Pensione anticipata a 63 anni solo per alcune categorie di lavoratori

Lorenzo Rubini

5 Maggio 2021 - 16:06

condividi

La normativa prevede un’uscita dal lavoro per accedere alla pensione a 63 anni ma non riguarda tutti i lavoratori.

Pensione anticipata a 63 anni solo per alcune categorie di lavoratori

Per poter accedere alla pensione anticipata a 63 anni è necessario essere in possesso di determinati requisiti contributivi e con soli 33 anni di contributi l’univa possibilità di quiescenza è rappresentata dall’Ape sociale, che però non riguarda tutti i lavoratori.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Ho 63 anni e iniziato a lavorare nel 1973 e poi smesso nel 2013 ma la somma dei contributi fatta al CAF è di circa 33 anni quando riuscirò a percepire la pensione? Grazie”

Pensione anticipata 63 anni

L’unica misura che, con 33 anni di contributi, permette il pensionamento a 63 anni è l’Ape sociale. Ma attenzione, non si tratta di un pensionamento aperto alla generalità dei lavoratori ma che coinvolge soltanto quelli previsti nei profili di tutela.

Si fatto, quindi, potrebbe pensionarsi fin da subito solo se appartiene ad una delle seguenti categorie:

  • lavoratore disoccupato a seguito di licenziamento, anche collettivo, che ha terminato di fruire dell’intera Naspi spettante da almeno 3 mesi. Rientrano in questo profilo anche i lavoratori disoccupati a seguito di scadenza contratto a termine non rinnovato, a patto che possano vantare almeno 18 mesi di lavoro subordinato nei 36 mesi che precedono la disoccupazione;
  • Lavoratore invalido con percentuale pari o superiore al 74%;
  • lavoratore che, al momento della presentazione della domanda della pensione, si prende cura da almeno 6 mesi di un familiare convivente con grave handicap ai sensi della legge 104 del 1992.

Se non rientra in nessuno dei tre profili sopra riportati non solo non ha diritto ad accedere alla pensione con l’Ape sociale ma, stante l’attuale normativa, non ha neanche diritto di anticipare la pensione e l’unica possibilità di quiescenza che le rimane, di conseguenza, resta il raggiungimento dei 67 anni di età, quando potrà accedere alla pensione di vecchiaia.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it