Ola Kaellenius, nuovo CEO di Daimler: taglio ai costi e nuove alleanze per Mercedes-Benz

Appena seduto su una delle poltrone più prestigiose dell’Automotive, il nuovo CEO di Daimler delinea le strategie future del gruppo, incluse le alleanze con i rivali.

Ola Kaellenius, nuovo CEO di Daimler: taglio ai costi e nuove alleanze per Mercedes-Benz

Ola Kaellenius è il nuovo CEO di Daimler, il gruppo automobilistico che controlla i marchi Mercedes-Benz, Mercedes-AMG e Smart. Il 49enne svedese prende il posto di Dieter Zetsche, il carismatico amministratore delegato che va in pensione dopo una carriera costellata di successi sportivi e commerciali.

A differenza dei precedenti CEO di Daimler, Kaellenius non è tedesco e non è un ingegnere, ma proviene dalla divisione finanza. È portatore di un approccio gestionale nuovo, orientato a rompere i metodi più conservatori in vigore nel gruppo introducendone di più innovativi.

Kaellenius assumerà ufficialmente la carica di CEO il 22 maggio, in occasione dell’assemblea degli azionisti. Tra i primi punti della sua strategia c’è un taglio ai costi di sviluppo dei modelli Mercedes-Benz e una nuova politica di alleanze, incluse quelle con i marchi rivali purché portino benefici in termini di margini di profitto.

Ola Kaellenius: entro il 2025 riduzione dei costi di sviluppo Mercedes

Da uomo di finanza, Ola Kaellenius ha ben chiaro un concetto: “Dobbiamo lavorare sul costo dello sviluppo dei veicoli futuri, compiendo un passo decisivo in termini di riduzione dei costi entro il 2025”.

Un discorso che riguarda in particolar modo lo sviluppo delle auto elettriche, che al momento ha costi decisamente più elevati rispetto a quello dei modelli con motore endotermico. “Stiamo lavorando intensamente per abbassarlo”, ha detto a questo proposito Kallenius.

Nuove alleanze per Mercedes-Benz

La strategia di Ola Kaellenius prevede nuove alleanze per Mercedes-Benz, con l’obiettivo di unire gli sforzi con altri costruttori - inclusi i rivali diretti - nello sviluppo di nuove piattaforme e nuove tecnologie, riducendo così i costi e aumentando i margini di profitto.

Kaellenius mette in agenda anche nuove partnership sul fronte dei fornitori di componentistica e aziende tecnologiche. Nel recente passato Daimler ha stretto accordi con Renault, Nissan e BMW per condividere i costi di sviluppo e di approvvigionamento di camion, autobus e autovetture.

Novità anche per le batterie auto Mercedes

Uno dei punti chiave nella strategia di sviluppo dei prossimi modelli Mercedes è quello relativo alle batterie auto. Kaellenius lo sa bene, e per ridurre i costi degli accumulatori punta sulle economie di scala e sull’utilizzo di materiali alternativi al costosissimo cobalto.

Attualmente, ogni batteria per auto elettrica contiene dagli 8 ai 12 kg di cobalto. Per arrivare ad un deciso taglio dei costi, diversi costruttori stanno lavorando su nuovi modelli di batterie nei quali il cobalto è parzialmente sostituito da nichel e manganese.

Gli obiettivi di Mercedes per l’auto elettrica

La decarbonificazione della gamma vetture è un obiettivo che Mercedes-Benz intende centrare entro il 2039. Un obiettivo ambizioso, che impone al gruppo tedesco che almeno la metà delle auto vendute sia elettrica o ibrida entro il 2030.

Reuters ha riferito che BAIC - costruttore automobilistico cinese partner di Daimler - sta tentando di acquistare il 5% del gruppo tedesco. Sollecitato a commentare queste voci, Kaellenius ha dichiarato di “accogliere con favore gli investitori che vedono in Daimler il futuro della mobilità e decidono di investirci a lungo termine

Iscriviti alla newsletter Motori per ricevere le news su Mercedes

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.