comprende anche i primi due pazienti positivi in Umbria:

“Alle 17 le persone ammalate di coronavirus in italia sono 821, a cui si aggiungono 46 guariti e 21 deceduti. Le persone decedute oggi sono 4, tre delle quali ultra 80enni e un 77enne. Non sappiamo ancora se sono decedute in conseguenza del coronavirus. Ce lo dirà l’Istituto superiore di sanità”.

Ore 16.45: lancia l’allarme il Sindaco di Codogno, Francesco Passerini, che parla di 50.000 persone le cui vite sono “in stand-by” e chiede al governo centrale di non dimenticarsi della sua città:

“Non possiamo essere lasciati soli. Oltre alle edicole riaperte ieri grazie a un accordo ad hoc, resta tutto chiuso e la situazione non è cambiata affatto”.

Ore 16.30: Poste italiane riapre in diversi punti a Vo’ e nella cosiddetta zona rossa. Un decreto del Sindaco annuncia che la riapertura consentirà agli uffici di provvedere al corretto pagamento delle pensioni dal primo marzo in poi.

Ore 16.21: a Torino la Guardia di finanza sequestra un elevato numero di «kit anticoronavirus» messi in commercio da diverse persone, a costi che arrivavano fino ai 5.000 euro.

La questione anticipa quanto nei piani del dl legge sul coronavirus, che secondo ultime indiscrezioni dovrebbe dar vita anche a un decreto contro pratiche commerciali scorrette, quelle che approfittano dell’allarme rivalendosi sui consumatori.

Ore 14.50: il sindaco di Lodi precisa che:

“A Lodi non ci risultano persone contagiate dal coronavirus. L’emergenza a cui faceva riferimento il presidente Fontana e’ relativa al numero di ricoveri nel nostro ospedale. Persone giunte probabilmente dai comuni della zona rossa”

Ore 13.55: stasera alle 19.30 è previsto un Consiglio dei Ministri nel quale si discuterà di un provvedimento per contrastare i disagi economici dovuti al coronavirus.

Ore 13.35: la Asl di Asti conferma 3 casi di positività al tes del coronavirus e 4 sospetti in quarantena in casa

Ore 13.00: sono 282 i casi di contagio in Italia confermati dall’ISS in 12 regioni.

Ore 12.50: cancellato il Salone di Ginevra 2020, in programma dal 5 al 15 marzo.

12.45: Niccolò, il 17enne rientrato dalla Cina il 15 febbraio, è risultato negativo al test del coronavirus e sarà dimesso domani dallo Spallanzani.

12.30: torna l’emergenza virus a Lodi, con 51 nuovi ricoveri gravi di cui 17 in terapia intensiva.

Ore 11.18: una persona rientrata in Galles dal Nord Italia è il primo caso di infezione nel paese. Sale a 19 il totale dei contagi in Gran Bretagna.

Ore 10.45: l’Istituto Superiore della Sanità conferma la positività di tre persone in Campania.

Ore 10.30: la Federazione nazionale degli Ordini dei medici scrive al governatore della Regione Lombardia per lamentare la mancanza di protezioni adeguate per i medici in servizio.

Ore 10.25: primo caso di positività in Lituania, è una donna tornata da Verona.

Ore 10.20: Aggiornamento Regione Veneto, i casi di positività sono 133, 13 in più rispetto al bollettino delle ore 18.00 di ieri.

Ore 10.15: il primo caso di persona positiva a Nizza è una donna tornata da Milano

Ore 9.30: Facebook annulla la conferenza annuale degli sviluppatori prevista a maggio in California. Al suo posto ci saranno probabilmente degli eventi in streaming.

Ore 9.25: in Corea del Sud registrati altri 315 nuovi casi di contagio. In totale nella nazione ci sono 2.337 positivi al coronavirus.

Ore 9.20: il Presidente della Mongolia è in quarantena dopo essere tornato da un viaggio di Stato in Cina.

Ore 8.07: sulla nave MSC Meraviglia non ci sono casi di coronavirus.

Ore 8.05: stop all’UAE Tour negli Emirati Arabi dopo che due ciclisti italiani sono risultati positivi al coronavirus.

Ore 8.00: Tracollo delle Borse. I mercati oggi affondano.

Ore 7.45: British Airways cancella 56 voli con il Nord Italia fino al 28 marzo.

Ore 07.35: un contagiato in Olanda (era stato in Nord Italia) e un caso in Bielorussia (iraniano).

Ore 07.00: è un italiano il primo contagiato in Nigeria. Era stato a Milano.

Ore 6.58: il Presidente del Comitato Olimpico Internazionale afferma l’intenzione di disputare le Olimpiadi di Tokyo come previsto.

Ore 6.16: primo caso confermato di persona positiva al coronavirus in Nigeria.

Ore 6.15: in Giappone chiuso Disneyland fino al 15 marzo.

Ore 06.13: in Cina altri 44 morti e 327 nuovi casi di contagiati.

Coronavirus Italia: le notizie del 27 febbraio

Ore 23.56: l’assessore al Welfare in Lombardia Gallera annuncia che il numero di ospitalizzazioni sono in calo.

Ore 23.29: confermato il primo caso di coronavirus in Abruzzo. Si tratta di un turista brianzolo ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Teramo.

Ore 23.00: primo contagio a San Marino. È un uomo di 88 anni ricoverato a Rimini dal 25 febbraio.

Ore 22.56: annullate le fasi rimanenti dell’Emirates Tour di ciclismo dopo la scoperta della positività al Covid-19 di due ciclisti italiani.

Ore 22.35: non arriverà neanche oggi lo stop ai voli con l’Italia da parte degli Stati Uniti. Il presidente Donald Trump ha detto di stare ancora valutando la situazione, visto anche il promettente calo di contagi in Cina.

Ore 22.25: la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo annuncia la sospensione fino al 30 aprile dei contributi per i lavoratori del turismo. La misura è stata decisa di concerto con il ministro Dario Franceschini.

Ore 22.00: Juventus-Inter sarà giocata a porte chiuse. Le partite Verona-Cagliari e Torino-Parma, posticipate per via dell’emergenza coronavirus, saranno recuperate mercoledì 11 marzo.

Ore 20.45: “Chi ieri diceva chiudete tutto oggi dice aprite tutto”, ha detto il premier Conte alla conferenza stampa insieme a Macron, prendendo di mira la polemica dei governatori degli ultimi giorni. “Dobbiamo porci anche nell’ottica che il Paese comunque non si deve paralizzare”.

Ore 20.30: il garante vigilerà sui prezzi di mascherine e Amuchina. Nel decreto di emergenza, il governo ha inserito una misura che prevede il controllo dei prezzi di dpi e gel. In quanto pratica commerciale scorretta, sarà l’Antitrust a sanzionare.

Ore 19.45: nonostante la sentenza del Tar, la Regione Marche rinnova l’ordinanza di chiusura di scuole, musei e manifestazioni pubbliche. Il motivo, a detta del governatore Ceriscioli, sono i primi 6 casi di positività al coronavirus.

Ore 19.03: grande esempio di solidarietà fra Italia e Francia, che “collaborano in stretto raccordo per fronteggiare l’emergenza derivante dal virus Covid-19, a tutela dei propri cittadini e di tutti i cittadini europei. I due Paesi sostengono la necessità di una posizione europea comune per contrastare la sfida globale”. È quanto si legge nella bozza di dichiarazione finale - presa in visione dall’Ansa - al termine del vertice inter-governativo fra Italia e Francia. Erano presenti, fra gli altri, Macron, Conte e Di Maio.

Ore 19.00: Facebook banna le pubblicità ingannevoli che promettono cure per il coronavirus.

Ore 18.57: secondo Walter Ricciardi dell’Oms i focolai di Lombardia e Veneto sono legati. Il ceppo è unico ed è quello della bassa Lombardia.

Ore 18.37: in Italia utilizzati troppi tamponi? Rispondendo a una domanda, Brusaferro ricorda la necessità di individuare i contatti stretti con le persone portatrici.

Ore 18.35: il 2 marzo riapre il Duomo di Milano. Ingressi scaglionati e biglietteria solo online.

Ore 18.30: Brusaferro spiega l’iter dettagliato con il quale vengono diagnosticati in Italia i casi di coronavirus. Una prima diagnosi viene effettuata nei centri di riferimento regionale. Vengono presi i tamponi e si fa un accertamento diagnostico. Qualora questo risulti positivo, il dato viene comunicato alla stampa e contestualmente il tampone viene inviato a Roma, all’Istituto Superiore di Sanità. Quest’ultimo svolge un percorso diagnostico per confermare o meno la diagnosi iniziale. Soltanto a questo punto, se il risultato è positivo, si può considerare una persona come positiva. L’Istituto al momento ha confermato tutti i 282 tamponi inviati dalle Regioni.

Ore 18.23: Borrelli ha detto che i positivi sono ora 650. La Lombardia ha segnalato altri tre decessi, due persone di 88 anni e una di 82 anni. Tutti e tre avevano “un quadro clinico delicato e importante”.

Ore 18.21: guarite altre tre persone in Lombardia. Il numero dei guariti nella Regione sale così a 40. In Sicilia sono guarite 2 persone, nel Lazio altre 3.

Ore 18.20: Conferenza stampa Protezione Civile. Il commissario Angelo Borrello si presenta in compagnia di Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità.

Ore 18.03: all’Ospedale Sacco di Milano è stato isolato il ceppo italiano del coronavirus.

Ore 17.59: l’assessore alla Sanità Gallera annuncia che in tutta la Lombardia sono 215 gli ospedalizzati. Il presidente di Regione Fontana annuncia l’acquisto di 4 milioni di mascherine, da distribuire al personale medico. Salgono a 116 invece i contagiati in Veneto.

Ore 17.30: giornata pesante per tutte le Borse europee, con l’indice d’area Stoxx che cede il 3.9%. Londra perde il 3,51%, Parigi il 3,44%, Francoforte il 3,15%, Milano il 2,1%.

Ore 17.22: riaperti scuole e musei nelle Marche. Il Tar, con un provvedimento d’urgenza, ha annullato l’ordinanza con cui la Regione aveva chiuso scuole, musei e inibito tutte le manifestazioni pubbliche.

Ore 17.20: la presidente della BCE Christine Lagarde annuncia che l’emergenza coronavirus non richiede ancora un’immediata risposta da Francoforte.

Ore 17.15: il presidente francese Emmanuel Macron, nonostante l’aumento di contagi da coronavirus, annuncia che la Francia non chiuderà le frontiere con l’Italia. Il blocco dei confini era stato invocato dalla leader di estrema destra Marine Le Pen.

Ore 17.07: il sindaco di Codogno, il paese in cui è partita l’emergenza in Italia, lancia un appello per la crisi lavorativa che si è creata con il blocco.

Ore 17.00: pronto un progetto in Italia per un vaccino per il coronavirus. La cura dovrebbe essere sperimentata prima sugli animali e poi sugli umani, ma i tempi rischiano di allungarsi per via della burocrazia. Lo ha detto all’Ansa Luigi Aurisicchio, ad dell’azienda Takis, specializzata in biotecnologie.

Ore 16.25: il Ministero dell’Istruzione ha attivato un sito specifico per tutte le informazioni sui provvedimenti presi durante l’emergenza del coronavirurs. Qui il link.

Ore 16.22: giornalista sportivo spagnolo contagiato da coronavirus dopo essere stato in Italia il 20 febbraio per seguire la partita Atalanta-Valencia.

Ore 16.20: il Ministero dell’Interno ha comunicato che saranno sospesi i trasferimenti di migranti richiedenti asilo dai Paesi UE verso l’Italia.

Ore 16.15: la compagnia aerea israeliana El Al ha sospeso tutti i suoi voli per Italia e Thailandia a causa del coronavirus.

Ore 15:17: primo caso di recidiva in Giappone. Una donna di 40 anni sarebbe risultata positiva al coronavirus per la seconda volta in un mese.

Ore 15.12: il bilancio delle vittime è salito a 14, stando alle ultime dichiarazioni, ma sui due nuovi decessi si attende l’esito ufficiale dall’ISS.

Ore 14.43: un giovane di Livorno si è messo in autoisolamento dopo aver scoperto di avere avuto contatti con un contagiato della Toscana.

Ore 14.00: il ministro degli Esteri Di Maio diffonde un tweet con i dati del’Unità di Crisi sui territori nazionali colpiti dal contagio:

Ore 12.35: al termine della conferenza stampa della Protezione Civile, il commissario Borrelli aggiorna i dati: 528 casi di contagi positivi in Italia fino ad oggi. Di questi, 305 in Lombardia, 98 in Veneto, 97 in Emilia Romagna, 11 in Liguria, 3 nel Lazio, 3 in Sicilia, 2 in Toscana, 2 in Campania, 2 in Piemonte, 1 in Abruzzo, 1 in Trentino.

Ulteriore nota: dei positivi fino ad ora confermati, 37 sono guariti in Lombardia, 3 nel Lazio, 2 in Sicilia.

12.30: è risultato positivo un calciatore della Pianese, squadra di calcio toscana che attualmente milita in Serie C.

Ore 11.08: il ministro degli Esteri Di Maio in conferenza con la stampa estera sottolinea che i comuni coinvolti nei contagi da coronavirus sono poco più di 10, quindi lo 0,01% del totale dei comuni sul territorio.

Ore 11.05: il Salone del Fumetto Cartoonics, previsto a Milano dal 13 al 15 marzo, è stato spostato nei giorni 2-4 ottobre.

Ore 11.00: Walter Ricciardi (Oms) spiega che i bambini reagiscono meglio al coronavirus perché sono vaccinati.

Ore 10.55: altre due persone positive al coronavirus nel Regno Unito, dove salgono a 15 i positivi totali. Stando alle fonti, i due contagiati hanno avuto contatti con l’Italia.

Ore 10.18: Assoturismo lancia l’allarme di perdite per cancellazioni prenotazini a marzo pari a 200 milioni di euro.

Ore 10.08: 98 casi di contagio confermati in Veneto. Lo riferisce la Regione.

Ore 10.00: corista della Scala positivo al coronavirus.

Ore 09.45: sono 171 i casi di positività al coronavirus in Corea del Sud. In tutto ci sono 1.766 contagiati.

Ore 9.15: annullato il Salone dell’Alta Orologeria di Ginevra. Era in programma dal 25 al 29 aprile.

Ore 9.00: la Cina annuncia che spera di poter arginare la crisi del coronavirus entro aprile, secondo le parole di Zhong Nanshan, pneumologo a capo del team di esperti medici della Commissione sanitaria nazionale.

Ore 8.50: Il Messico autorizza la nave italiana Msc ad attraccare.

Ore 8.45: primo caso positivo in Estonia. Si tratta, forse, di un cittadino iraniano.

Ore 08.00: le ultime notizie sul coronavirus parlano di 424 contagiati. Invariato invece il numero dei decessi (12) rispetto all’ultima rilevazione.

Coronavirus Italia: le notizie a mercoledì 26 febbraio

Ore 23.50: il governatore della Campania De Luca ha disposto un’ordinanza per la chiusura di scuole e università da domani 27 febbraio per tre giorni. L’obiettivo è eseguire la disinfestazione.

Ore 22.50: Edoardo Molinari e Lorenzo Gagli, due golfisti italiani, sono in quarantena in Oman. Gagli, infatti, ha avuto un’influenza una settimana fa, non ricondotta al coronavirus. La misura, però, è considerata precauzionale.

Ore 22.10: positiva al coronavirus una stretta collaboratrice del governatore della Lombardia Fontana, negativo al test. Come comunicato sulla pagina Facebook, farà un periodo di isolamento.

Ore 21.15: il ministro Speranza ha affermato che i focolai sono due, uno in Lombardia e l’altro in Veneto e che sono collegati. Il paziente zero non è stato trovato.

Ore 21.10: il ministro Speranza ha ricordato che l’80% dei casi di coronavirus è in forma lieve. La preoccupazione è l’alto contagio e la possibilità che colpisca persone deboli come gli anziani, sovraccaricando i presidi sanitari.

Ore 21.07: il ministro Speranza richiama all’unità del Paese in questo momento di emergenza.

Ore 21.06: 7 regioni italiane hanno firmato un’ordinanza modello condivisa per adottare misure fuori dall’area del contagio. Si tratta di Campania, Umbria e Abruzzo, insieme a Molise, Sicilia, Lazio e la provincia autonoma di Bolzano.

Ore 21.05: primo caso di positività al coronavirus in Puglia.

Ore 21.00: il ministro Speranza inizia l’informativa alla Camera sull’emergenza coronavirus in Italia.

Ore 20.40: la compagnia aerea del Kuwait farà partire un volo speciale domani mattina per riportare a casa i cittadini kuwaitiani che si trovano in Italia. Il volo partirà da Milano alle 14.25. Tutti gli interessati possono rivolgersi all’ambasciata e al consolato.

Ore 20.30: la Camera approva il decreto legge coronavirus con 462 voto a favori, 2 astenuti. Il testo è passato al Senato.

Ore 20.15: British Airways ha cancellato alcuni voli per l’Italia.

Ore 20.05: Il ministro dell’Università rende noto che: Da lunedì 2 marzo, nelle aree colpite dal coronavirus, gran parte degli universitari potra’ progressivamente tornare a seguire le lezioni sul web grazie all’insegnamento a distanza.

Ore 20.00: la compagnia israeliana El Al ha annullato il volo per Milano di domani

Ore 19.42: un uomo di Bergamo è risultato positivo al coronavirus e ora è in quarantena in casa.

Ore 19.40: una persona è scappata dalla zona di Codogno per essere curata presso l’ospedale di Piacenza.

Ore 19.35: il ministero della Salute rende noti tutti i numeri regionali aggiornati a disposizione per l’emergenza coronavirus:

Ore 19.30: in Finlandia primo caso di contagio

Ore 19.00: Borrelli annuncia che i contagiati sono 400.

Ore 18.45: sono state sequestrate le cartelle cliniche del paziente 1 all’ospedale di Codogno, che ora sono a disposizione della procura di Lodi per indagini.

Ore 18.40: secondo caso di contagio in Finlandia, è una donna che ha viaggiato in Nord Italia.

Ore 18.36: Borrelli afferma che i tamponi saranno eseguiti anche a chi ha avuto contatti con positivi.

Ore 18.35: Borrelli afferma che non ci sono notizie certe sui bambini contagiati.

Ore 17.30: le università statunitensi Elon University, la Fairfield University, la Florida International University, la New York University e la Syracuse University sospendono programmi in Italia.

Ore 17.25: primi due casi in Pakistan.

Ore 17.20: sono 47 i contagiati in Emilia Romagna. Lo afferma l’assessore regionale alla Sanità.

Ore 17.15: nave da crociera bloccata in Giamaica per caso di influenza.

Ore 17.55: a Palazzo Chigi sono convocati tavoli tecnici con Protezione Civile, Presidenza del Consiglio e ministri.

Ore 16.52: a Roma le disdette turistiche sono già del 90% per il mese di marzo. Lo rivelano Assoturismo Confesercenti Roma e Lazio e Fiavet Lazio.

Ore 16.50: l’International Air Transport Association rende noto che il comparto aereo ha già perso circa 29,3 miliardi di dollari, con una riduzione dei voli del 4,7%.

Ore 16.45: l’Istituto Superiore della Sanità precisa che:
“Non è consigliabile preparare in casa i prodotti anche in considerazione del fatto che le sostanze di partenza devono rispondere a precisi standard di qualità come indica l’OMS”.

Ore 16.15: Tutti i pazienti ricoverati a Roma sono guariti. Lo annuncia Zingaretti in un post su twitter.

Ore 16.13: il Parlamento della regione Sicilia chiuderà per 4 giorni per consentire la disinfestazione della struttura.

Ore 16.12: 18 carabinieri di Codogno sono in isolamento presso le loro abitazioni.

Ore 16.10: la Guardia di Finanza sta raccogliendo documenti dalle sedi Ebay e Amazon per l’inchiesta a Milano contro i due colossi accusati di speculazione durante l’emergenza coronavirus.

Ore 15.54: annullato l’incontro del Sei Nazioni di rugby tra Irlanda e Itali previsto a Dublino il 7 marzo.

Ore 15.40: il Regno Unito non bloccherà i voli da e per l’Italia

Ore 15.36: una bambina di 8 anni del Veneto risulta positiva ed asintomatica.

Ore 15.26: il caso di contagio in Andalusia non sarebbe stato in Italia.

Ore 15.07: l’Agenzia delle Entrate comunica che saranno sospesi gli invii di cartelle di pagamento e di controllo per irregolarità nelle zone rosse.

Ore 14.57: la regione Marche chiede di essere compresa tra le regioni coinvolte dal contagio coronavirus.

Ore 14.52: in arrivo 500mila mascherine alle regioni secondo quanto disposto dal Dipartimento della Protezione Cile.

Ore 14.16: effettuati 7.132 tamponi nel Regno Unito con 13 persone risultate positive al contagio.

Ore 13.59: a Milano disposta l’apertura dei bar anche dopo le ore 18.

Ore 13.43: per il commissario Ue Paolo Gentiloni è possibile per l’Italia un “ricorso alla flessibilità” visto che la nostra economia sarà molto condizionata dall’emergenza coronavirus.

Ore 12.37: 4 nuovi contagi in Emilia Romagna, di cui 2 a Piacenza e 2 nella provincia di Modena. Nella regione si contano finora 30 casi confermati così suddivisi: 20 a Piacenza, 4 a Parma, 5 a Modena e 1 a Rimini. Tutti i pazienti sono riconducibili al focolaio lombardo.

Ore 12.30: sale a 6 il numero di bambini risultati positivi al coronavirus: 5 in Lombardia e uno in Veneto, 2 sono già stati dimessi.

Ore 12.20: gli Stati Uniti hanno modificato le avvertenze per i cittadini americani che viaggiano all’estero, mettendo l’Italia al livello 2 di rischio.

Ore 12.10: italiano positivo al coronavirus in Algeria. È un dipendente Eni.

Ore 12.00: primo morto per coronavirus in Emilia Romagna. È un 70enne lombardo di Lodi. Intanto arriva la notizia che la turista cinese ricoverata allo Spallanzani di Roma da fine gennaio è guarita e il marito è in ottime condizioni.

Ore 11.30: Il Consiglio Superiore di Sanità annuncia che i tamponi saranno effettuati solo ai pazienti che presentano sintomi. Il numero di tamponi effettuati in Italia finora è di 9.462.

Ore 11.00: il caso della 56enne morta a Bad Kleinkirchheim per presunto coronavirus non è stato ancora chiarito. Si attende il risultato del tampone che potrebbe essere comunicato nel pomeriggio.

Ore 10.45: Il Ministro della Salute inglese Matt Hancock ha detto che Londra non intende bloccare i voli da e per l’Italia a causa del coronavirus. La misura, ha spiegato, è controproducente: l’Italia ha chiuso le frontiere alla Cina ed ora è il Paese più contagiato d’Europa.

Ore 10.40 primo morto francese a Parigi per coronavirus. Intanto l’India fa sapere che potrebbe decidere di imporre la quarantena ai passeggeri in arrivo dall’Italia e a tutti coloro che abbiano visitato il nostro Paese dal 10 febbraio scorso.

Ore 10.32: Tutti negativi i 24 casi di coronavirus sospetti in Puglia e in Basilicata. Lo ha riferito il governatore della Puglia con delega alla sanità regionale Michele Emiliano. “Ad oggi sono stati effettuati oltre 100 test SARS-COV tutti negativi, dei quali solo 10 sono stati segnalati al Ministero della Salute, e comunque alla fine sono risultati anche questi tutti negativi”.

Ore 9.45: Tra i contagiati in Lombardia anche dei bambini. Per la prima volta nel nostro Paese la malattia riguarda anche i più piccoli, per i quali, dice il governatore Fontana, “l’infezione è molto più lieve, con i sintomi di un raffreddore”. I pazienti hanno 4, 10 e 15 anni e si trovano in Lombardia.

Ore 9.00: il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato ai microfoni di Radio 24 che gli studenti non perderanno l’anno scolastico. Il ministro ha detto che vi è la possibilità che le scuole, in autonomia, decidano di allungare l’anno, ma che il governo ha già predisposto una task force per garantire la didattica a distanza.

Ore 8.50: altra possibile vittima italiana per coronavirus. Si tratta di una donna di 56 anni originaria del Friuli, deceduta a Carinzia. Sono in corso gli accertamenti per capire se la causa della morte sia stato il virus.

Ore 8.45: le Borse cinesi soffrono della situazione emergenziale e del timore dei mercati. Shanghai chiude a -0,83% mentre Shenzen crolla del 2,72%. I titoli con le performance peggiori sono quelli hi tech.

Ore 8.30: la Russia si aggiunge alla lista dei paesi che sconsigliano ai propri cittadini di fare viaggi in Italia per cercare di contenere la diffusione del virus.

Ore 8.00: 45 degli 813 passeggeri sbarcati dalla nave da crociera Diamond Princess poiché risultati negativi ai test del coronavirus, hanno presentato sintomi in un secondo momento.

Coronavirus Italia: le notizie a martedì 25 febbraio

La situazione in Italia resta sotto stretta osservazione, con aggiornamenti in tempo reale su contagi, decessi, misure precauzionali adottate nei territori del focolaio e in tutta la nazione. Resta ancora da individuare il paziente zero.

Ad oggi, martedì 25 febbraio, si contano oltre 324 contagi e 11 vittime in Italia per coronavirus. Ecco gli aggiornamenti LIVE ora per ora.

22.50: risultati di alcuni test rivelano un primo caso di coronavirus nelle Marche, a Pesaro. Sarebbero ora 11 le regioni interessate e 324 i contagi in Italia.

22.35: Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dello Spallanzani, parla dei decessi italiani collegati al coronavirus e specifica: “Queste persone muoiono con il coronavirus, non per il coronavirus”.

22.10: aveva 76 anni e soffriva già di diverse gravi patologie la donna deceduta poche ore fa e affetta da coronavirus. Lo fa sapere la Regione Veneto.

22.02: il ministro della Salute Roberto Speranza ribadisce le sue rassicurazioni: “Gli italiani potranno continuare a viaggiare”.

21.45: il numero dei guariti dal coronavirus a livello globale sale a quota 27.747.

21.30: sul sito dell’Organizzazione mondiale della sanità le indicazioni per creare un disinfettante fai da te.

21.00: rinviato il Salone del Mobile di Milano. La notizia diffusa solo pochi istanti fa. L’evento si sarebbe dovuto tenere ad aprile, ma con grossa probabilità sarà rinviato a giugno, dal 16 al 21.

20.42: due nuovi contagi in Francia secondo quanto diffuso dal Ministero della Salute. Una donna che rientrava dalla Cina e un uomo dalla Lombardia.

20.15: la Regione Liguria ha appena confermato il secondo caso di contagio, spiegando che il paziente si trova a La Spezia. La notizia porta il conto dei contagi in Italia a 323.

19.50: a Milano agenti della Guardia di Finanza hanno multato un venditore abusivo di mascherine. Le vendeva insieme ad altri prodotti senza alcuna autorizzazione e spacciandole per “anti-coronavirus”, mentre si trattava di mascherine chirurgiche del tutto inadatte a proteggere da qualunque tipo di diffusione per via aerea.

19:31: salgono a 11 le vittime italiane del coronavirus. Il nuovo decesso in Veneto. I conti aggiornati parlano ora di 322 contagi e 11 morti.

19.20: Matteo Salvini chiama il premier Conte per elencare le sue proposte. Lo annuncia lo stesso leader del Carroccio tramite il suo profilo Facebook:

“Come promesso, ho telefonato pochi minuti fa al presidente Conte per annunciargli la lettera con le proposte della Lega. Contiamo possano essere utili e vengano valutate senza alcun pregiudizio”.

ore 18.44: secondo Gianni Rezza, capo del dipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, il coronavirus circolava sul territorio italiano già prima del cosiddetto paziente 1. Rezza ha anche parlato di “focolai al momento circoscritti”.

ore 18.20: il capo delle Protezione Civile Angelo Borrelli aggiorna i dati italiani sul coronavirus: 322 contagi e 10 decessi, 3 verificatisi nelle ultime ore, tutti in Lombardia. Più di 8.000 i tamponi effettuati sulla popolazione.

ore 18.15: secondo Uni, Ente Italiano di Normazione, la mascherina adatta è la Uni En 149, l’unica che è stata riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità:

“L’invito, prima di procedere all’acquisto, è di verificare che il prodotto presenti queste caratteristiche”,

raccomandano dall’ente.

17.54: Gallera registra 28 nuovi casi in Lombardia, dato che porterebbe il totale italiano di casi di coronavirus a 316.

Ore 17.47: Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia, assicura che verranno effettuati i tamponi a tutti i medici coinvolti, e dà garanzie sull’imminente arrivo di ulteriore materiale sanitario, tra cui mascherine.

Ore 16.56: in Liguria turisti e dipendenti di due alberghi sono sottoposti a isolamento e controlli sanitari.

Ore 16.40: il ministro dello Sport Spatafora annuncia che fino al 1 marzo, salvo diversa indicazione, le gare sportive si disputeranno a porte chiuse.

Ore 16.35: il segretario di Confcommercio stima una perdita di 5-7 miliardi di PIL se l’emergenza del coronavirus continuerà fino a maggio-giugno.

Ore 16.30: primo caso di positività in Svizzera, nel Ticino

Ore 16.05: Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute, chiarisce che il 95% delle persone positive al coronavirus guarisce (80% spontaneamente e 15% con cure sanitarie) e solo il 3% è a rischio morte.

Ore 16.00: il Centro Nazionale Sangue ha stabilito che non possono donare sangue le persone che dal 1 febbraio sono state nei comuni del Nord Italia messi in quarantena.

Ore 15.44: la Giordania vieta l’ingresso nel Paese ai viaggiatori provenienti dall’Italia.

Ore 15.40: primo caso di positività al coronavirus a Barcellona.

Ore 15.30: il ministro dello Sport Spatafora esclude l’estensione delle misure restrittive sulle manifestazioni sportive alle regioni non interessate dal contagio.

Ore 15.05: la Camera discuterà e approverà domani il dl coronavirus. Discussione generale alle ore 11.00; dichiarazioni di voto alle 17.00 e votazioni alle 18.30. Alle 21 ci sarà l’informativa del ministro Speranza.

Ore 14.55: Conte allontana scenari drammatici ed esclude al momento il rinvio del referendum del 29 marzo.

Ore 14.49: Primo caso di contagio in Liguria ad Alassio. Si tratta di una donna di 72 anni che alloggiava in un hotel; le sue condizioni di salute sono buone.

Ore 14.30: Conte ha detto no alla chiusura delle scuole italiane in regioni non a rischio. Il premier ha anche definito ingiuste le limitazioni che potrebbero arrivare per i cittadini italiani da parte degli altri Stati.

Ore 14.00: Confesercenti ha calcolato la portata dei danni del coronavirus sull’economia italiana. Si stima un crollo dei consumi di per un totale di circa 4 miliardi di euro e la perdita di 60mila posti di lavoro. Oggi pomeriggio è atteso il vertice al MiSe per fare il punto della situazione e valutare le azioni da prendere per tutelare il commercio e l’imprenditoria. All’incontro, fissato per le ore 16.00, partecipano il ministro Stefano Patuanelli e i rappresentanti di Confindustria, R.E TE. Imprese, Alleanza Cooperative Italiane e Confapi.

Ore 13.30: primo caso di persona contagiata da coronavirus in Croazia. Si tratta di un giovane che era stato a Milano.

Ore 13.10: due persone in Tirolo, Austria, sono state contagiate dal coronavirus.

Ore 12.05: il commissario straordinario Angelo Borrelli aggiorna i dati sull’Italia: 283 contagiati, dei quali: 212 in Lombardia, 38 in Veneto, 23 in Emilia Romagna, 3 nel Lazio, 3 in Piemonte, 2 in Toscana, 1 in Trentino, 1 in Sicilia.

Ore 10.20: la Regione Lombardia rende noto che i casi di contagio sul proprio territorio sono 206. Finora sono stati effettuati 1800 tamponi

Ore 10.18: la Gran Bretagna impone l’auto-isolamento per 14 giorni ai cittadini che arrivano dal Nord Italia e che presentano sintomi. La quarantena è obbligatoria anche senza sintomi per chi arriva dai comuni italiani del focolaio.

Ore 10.13: il Presidente del Consiglio Conte propone un protocollo unico di misure e istruzioni per tutte le regioni

Ore 09.45: sono mille le persone in quarantena a Tenerife, località Adejie, nell’hotel dove alloggiava il medico italiano risultato positivo al coronavirus.

Ore 09.25: la regione Veneto conferma che i casi di contagio sul proprio territorio aggiornati alle ore 08.00 sono 38.

Ore 08.15: risultata positiva una turista di Bergamo a Palermo. Sono sotto osservazione tutte le persone frequentate dalla donna.

Ore 07.18: positivo un militare dell’Esercito di Cremona. Era in casa da mercoledì, ma aveva prestato servizio a Milano.

Coronavirus Italia e Lombardia: le notizie di lunedì 24

Ore 23:45: spunta una circolare interna dell’Europarlamento che raccomanda misure precauzionali a chiunque abbia viaggiato negli ultimi 14 giorni nelle regioni del Nord Italia. Fra queste sono incluse anche due settimane di auto-isolamento, anche se si sta bene e non si sono avuti contatti con persone contagiate.

Ore 23:37: a Tenerife, un cittadino italiano è risultato positivo al coronavirus. Lo ha reso noto il presidente delle Canarie con un tweet in serata. Si tratta di un medico lombardo, in vacanza sull’isola, che dopo aver riscontrato i sintomi si è volontariamente registrato presso la clinica privata Quiròn Sur. I test sono stati effettuati alle Canarie, ma saranno ripetuti domani a Madrid. È il terzo caso confermato in Spagna.

Ore 23:06: tensione Governo-Regioni. Nel corso di un’intervista a Frontiere, che andrà in onda su Rai Uno, il presidente del Consiglio Conte ha detto che l’esecutivo nazionale è pronto ad adottare “misure che contraggano le prerogative dei governatori”. La sanità è una materia che la Costituzione attribuisce alle Regioni. Il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, ha definito le parole di Conte “irricevibili e, per certi versi, offensive”.

Ore 22:45: ufficialmente sospeso il pagamento delle tasse negli undici Comuni della zona rossa. Sono state rinviate le bollette luce e gas, e sono allo studio indennizzi alle imprese.

Ore 22:10: alla presenza dei ministri Roberto Speranza e Luigi Di Maio, e del commissario Ue alla Salute, Stella Kyriakides, si terrà domani un incontro con i ministri della Salute dei Paesi confinanti con l’Italia: Austria, Francia, Slovenia e Svizzera. In più ci saranno anche i ministri di Croazia e Germania.

Ore 22:04: nelle aree interessate dall’emergenza coronavirus, le partite di calcio si disputeranno a porte chiuse. Lo ha annunciato il ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora. Il divieto di manifestazioni sportive è esteso quindi, oltre a Lombardia, Veneto e Piemonte, anche a Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Liguria.

Ore 21:40: “Stiamo ricostruendo una mappa, una tracciatura genealogica molto accurata ma non siamo ancora arrivati ad individuare il paziente zero”. Lo ha detto il premier Conte dalla sede della Protezione Civile.

Ore 21:00: si allunga la lista di Paesi che raccomandano di non viaggiare in Italia: Bosnia, Croazia, Irlanda, Israele, Macedonia, Serbia. Francia e Germania impongono sorveglianza per chi proviene dalla Lombardia. All’Ansa, la presidente della Federazione Italiana Associazione Imprese Viaggi e Turismo, Ivana Jlenic, dice che la situazione è fuori controllo. “Se crolla il turismo, non ce n’è per nessuno”.

Ore 20:40: Arrivando alla sede della Protezione Civile, dove a breve presiederà una riunione sul coronavirus, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha raccomandato al presidente delle Marche Ceriscioli di “astenersi dalla sospensione delle attività scolastiche”. Conte ha detto che i governatori delle Regioni non devono adottare “iniziative autonome non giustificate”.

Ore 20:30: i presidenti delle Regioni italiane coinvolte da casi di Covid-19 rendono noti i numeri verdi istituiti dai singoli territori:

  • PIEMONTE: 800.333.444
  • VALLE D’AOSTA: 800.122.121
  • LOMBARDIA: 800.894.545
  • ALTO ADIGE: 800.751.751
  • VENETO: 800.462.340
  • FRIULI-VENEZIA GIULIA: 800.500.300
  • TOSCANA: 800.556.060
  • UMBRIA: 800.636.363
  • MARCHE: 800.936.67

Ore 20:15: il premier Conte dà notizia di una riunione con i ministri e lo staff tecnico per definire le ulteriori misure di attuazione del decreto emergenza coronavirus.

Ore 20:00: Primo caso di positività in Alto Adige. È un giovane uomo che, in un primo tempo, era risultato negativo.

Ore 19:55: settima vittima italiana di coronavirus, la sesta nella sola Lombardia. Era un paziente di 62 anni in dialisi all’ospedale di Como.

Ore 19:50: la Regione Veneto ha “eliminato dalla vita di tutti i giorni quei luoghi che possono diventare un momento di contagio come la piazza del Carnevale, eventi sportivi, le chiese”. Così il presidente Zaia.

Ore 19:00: Borrelli ha ribadito, a proposito delle vittime, che tutte avevano patologie pregresse. Attilio Fontana ha detto che dei 172 contagiati in Lombardia il 70% sono maschi.

Ore 18:30: l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera ha invitato la popolazione a lasciare libero il 112. Il numero da utilizzare per segnalazioni relative al coronavirus è il numero verde unico regionale 800.89.45.45

Ore 18:00: Conferenza stampa Protezione Civile. Il capo dipartimento Angelo Borrelli, intervenuto da solo alla conferenza stampa, ha confermato che i casi sono prevalentemente in Lombardia e che non ci sono nuovi focolai.
Il bollettino, per il momento, parla di 101 persone ricoverate con sintomi, 27 sono in terapia intensiva, 94 in isolamento domiciliare. Ancora non è stato trovato il paziente 0. Nel pomeriggio, ha detto Borrelli, è morta una donna di 75 anni di Castiglione d’Adda.

Ore 17.46: il presidente Fontana prende la parola in conferenza stampa. Il governatore ribadisce che il numero dei contagi in Lombardia è arrivato a 172 e ha detto che la popolazione sta reagendo positivamente alle misure assunte. “Aspettiamo con grande fiducia che le misure daranno dei risultati positivi. Siamo in costante contatto con il Governo. Verranno prese misure di salvaguardia per i lavoratori e per le attività imprenditoriali e commerciali che stanno subendo disagi da questa situazione”.

Ore 17.30: conferenza stampa Regione Lombardia. Fontana e Gallera danno gli ultimi aggiornamenti sulla situazione coronavirus nella regione. Si confermano i 172 casi risultati positivi e 5 decessi a oggi in Lombardia (70% maschi e 30% femmine). Le indagini mediche proseguono incessanti: finora sono stati 1500 i tamponi processati. “Il virus ha una forza contagiosa molto evidente e la sua viralità è maggiore rispetto a una normale influenza. Incide in maniera evidente sulle persone molto anziane e già compromesse” ha detto l’assessore Gallera. Sono vietati, nelle giornate di sabato e domenica, l’apertura dei centri commerciali e lo svolgimento dei mercati alimentari. Rimane discrezione dei sindaci valutare lo svolgimento dei mercati rionali nel resto della settimana. I ristoranti restano aperti, mentre sagre, manifestazioni fieristiche ed eventi pubblici sono sospesi così come sono chiuse le palestre, i centri sportivi, le piscine, i centri termali e le spa. Solo le attività all’aperto possono essere svolte, a eccezione dell’utilizzo degli spogliatoi. Gli atleti che svolgono attività agonistiche possono continuare a farlo normalmente.

Ore 17:14: sono 19 i casi di positività confermata in Emilia Romagna. Lo comunica l’assessore regionale alla Salute.

Ore 17:00: Ferrovie dello Stato rende noto che il traffico ferroviario tra Piacenza e Lodi resta ancora fermo e che si sta riprogrammando il traffico.

Ore 16:52: L’Organizzazione Mondiale della Sanità si è detta preoccupata per l’improvviso aumento dei casi in Italia, Iran e Corea del Sud.

Ore 16:19: la Grecia sospende le gite scolastiche in Italia.

Ore 16:05: la Serbia sconsiglia viaggi nelle aree a rischio in Italia.

Ore 16:00: sono stati dimessi 8 italiani tornati dalla Cina il 9 febbraio con un volo straordinario dell’Aeronautica militari e rimasti in quarantena 14 giorni al policlinico di Roma Celio.

Ore 15:45: la Regione Lombardia dichiara in una nota che l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale ha smentito la morte della donna di Crema, precisando che nella struttura ospedaliera di Brescia non è avvenuto alcun decesso.

Ore 15:28: morte di un uomo di 80 anni ricoverato presso l’ospedale sacco di Milano. L’anziano era stato trasportato lì per un infarto, dopo che giovedì scorso era stato trasportato nell’ospedale di Lodi, dove si trovava anche il 38enne, primo a risultare positivo in Italia. L’anziano ero risultato positivo al coronavirus.

Ore 14:45: viene annunciata la morte per coronavirus, a Brescia, di una donna di Crema, affetta da tumore e con un quadro clinico assai compromesso.

Ore 14:36: lo sciopero del trasporto aereo previsto martedì 25 febbraio è stato rimandato al 2 aprile.

Ore 13:56: la Farnesina ha spiegato che dal 23 febbraio le autorità locali della Mauritius hanno disposto un periodo obbligatorio di quarantena per tutti i viaggiatori italiani che arrivano nel territorio.

Ore 13:30: la linea ferroviaria tra Piacenza e Lodi è stata sospesa per effettuare controlli sanitari presso la stazione di Casalpusterlengo. Anche l’alta velocità delle tratte Torino-Milano-Roma-Salerno potrebbe subire deviazioni secondo un comunicato di Rfi. I treni regionali su Milano-Bologna e Bologna-Poggio Rusco potrebbe avere cancellazioni o cambiamenti di percorso. In sostituzione, sono stati messi a disposizione autobus per il percorso tra Lodi e Piacenza e Bologna e Poggio Rusco.

Ore 13:17: il ministro della sanità israeliana ha consigliato di non viaggiare in Italia.

Ore 12:59: una nota di Alitalia ha dichiarato che le autorità delle Mauritius potrebbero consentire lo sbarco di circa 40 persone provenienti da Lombardia e Veneto potrebbe essere consentito a condizione di una messa in quarantena. Al momento, gli italiani a bordo non presentano sintomi.

Ore 12:58: l’autista italiano del bus fermo a Lione è stato ricoverato per i controlli di rito sul coronavirus.

Ore 12:44: a Mauritius un aereo Alitalia con 300 persone a bordo è bloccato dalle autorità locali. Stando a quanto riportato, sembra che lo sbarco sia consentito solo ai passeggeri provenienti da zone non colpite dal contagio.

Ore 12:29: resta bloccato a Lione, in Francia, un autobus Flixbus partito da Milano.

Ore 12.00: il capo della Protezione Civile ha inoltre annunciato 19 contagiati in Emilia Romagna, 4 in Piemonte, 2 casi esclusi a seguito di ripetute analisi e risultati negativi. La regione Lazio ha in totale 3 casi positivi, di cui 1 dimesso e la coppia di cinesi ricoverata allo Spallanzani.

Il totale dei casi positivi ammonta a 99 ricoverati con sintomi di cui 23 in terapia intensiva e tutti gli altri in isolamento. I focolai sono ancora due: Lombardia e Veneto. Non è confermato il collegamento individuato tra il focolaio del lodigiano e quello del padovano.

Ore 00:15 è stato sospeso il blocco dei treni con l’Austria.

Per quanto riguarda la libera circolazione sancita da Shengen, il Presidente del Consiglio Conte ha ribadito la sua contrarietà ad un blocco, mentre Matteo Salvini ne chiede l’immediata sospensione.

Coronavirus: cosa succede in Italia

Mentre si aggrava il bilancio del coronavirus in Italia, le istituzioni hanno intensificato gli sforzi per arginare il più possibile l’epidemia e il rischio contagio. Le procedure messe in atto nelle zone a rischio sono molto restrittive e comprendono la quarantena per 10 Comuni, la chiusura di tutti i luoghi e gli uffici pubblici, i negozi e l’ordine di non uscire di casa.

Il 22 febbraio il Consiglio dei Ministri si è riunito per approvare le misure necessarie di emergenza sanitaria, nel rispetto delle indicazioni dell’Oms. I decreti approvati prevedono, tra le altre cose, il divieto di allontanamento e di accesso ai comuni e alle aree in quarantena, la sospensione di manifestazioni, eventi, riunioni in luoghi pubblici e privati, dei viaggi di istruzione, la chiusura delle scuole, dei musei e la sospensione dell’attività lavorativa per alcune tipologie di impresa.

Da domani, 25 febbraio, ci sarà un comitato politico permanente composto da ministri e governatori delle regioni, che si incontreranno nella sede della Protezione Civile per tenere sotto controllo l’emergenza.

La commissione di garanzia per gli scioperi, inoltre, ha diramato un comunicato nel quale fa appello a tutte le organizzazioni sindacali e alle associazioni professionali di sospendere iniziative di sciopero dal 25 febbraio al 31 marzo.

Resta alta l’attenzione anche nei Paesi stranieri, dove i cittadini possono aver avuto contatti con l’Italia. In quarantena sono finite anche 11 persone austriache che lavorano in un ospedale e che sono rientrate da un viaggio nel Nord Italia. Intanto, gli effetti dell’allarme coronavirus in Italia sono evidenti anche in Borsa, con ripercussioni su titoli azionari e spread.

Nel dettaglio, ecco cosa sta succedendo in Italia per il coronavirus e tutte le misure prese da Governo e Regioni per contenere il più possibile il contagio:

  • Scuole chiuse tutta la settimana nelle regioni del Nord tranne in Valle D’Aosta
  • A Milano e in tutta la Lombardia chiusi cinema, musei, locali, pub dopo le 18.00
  • Duomo e Scala di Milano chiusi
  • Chiusura al pubblico di uffici e segreterie del pubblico ministero a Milano
  • Carnevale di Venezia annullato
  • Concorsi pubblici sospesi a Roma
  • Sospese alcune partite di Serie A
  • Sospensione degli adempimenti fiscali
  • Sospensione test ed esami per la patente negli uffici della Motorizzazione civile di 14 province della Lombardia e del Veneto (Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi, Milano, Padova, Parma, Pavia, Piacenza, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza)
  • In Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte sono sospesi gli eventi sportivi di ogni tipo e disciplina. Partite e allenamenti potranno avvenire a porte chiuse nei comuni fuori dalla zona rossa.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Coronavirus

Condividi questo post:

1 commento

foto profilo

Cristina Ciccarelli • 1 mese fa

A proposito di s.p.a. ....a me devono spedire una bolletta correlata al servizio idrico correlata ai consumi di 6 mesi fa pertanto il coronavirus non c’entra niente, mi trovo in una zona italiana cd di mezzo che sembra essere stata messa in quarantena per altri motivi e da decenni. Ci sono comportamenti sociali particolarmente a-nomali.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.