Rottamazione ter, comunicazione AdER non arrivata? Ecco cosa fare

Cosa fare in caso non vi sia arrivata la comunicazione dall’Agenzia delle Entrate - Riscossione per la rottamazione ter e quando arriva la lettera per chi ha richiesto il saldo e stralcio delle cartelle.

Rottamazione ter, comunicazione AdER non arrivata? Ecco cosa fare

Rottamazione ter, non tutte le comunicazioni dell’Agenzia delle Entrate - Riscossione sono arrivate a destinazione. Cosa fare in questo caso?

In redazione, infatti, sono arrivate diverse segnalazioni di lettori che non hanno ricevuto la lettera da parte dell’AdER.

La comunicazione da parte dell’Agenzia delle Entrate - Riscossione è dovuta sia nel caso in cui la vostra richiesta di rottamazione ter sia stata accettata, accolta parzialmente o rigettata.

Tra i motivi della mancata consegna della lettera con l’esito della domanda presentata in molti avanzano l’ipotesi di un disguido con le Poste Italiane. Visto il periodo estivo, però, in molti potrebbero trovarsi lontani da casa e quindi impossibilitati a controllare la posta ricevuta.

In ogni caso, vediamo cosa fare nel caso in cui la comunicazione dell’AdER non vi sia arrivata.

Bisogna innanzitutto fare una distinzione tra chi ha aderito alla Pace Fiscale richiedendo solo la rottamazione ter e chi invece ha presentato domanda anche per il saldo e stralcio delle cartelle.

La distinzione è dovuta in quanto le comunicazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate - Riscossione partono in momenti diversi dell’anno in base al tipo di richiesta.

Comunicazione Ader rottamazione ter: cosa fare se non arriva

L’Agenzia delle Entrate - Riscossione ha inviato una comunicazione sulle somme dovute a chi ha aderito alla Pace Fiscale chiedendo la rottamazione ter entro lo scorso 30 aprile.

Come si può leggere sul sito dell’AdER, la lettera è stata inviata entro il 30 giugno 2019.

Nel caso in cui a voi non fosse arrivata, potete trovare una copia della comunicazione e i bollettini nella vostra area personale.

Potete, inoltre, richiedere una copia della comunicazione dall’area pubblica, compilando il form dedicato.

Non saranno necessari pin e password, basta inserire il codice fiscale del soggetto che ha fatto la dichiarazione di adesione alla rottamazione-ter, cioè la definizione agevolata 2018.

Dovrete poi allegare la documentazione necessaria al riconoscimento e indicare la casella e-mail dove ricevere la comunicazione.

I contribuenti che decideranno di fare domanda di adesione alla rottamazione-ter entro il 31 luglio 2019 riceveranno la comunicazione delle somme dovute e i bollettini da parte dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione entro il 31 ottobre. La proroga è stata fissata dal Decreto Crescita.

Comunicazione Ader per rottamazione-ter e saldo e stralcio delle cartelle

Per i contribuenti che entro il 30 aprile hanno scelto di presentare domanda di adesione non solo per la rottamazione-ter ma anche per il saldo e stralcio delle cartelle indicando le stesse cartelle all’interno della domanda, la comunicazione delle somme dovute da parte dell’AdER è prevista entro il 31 ottobre 2019.

Nel caso in cui, invece, il contribuente ha fatto domanda di adesione per entrambi i provvedimenti agevolativi ma indicando cartelle diverse, la comunicazione da parte dell’Agenzia delle Entrate - Riscossione avviene in due fasi.

La prima comunicazione a essere spedita è quella riguardante la rottamazione-ter, inviata dall’Ader entro il 30 giugno scorso. Nel caso in cui non vi fosse arrivata la comunicazione, potete seguire la procedura illustrata nel paragrafo precedente.

La comunicazione che riguarda l’adesione per l’agevolazione di saldo e stralcio, invece, sarà inviata ai contribuenti entro il prossimo 31 ottobre.

Ricordiamo, inoltre, che l’Agenzia delle Entrate - Riscossione ha messo a disposizione sul suo sito un nuovo servizio online, “ContiTu”.

Si tratta di una modalità di pagamento agevolata degli avvisi/cartelle contenuti nella comunicazione delle somme dovute.

In pratica, il contribuente potrà scegliere quali debiti pagare in forma agevolata e il sistema fornirà un nuovo totale con i relativi bollettini RAV per poter saldare i debiti selezionati.

Il contribuente, quindi, avrà pagato entro la scadenza fissata al 31 luglio 2019 solo alcuni debiti con l’agevolazione della rottamazione-ter. I restanti debiti non potranno aderire alla definizione agevolata e non potranno essere rateizzati.

In allegato il Comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate.

Comunicato stampa Agenzia delle Entrate - 11 luglio 2019
Pace fiscale, prima rata rottamazione-ter entro 31 luglio. Al via il servizio web per chiedere importi e bollettini.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Rottamazione cartelle Equitalia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.