Fifa 19 e PES 2019 a confronto: quale comprare quest’anno?

Si ripropone - come ogni anno -lo scontro tra Fifa 19 e Pes 2019 per il riconoscimento come miglior videogioco di calcio. Chi vincerà tra la Ea Sports e la Konami?

Fifa 19 e PES 2019 a confronto: quale comprare quest'anno?

Anche quest’anno, puntuale come al solito, si rinnova la sfida tra Fifa 19 e Pes 2019, i nuovi nati in casa Ea Sports e Konami che si contendono il riconoscimento come miglior videogioco di calcio dell’anno.

Come al solito ci sono utenti fedeli a Fifa 19 e altri che invece preferiscono Pes 2019 indipendentemente dalle novità introdotte da Konami ed Ea Sports; tuttavia c’è una buona parte di gamers che prima di scegliere quale videogioco comprare si documenta in maniera approfondita leggendo recensioni e confronti di Pes 2019 e Fifa 19, così da farsi un’idea su quale dei due è migliore.

I fattori da prendere in considerazione per fare un confronto tra questi due videogiochi così da capire qual è il migliore - o meglio, quello che meglio si adatta alle nostre preferenze di gioco - sono tantissimi: dal gameplay alle licenze, fino ad arrivare alla modalità di gioco e alla grafica.

A tal proposito anche noi abbiamo deciso di unirci all’elenco di coloro che dopo aver provato sia Pro Evolution Soccer 2019 che Fifa 19 hanno provato a dare un giudizio su entrambi, mettendo in risalto pregi e difetti di ciascun videogioco.

Quindi se a pochi giorni dall’uscita di Fifa 19 nei negozi (la versione standard è in arrivo il 28 settembre) ancora non sapete se preferire il nuovo videogioco realizzato dalla Ea Sports oppure se acquistare Pes 2019 (in vendita da diverse settimane) vi consigliamo di continuare a leggere questo confronto, dove potrete trovare le giuste informazioni così da prendere una decisione.

Licenze

Il primo punto sul quale ci concentreremo nel nostro confronto è quello dedicato alle licenze di Fifa e Pes 2019. Tra i due è certamente Fifa 19 a vantare il più ampio numero di licenze, tuttavia c’è da dire che online si possono trovare già diverse patch da installare per avere squadre, divise e stadi ufficiali anche in PES 2019.

Nel dettaglio, la Ea Sports quest’anno può vantare la licenza ufficiale delle competizioni europee: Champions League, Europa League e Supercoppa Europea.

Torna la licenza ufficiale della Serie A TIM, con la Roma e la Juventus partner ufficiali del nuovo videogioco della Ea Sport. Peccato invece che non ci sia ancora la licenza ufficiale per la Coppa Italia e il campionato di Serie B.

Lato Fifa 19, inoltre, delude la mancanza della licenza per la nazionale brasiliana dove tutti i giocatori - ad eccezione di Neymar - hanno un nome fittizio. Lo stesso vale per le 15 squadre del campionato brasiliano.

Ci consoliamo però con la presenza del campionato cinese e con le licenze ufficiali della Premier League e della Liga Spagnola.

Nel campionato spagnolo, però, è Pes 2019 a vantare la partnership con il Barcellona, il che ha permesso alla Konami di replicare al meglio i volti dei giocatori (graficamente Pro Evolution Soccer batte Fifa anche per le altre squadre di altri campionati) e di realizzare il Camp Nou (che invece manca in Fifa 19).

Tra gli altri campionati di cui Pes 2019 può vantare la licenza ufficiale segnaliamo la Pro League Belga, la Superliga Argentina e - esclusiva del videogioco Konami - la Premier League Russa.

Anche quest’anno però gli utenti che scelgono Pro Evolution Soccer dovranno affidarsi ad una patch per avere divise ufficiali della Juventus, visto che la squadra campione d’Italia si chiama PM Black and White e non ha il kit originale (lo stesso vale per il Real Madrid, che nel videogioco Konami si chiama MD White).

Gameplay

Mettiamo da parte le licenze e passiamo a quello che è uno dei fattori su cui la maggior parte degli utenti basa la propria decisione: il gameplay.

Come al solito Fifa 19 mantiene la sua caratteristica di videogioco ad alto tasso di spettacolarità a svantaggio però della velocità di gioco; il gameplay, infatti, appare ancora una volta molto accelerato a conferma che la Ea Sport non è riuscita - o forse non ha voluto farlo - a riprodurre la velocità di gioco di una partita vera.

Tuttavia apprezziamo lo sforzo che la Ea Sports sta facendo in tal senso con l’introduzione di diverse variabili (come il nuovo sistema 50/50 per i contrasti o le condizioni metereologiche) che incidono positivamente sul realismo del match.

Passando a PES 2019, invece, abbiamo un ritmo di gioco leggermente più ragionato che, pur incidendo negativamente sulla spettacolarità della partita, è in grado di offrire un evento calcistico più realistico, anche grazie alla gestione fisica del pallone che quest’anno è stata ulteriormente migliorata. Insomma, un applauso alla Konami che con questo nuovo capitolo ha raggiunto un livello di realismo notevole.

Modalità di gioco

Per quanto riguarda le modalità di gioco è la Ea Sports a segnare un gol grazie all’introduzione di nuove opzioni come la possibilità di giocare una partita “house rules”, senza falli e fuorigioco. Ci sono poi partite dove a valere sono solamente i gol di testa e altre dove invece si considerano solo le reti da fuori area.

Ottimo inoltre l’ultimo capitolo della trilogia de Il Viaggio, dove Alex Hunter molto probabilmente sarà chiamato a vincere la Champions League con il Real Madrid.

Deludono invece la modalità Carriera e il ProClub, ai quali non sono state aggiunte delle grandi novità. Nonostante ciò, però, Fifa 19 vince il confronto con Pes 2019, il quale merita un plauso per quanto fatto per la modalità myClub, dove il metodo di acquisto dei calciatori è stato migliorato, ma che delude per la Master League e Diventa un Mito visto che entrambi meriterebbero una rinnovata.

Grafica

Siamo arrivati quindi all’ultimo scontro: quello della grafica. Da una parte, quella canadese della Ea Sports, abbiamo il motore grafico Frostbite che ancora una volta centra l’obiettivo di rendere il più realistica possibile la messa in scena della partita; dall’altra invece abbiamo il Fox Engine utilizzato dai giapponesi della Konami, con il quale viene raggiunto un’ottima qualità nella riproduzione dei volti, specialmente di quelli dei calciatori più famosi.

Quindi mentre in Fifa 19 abbiamo la spettacolarizzazione complessiva - a svantaggio però della realizzazione dei singoli giocatori - in PES 2019 c’è una maggiore attenzione per il dettaglio, anche se nel complesso la grafica del match ne risente.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su PlayStation

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.