MES e BTP: quale conviene di più all’Italia?

Da tempo si discute in Italia sul MES e i BTP come strumenti finanziari per fronteggiare la crisi post-COVID. Quale dei due converrebbe economicamente al nostro Paese?

MES e BTP: quale conviene di più all'Italia?

Si fa sempre più acceso il dibattito politico su quale strumento finanziario l’Italia, alla luce dell’’emergenza coronavirus, dovrebbe adottare per affrontare al meglio la crisi economica.

Alla lettera di Zingaretti al Corriere, con cui il segretario del PD aveva esposto 10 punti per accettare il MES, ha ribattuto a stretto giro Matteo Salvini sempre sulle colonne del quotidiano di via Solferino, invocando invece l’emissione di nuovi BTP.

Le due opinioni si possono dividere in una visione più europeista (Zingaretti) e più sovranista (Salvini). Ma quanto costerebbe l’attivazione del MES e quanto, invece, l’emissione di nuovi Buoni del Tesoro?

Quanto costa il MES?

Per quanto riguarda il MES, acronimo di Meccanismo Europeo di Stabilità, bisogna fare innanzitutto una precisazione: a differenza di quanto successo durante la crisi finanziaria, per questa emergenza sanitaria è stato attivato il programma apposito dal nome Pandemic Crisis Support.

Si tratta di un prestito ad hoc per le spese sanitarie, dirette e indirette, che ogni paese deve sostenere per fronteggiare il COVID-19 e non , come accaduto ad esempio con la Grecia, per rimettere in ordine i propri conti. Il finanziamento può raggiungere un massimo del 2% del PIL dei vari stati europei.

Avendo quindi l’Italia stimato il proprio prodotto interno di oltre 1.800 miliardi, viene fuori la cifra dei 36 miliardi di euro che sarebbe a disposizione per il nostro Paese.

L’UE nel merito ha stabilito un tasso di interesse da applicare dello 0,1% all’anno per cui, accedendo alla possibilità di spesa totale, l’Italia oltre a restituire il finanziamento, nel caso, dovrebbe pagare un totale di circa 360 milioni di euro di interessi.

Quanto costano i BTP?

I BTP, o Buoni del Tesoro Poliennale, sono invece il classico strumento finanziario che ogni paese utilizza a livello statale per poter sovvenzionate la propria spesa pubblica, senza essere vincolati ad uno scopo specifico. I tassi di interesse in questo caso non sono fissi, ma sono determinati da quanti attori economici decidono di investire nei titoli di una nazione.

Più lo Stato è solido dal punto di vista di bilancio, meno sarà alto il rendimento e viceversa. Ad oggi i tassi di interesse sui buoni decennali italiani, ovvero i più comuni, sono di circa 1,37%.

Prendendo sempre 36 miliardi come cifra di riferimento, si andrebbe a dover spendere, solo per gli interessi nello stesso lasso di tempo, circa 4 miliardi e 932 milioni di euro.

MES o BTP, quale strumento è il più conveniente per l’Italia?

Come già esposto dal capo del Dipartimento Economia e Statistica della Banca d’Italia, Eugenio Gaiotti, nell’audizione alla Commissione sulle Politiche dell’UE lo scorso 25 giugno, il risparmio per l’Italia accedendo al Pandemic Crisis Support sarebbe quindi di circa 500 milioni di euro all’anno e 5 miliardi in dieci.

Nella stessa occasione Gaiotti ha inoltre spiegato che la sorveglianza da parte della Commissione “sarà limitata all’effettiva destinazione delle risorse utilizzate agli scopi indicati”, senza quindi alcuna ingerenza sulle politiche economiche del Paese.

Alla luce di quanto detto, se si analizza esclusivamente il lato economico delle due misure, sembra evidente la convenienza ad accedere al MES rispetto all’emissione di nuovi BTP.

Non bisogna però scordarsi che, in questo caso, si potrebbero utilizzare i fondi esclusivamente per spese concernenti la sanità pubblica e rimangono da chiarire le sanzioni che l’UE potrebbe applicare in caso di un utilizzo non corretto di destinazione.

Iscriviti alla newsletter

1 commento

foto profilo

carick • 1 mese fa

Obbligazioni Statali
Mi risulta che i BTP , se sottoscritti e utilizzati dagli investitori istituzionali (banche) come collaterale (garanzia) presso la BCE , per ricevere nuovi finanziamenti dalla stessa , allo stato non dovrebbero costare nulla in termini di interessi , perchè , in questo caso , la BCE è tenuta a risarcire/rimborsare gli stati che li hanno emessi del valore stesso degli interessi concordati all’ atto della sottoscrizione.

MES
Non son sicuro che esistano delle clausole scritte diverse da quelle generali per avere accesso ai fondi del MES, anche se descritti come Pandemic Crisis Support , per cui , se fosse così varrebbero le regole generali di accesso al fondo MES ...

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories