Certificati Cash collect: cosa sono e come funzionano?

Nuova tipologia di certificates, i certificati cash collect rilasciati dalle banche possono essere remunerativi anche con una performance negativa del sottostante. Come funzionano?

Certificati Cash collect: cosa sono e come funzionano?

Negli ultimi anni hanno preso piede anche in Italia, dove l’investitore medio si è sempre rivolto al mercato obbligazionario, ormai non più remunerativo: i certificati cash collect sono una tipologia di certificates che permettono all’investitore di avere un guadagno anche se alla scadenza del certificato il sottostante fosse in perdita.

Per considerarsi positivo, il certificato cash collect non deve infatti scendere sotto un determinato livello, chiamato livello di barriera, che viene stabilito alla sottoscrizione del certificato. Di seguito spiegheremo cosa sono nel dettaglio e come funzionano, così che l’investitore possa ricevere una formazione finanziaria sull’argomento.

Cosa sono i certificati cash collect?

Prima di tutto impariamo i termini più importanti riguardanti un’operazione relativa ai cash collect certificates:

  • Sottostante: indice azionario al quale è collegato il cash collect certificate
  • Strike: valore iniziale del sottostante
  • Cedola: importo che l’investitore guadagna grazie al certificato a ogni data di osservazione e scadenza del certificato
  • Limite di barriera: valore in percentuale dello strike. Fissato all’inizio dell’emissione del cash collect certificate per stabilire il limite massimo di perdita, sopra il quale il certificato è da considerarsi ancora positivo, sotto il quale il certificate è da considerarsi in perdita
  • Data di osservazione: data in cui viene pagata la cedola o si può chiudere l’operazione ricevendo anche l’importo investito qualora si trovasse al di sopra del limite di barriera.

Un cash collect non è altro che un certificato con la possibilità di avere un guadagno anche se l’indice azionario a cui è collegato dovesse registrare una perdita contenuta.
Si può ottenere il rimborso anche prima della data di scadenza fissata, verranno infatti fissate anche delle date di osservazione, dove oltre al pagamento della cedola è possibile chiudere l’operazione e recuperare la somma investita qualora il sottostante si trovasse al di sopra del limite di barriera.

Come funzionano i cash collect

Per chiarire le idee sul loro funzionamento facciamo un esempio.

L’investitore intende rivolgersi a una banca X sottoscrivendo il suo cash collect certificate, collegandolo al sottostante Y, della durata di 6 mesi. Livello di barriera pari all’80% dello strike, che è fissato a 1000.

Alla fine dei 6 mesi se il valore del sottostante fosse al di sopra dell’80%, quindi sopra di 800, il certificato è da considerarsi positivo e oltre alla restituzione del capitale investito gli verrebbe riconosciuta una maggiorazione.
Se invece il valore dovesse essere sotto l’80% dello strike, gli verrebbe riconosciuta solo l’importo commisurato alla perfomance negativa.

Vantaggi e svantaggi dei cash collect certificates

In un periodo come questo, dove il mercato obbligazionario non è più remunerativo come prima, nasce l’esigenza di creare un nuovo tipo di investimento all’interno del mercato azionario, ma con meno rischi.
Il vantaggio di un’obbligazione è infatti quella di avere un rischio di perdita bassissimo, l’unico modo per perdere soldi è infatti il fallimento dell’emittente.

L’investitore italiano è tipicamente poco avvezzo al rischio e preferisce un investimento obbligazionario perché gli garantisce un guadagno sebbene questo sia di poca entità.
Il cash collect riduce il rischio perché è sì legato al mercato azionario, ma si tradurrebbe in una perdita solo se questa fosse di grande entità.

Il vantaggio rispetto all’obbligazione sta anche nel fatto che con il cash collect si può uscire dall’operazione prima della scadenza del prodotto.

Lo svantaggio è solamente uno, sebbene in maniera minore c’è la possibilità di perdere una quota del capitale investito perché il certificato è collegato a un indice azionario.

Iscriviti alla newsletter settimanale per ricevere le news e le analisi più importanti sui Certificati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.