Saldo e stralcio e prima rata rottamazione in scadenza al 31 luglio. Ultime ore per accedere alla Pace fiscale

Ultime ore per accedere alla Pace fiscale: il 31 luglio è l’ultima data per accedere al saldo e stralcio. In scadenza anche la 1° rata della rottamazione-ter.

Saldo e stralcio e prima rata rottamazione in scadenza al 31 luglio. Ultime ore per accedere alla Pace fiscale

Il 31 luglio è una data bollente per le scadenze fiscali.

Si tratta, infatti, del termine ultimo per aderire alla Pace fiscale, facendo domanda di saldo e stralcio delle cartelle.

Inoltre, sempre il 31 luglio è la data di scadenza per il pagamento della prima rata della rottamazione-ter per chi vi ha aderito entro aprile.

La scadenza prorogata al 31 luglio, precedentemente fissata al 30 aprile, è stata tra le novità introdotte col Decreto Crescita.

Si tratta quindi delle ultime ore per aderire ai vantaggi economici che la Pace fiscale porta con sé.

Prima rata rottamazione-ter in scadenza il 31 luglio

Il termine ultimo per aderire alla Pace fiscale, prima previsto per il 30 aprile, è stato prorogato al 31 luglio dal Decreto Crescita.

Chi ha presentato domanda per la rottamazione-ter entro aprile avrà a disposizione 18 rate.

La scadenza della prima rata è il 31 luglio 2019, con una tolleranza di 5 giorni prima di perdere la definizione agevolata.

Si tratta di una scadenza che riguarda circa 1,2 milioni di contribuenti, cioè tutti coloro i quali hanno ricevuto la comunicazione delle somme dovute da parte dell’Agenzia delle Entrate - Riscossione.

Chi decide di aderire alla rottamazione-ter entro il 31 luglio può scegliere di pagare le somme dovute in due modalità:

  • in un’unica soluzione entro il 30 novembre 2019 (che quest’anno cade di sabato, quindi la scadenza sarà il 2 dicembre);
  • fino a un massimo di 17 rate consecutive in cinque anni.

La prima rata scade il 30 novembre 2019 ed è pari al 20% delle somme complessivamente dovute.

Le restanti 16, di pari importo, sono da versare in quattro rate annuali a partire dal 2020, con un interesse annuo del 2% a decorrere dal 1° dicembre 2019.

Ci sono 5 giorni di tolleranza per chi paga in ritardo: entro questo termine non si rischia di perdere la definizione agevolata della rottamazione-ter.

Saldo e stralcio delle cartelle, domanda in scadenza il 31 luglio

Sono le ultime ore disponibili per fare domanda di adesione al saldo e stralcio delle cartelle e approfittare dei vantaggi che la Pace fiscale porta con sé.

Ricordiamo che il saldo e stralcio delle cartelle è una misura che consiste nella riduzione delle somme dovute per i contribuenti in difficoltà economica grave e comprovata.

I requisiti per accedere al saldo e stralcio delle cartelle non sono cambiati: ad averne diritto sono solo i contribuenti in difficoltà economica (con un modello ISEE del contribuente e del proprio nucleo familiare non superiore a 20.000 euro).

Per beneficiare dei vantaggi del saldo e stralcio bisogna presentare la dichiarazione di adesione entro il 31 luglio 2019 (può essere trasmessa fino alle 23.00 del 31 luglio 2019 in area pubblica e fino alle ore 23.59 del 31 luglio 2019 in area riservata. Dopo tali termini il servizio non sarà più disponibile).

Per aderire al saldo e stralcio ci sono diverse modalità: online compilando l’apposito form "Fai D.A. te”, tramite PEC oppure recandosi presso uno sportello.

Agenzia delle entrate-Riscossione invierà agli interessati, entro il 31 ottobre 2019, una comunicazione delle somme dovute, contenente il piano per il pagamento e i bollettini per il pagamento.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Scadenze fiscali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.