Mercedes-Benz e NVIDIA vogliono unire le loro forze per sviluppare la prossima generazione di auto autonome. L’obiettivo è creare un sistema informatico di bordo e un’infrastruttura di intelligenza artificiale e implementare il software standard dal 2024 sulla flotta di veicoli di nuova generazione dell’azienda tedesca. Questo è il modo in cui Daimler vuole tentare di competere con il pilota automatico di Tesla o con Apple.

Mercedes e NVDIA insieme per lo sviluppo della guida autonoma

La nuova architettura definita dal software sarà costruita sulla piattaforma NVIDIA DRIVE e sarà di serie nella flotta di nuova generazione di Mercedes-Benz, consentendo la funzionalità di guida automatizzata fino al livello di autonomia 3. A questo livello il guidatore deve ancora supervisionare la guida. Mercedes-Benz parla anche di funzioni di parcheggio automatizzate fino a un livello 4, simili a Smart Summon di Tesla. Il produttore tedesco ha voluto sottolineare la capacità di automatizzare la guida di rotte regolari da una direzione all’altra, come dal lavoro a casa e viceversa.

In stile Tesla, i clienti saranno in grado di acquistare e aggiungere funzionalità, applicazioni software e servizi di abbonamento attraverso aggiornamenti software remoti per tutta la vita dell’auto, che dipenderà anche dalle norme di guida autonoma di ogni paese. In ogni caso, esse permetteranno di personalizzare l’esperienza di guida in base alle esigenze e ai gusti. «Il futuro di Mercedes-Benz con il sistema NVIDIA DRIVE verrà fornito con un team di ingegneri esperti di AI e software che svilupperanno, perfezioneranno e miglioreranno continuamente la vettura per tutta la sua vita», ha spiegato il CEO di NVIDIA Jensen Huang.