Pensione quota 100 subito o anticipata al termine della Naspi?

Lorenzo Rubini

22 Febbraio 2021 - 18:36

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Conviene maggiormente accedere alla pensione subito con quota 100 o attendere il termine della Naspi per poter raggiungere i requisiti dell’anticipata ordinaria?

Pensione quota 100 subito o anticipata al termine della Naspi?

Quando si tratta di prendere decisioni sulla futura pensione c’è sempre il timore di poter sbagliare scelta. Meglio quota 100 subito o portare a termine la Naspi raggiungendo i requisiti di accesso alla pensione anticipata?

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno io sono in Naspi da dicembre 2020 fino a marzo2022 che impatto Avrò con i contributi basteranno o no grazie.
Ho lavorato 41 anni presso la stessa azienda e a febbraio 2021 potrei andare con quota 100 grazie”

Pensione quota 100 o anticipata?

Ovviamente valutare la scelta migliore spetta solo e unicamente a lei che deve prendere in considerazione tutti gli aspetti relativi al pensionamento.

Avendo maturato proprio questo mese i requisiti di accesso alla quota 100 e potendo avere decorrenza della pensione a partire dal 1 giugno 2021, deve considerare se per lei potrebbe essere fattibile, invece, portare a termine la fruizione dalla Naspi e se questo le permetterebbe di arrivare alla maturazione di almeno 42 anni e 10 mesi di contributi.

Se ha maturato 41 anni di contributi derivanti da lavoro effettivo, pur portando a compimento la Naspi potrebbe aggiungere 16 mesi di contribuzione figurativa che la porterebbe ad avere 42 anni e 4 mesi di contributi, non sufficienti ad accedere alla pensione anticipata ordinaria.

Dovrebbe, quindi, conteggiare con un patronato i contributi effettivi maturati prima dell’accesso in Naspi tenendo in considerazione anche le frazioni di anno per capire se con la Naspi riesce a maturare il requisito contributivo sopra citato.

In caso contrario la scelta rimane quella della quota 100 che può richiedere o a partire da giugno 2021 oppure potrebbe optare per portare in ogni caso a termine la Naspi accedendo alla quota 100 con una decina di mesi di contributi in più a partire da aprile 2022, ovvero dal primo giorno del mese successivo a quello di scadenza dell’indennità di disoccupazione.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories