Memory Cash Collect Certificates: cosa sono e come funzionano?

Guida completa al funzionamento dei Certificati Memory Cash Collect, strumenti d’investimento di breve-medio termine che permettono all’investitore di ottenere, al verificarsi di determinate condizioni, premi periodici dotati dell’effetto memoria. Ecco tutto quello che c’è da sapere

Memory Cash Collect Certificates: cosa sono e come funzionano?

I Memory Cash Collect sono una tipologia di certificati d’investimento appartenente alla famiglia Cash Collect. Come questi ultimi, anche i Memory Cash Collect rientrano nella categoria ACEPI dei Certificati a capitale condizionatamente protetto.

La peculiarità che differenzia i Memory Cash Collect dai tradizionali Cash Collect è l’effetto memoria, ossia una speciale clausola prevista dall’emittente in fase di collocamento secondo la quale se ad una data di osservazione intermedia si rispetta la condizione prevista per il pagamento della cedola, l’investitore incassa anche le cedole che aveva eventualmente perso nelle date di valutazione intermedia precedenti nelle quali tale condizione non era stata rispettata.

I Memory Cash Collect sono strumenti finanziari derivati in quanto il loro prezzo di mercato è legato a quello del sottostante, sia esso un indice azionario, un’azione, una valuta o una materia prima. Quotati sul mercato SeDeX di Borsa Italiana e negoziabili nei giorni di Borsa aperta dalle 9:05 alle 17:30, la liquidità di questi Certificati è garantita dalla costante presenza del market maker, tipicamente il desk trading dell’emittente.

Memory Cash Collect Certificate: cosa sono, come funzionano e caratteristiche

I Certificati Memory Cash Collect sono strumenti finanziari derivati che permettono all’investitore di investire su un’attività finanziaria sottostante su un orizzonte temporale di breve-medio periodo e di ricevere una remunerazione periodica (premi o cedole).

La caratteristica più importante dei certificati Memory Cash Collect è quella di distribuire, al verificarsi di determinate condizioni stabilite dall’emittente in fase di collocamento, dei premi fissi periodici dotati dell’effetto memoria.

I premi condizionati

In genere, i premi condizionati vengono erogati dall’emittente qualora alle date prestabilite di rilevazione, fissate in fase di emissione, l’attività finanziaria sottostante abbia un valore pari o superiore al valore iniziale del sottostante (strike price), anch’esso stabilito in fase di collocamento.

L’effetto memoria

La clausola “Effetto memoria” consente all’investitore che rispetta la condizione di pagamento in una qualsiasi data di valutazione intermedia di incassare un premio cumulativo comprendente tutti i premi non pagati nelle precedenti date di valutazione intermedie nelle quali la condizione di pagamento non era stata rispettata.

Se ad esempio la condizione di scadenza anticipata dovesse verificarsi alla terza data di rilevazione intermedia, l’investitore incasserebbe oltre al premio relativo a quella data anche tutti i premi non pagati nelle due date di rilevazione intermedia precedenti.

La scadenza anticipata

In alcuni casi, i Memory Cash Collect possono prevedere una clausola di scadenza anticipata a partire da una certa data di valutazione intermedia in avanti, fissata dall’emittente in sede di collocamento dello strumento. In questi casi l’investitore riceverà il capitale investito qualora nelle date di valutazione intermedie il sottostante quoti a un valore pari o superiore al valore iniziale (strike price).

Il pay-off

La struttura dei pay-off dei Memory Cash Collect è così sintetizzabile. Se in ciascuna delle date di valutazione intermedie il valore del sottostante è maggiore o uguale al livello barriera l’investitore riceve il premio con effetto memoria.

A partire dalla data indicata dall’emittente per la clausola di scadenza anticipata, qualora nelle date di valutazione intermedie il valore del sottostante sia maggiore o uguale al livello iniziale (strike price), l’investitore riceve il valore nominale del Certificato più il premio con effetto memoria.

Alla scadenza del Memory Cash Collect sono due i possibili scenari che si possono manifestare:

  • il sottostante quota a un livello superiore o uguale al livello barriera: in questo caso l’investitore riceve il valore nominale del Certificate più l’ultimo premio maggiorato, grazie all’effetto memoria, di tutti i premi eventualmente non riscossi nelle precedenti date di valutazione intermedia;
  • il valore del sottostante è inferiore al livello barriera: l’investitore riceve un importo commisurato alla performance negativa del sottostante (con conseguente perdita sul capitale investito).

Memory Cash Collect Certificate: i termini chiave per capire l’investimento

Quando un investitore sta valutando se ed eventualmente quanti e quali Memory Cash Collect Certificates acquistare, i termini cui deve fare particolare attenzione prima di procedere all’acquisto o alla vendita sono i seguenti:

  • ISIN: ossia il codice alfanumerico che identifica in modo univoco un’attività finanziaria;
  • Mercato di quotazione: ossia il mercato dove lo strumento finanziario è quotato;
  • Scadenza: ossia il giorno in cui l’emittente fa la rilevazione finale del valore del sottostante e in base al pay-off risultante liquida gli investitori che ancora detengono in portafoglio il Certificate;
  • Ultimo giorno di negoziazione: ossia l’ultimo giorno in cui il Certificate è negoziabile liberamente sul mercato dove lo strumento è quotato;
  • Sottostante: ossia l’attività finanziaria sottostante che determina il prezzo, e dunque la performance, del Certificate;
  • Livello Strike: ossia il prezzo d’esercizio del Memory Cash Collect con cui deve essere confrontato il valore corrente del sottostante per determinare il valore del Certificato;
  • Livello Barriera: livello o prezzo del sottostante sotto il quale l’investitore perde la protezione del capitale investito nel Certificate;
  • Emittente: l’istituzione finanziaria che ha emesso il Certificate;
  • Lotto minimo: il numero minimo di Certificate che possono essere acquistati o venduti;
  • Premio incondizionato: il premio distribuito all’investitore indipendentemente dall’andamento del sottostante;
  • Premio condizionato: il premio distribuito all’investitore se il valore del sottostante alla data di valutazione digital è pari o superiore al Livello Barriera;
  • Multiplo: la quantità di sottostante controllata da ciascun Certificate e pari al rapporto tra il prezzo di sottoscrizione in fase di emissione del Certificate e il Valore di Riferimento Iniziale dell’attività finanziaria sottostante.

A quali investitori sono rivolti?

Per la loro specificità, i Memory Cash Collect Certificates sono strumenti d’investimento adatti ad investitori dal profilo di rischio moderato che vogliono assicurarsi un flusso cedolare periodico poco aleatorio durante la vita del Certificate e al contempo usufruire di una protezione nell’ipotesi di un ribasso contenuto dell’attività finanziaria sottostante.

Infatti l’investitore riceve le cedole sia in caso di rialzo dell’attività finanziaria sottostante, sia in caso di moderato ribasso, purché il suo prezzo si mantenga al di sopra della barriera fissata dall’emittente. L’effetto memoria poi rende ancor meno aleatoria la possibilità di incasso dei premi rispetto alla versione tradizionale Cash Collect.

Iscriviti alla newsletter settimanale per ricevere le news e le analisi più importanti sui Certificati

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.