Juventus: semestre in rosso ma l’aumento di capitale “salva” i conti

Juventus: semestre in rosso ma l'aumento di capitale “salva” i conti

Juventus 2019/2020: il consiglio di amministrazione, presieduto da Andrea Agnelli, ha approvato la relazione finanziaria per la semestrale relativa al 31 dicembre 2019, ossia per il periodo che va dal 1° luglio alla fine dello scorso anno.

La semestrale della Juventus offre diversi spunti di riflessione: uno su tutti quello relativo all’aumento di capitale completato lo scorso dicembre, grazie al quale il patrimonio netto della società bianconera fa un deciso passo in alto. Allo stesso tempo, però, va registrato un aumento delle perdite, mentre l’indebitamento finanziario - merito sempre dell’aumento di capitale - migliora.

Una situazione che dovrebbe però migliorare nei prossimi mesi anche grazie alle plusvalenze messe a punto dalla Juventus in questa stagione: da Moise Kean (27 milioni di plusvalenza), ad Emre Can, appena passato definitivamente al Borussia Dortmund a fronte di un corrispettivo di 25 milioni, da cui è stata generata una plusvalenza di circa 15 milioni di euro.

La semestrale della Juventus conferma che l’onerosità dell’acquisto di Cristiano Ronaldo sta avendo un peso determinante nel bilancio della società; niente di preoccupante, ma pare ovvio che anche nella prossima estate i bianconeri dovranno registrare diverse plusvalenze per sistemare i conti. Ramsey, richiesto dal Manchester United e con un valore di mercato di circa 40 milioni di euro, il principale indiziato, anche perché questo potrebbe rientrare in uno scambio - con conguaglio in favore dei Red Devils - con il centrocampista transalpino Paul Pogba.

Ma vediamo nel dettaglio i risultati più importanti (attendendo quelli sul campo) registrati dalla Juventus nella prima semestrale della stagione 2019/2020.

Semestrale Juventus 2019-2020: aumentano le perdite, migliora l’indebitamento

Ecco riassunte, punto per punto, le voci della relazione finanziaria semestrale appena approvata dal CdA della Juventus:

  • perdita di 50,3 milioni di euro. Variazione negativa di 57,8 milioni di euro rispetto all’utile di 7,5 milioni registrato nello stesso periodo dell’esercizio precedente. Questa perdita è stata influenzata dal calendario (visto che in campionato i bianconeri hanno giocato due gare in casa rispetto al primo semestre 2018-2019), così come pure dai maggiori costi per il personale tesserato, pari a 30,2 milioni di euro. In aumento anche gli oneri da gestione dei diritti dei calciatori per 10 milioni di euro;
  • patrimonio netto in miglioramento: dal saldo di 31,2 milioni registrato al 30 giugno 2019 si è saliti a 275,6 milioni, merito, come anticipato dell’aumento di capitale di 294,6 milioni, dalla quale va sottratta la perdita registrata nel trimestre;
  • indebitamento finanziario passa da 463,60 milioni di euro a 326,9 milioni, un miglioramento determinato principalmente dall’incasso - quasi integrale - dell’aumento di capitale, dal quale però vanno sottratti i 107,5 milioni netti spesi per la campagna trasferimenti come pure i flussi negativi della gestione operativa (in negativo per 24,9 milioni di euro).
  • al 31 dicembre la Juventus dispone di linee di credito bancarie per 587,80 milioni di euro, di cui 185,5 milioni revocabili, utilizzate per complessivi 304,5 milioni di cui 61,9 milioni per fideiussioni rilasciate a favore di terzi 112,3 milioni per finanziamenti e 130,3 milioni per anticipazioni su contratti e crediti commerciali. A fronte di ciò, la società Juventus dispone di liquidità per 137 milioni depositata sui vari conti correnti.

Le previsioni per il bilancio annuale sono negative: il risultato di fine anno dovrebbe essere “in perdita”, ma ciò dipenderà anche dall’andamento dei risultati sul campo, specialmente sul fronte Champions League. Ecco perché la partita di mercoledì con il Lione diventa un appuntamento da non sbagliare assolutamente.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Juventus Football Club S.p.A.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.