Europa Verde: candidati e sondaggi della lista alle elezioni europee

Alle elezioni europee Verdi e Possibile hanno dato il via insieme a Europa Verde: tutti i candidati presenti in lista e cosa dicono i sondaggi in vista del voto comunitario.

Europa Verde: candidati e sondaggi della lista alle elezioni europee

Tra le varie novità del panorama politico italiano in vista delle elezioni europee di fine maggio, c’è senza dubbio Europa Verde lista che nasce dall’alleanza tra i Verdi e Possibile di Pippo Civati.

Presentati il simbolo e l’elenco dei candidati a queste europee, per Europa Verde rimane però lo scoglio della soglia di sbarramento da dover superare, con i sondaggi che danno la lista ecologista ancora lontana dall’asticella del 4%.

Europa Verde: i candidati alle elezioni europee

Dopo che per per diverse settimane si era parlato di una intesa praticamente raggiunta tra i Verdi e Italia in Comune, il partito dei sindaci guidato da Federico Pizzarotti primo cittadino di Parma, alla fine c’è stato però un nulla di fatto.

Italia in Comune infatti ha scelto in queste elezioni europee di presentarsi in tandem con +Europa, con i Verdi che a quel punto non potevano entrare in un patto con una forza che a Bruxelles sta con i Liberali viste le tante differenze programmatiche.

Alla fine i Verdi hanno deciso di proseguire in sinergia con Possibile, partito fondato da Pippo Civati e reduce dalla fine dell’esperienza politica di Liberi e Uguale che ormai esiste soltanto come gruppo parlamentare.

Visto che alle elezioni europee non si possono fare coalizioni ma due o più forze politiche possono unirsi in un’unica lista, i due partiti per il voto del 26 maggio hanno deciso di dare vita a Europa Verde.

Ecco quelli che saranno i candidati nelle cinque circoscrizioni di Europa Verde.

NORD-OVEST

Elena Eva Maria Grandi, Domenico Finiguerra, Francesca Druetti, Antonio Caputo, Silvia Parodi, Maurizio Parodi, Dario Balotta, Ilaria Barbonetti, Pippo Civati, Martina Comparelli, Paolo Crosignani, Veronica Dini, Enrico Fedrighini, Antonio Limardi, Marco Moro, Tiziana Mossa, Maria Silvia Angela Concetta Pettinicchio, Paolo Pinzuti, Benedetta Rinaldi, Chiara Rossini.

NORD-EST

Silvia Zamboni, Angelo Bonelli, Chiara Bertogalli, Marco Affronte, Fiorella Belpoggi, Norbert Lantschner, Tiziana Cimolino, Davide Nava, Fatou Boro Lo, Alice Brombin, Eugenia Fortuni, Judith Kienzl, Giuseppe Prasel, Luca Saccone, Mao Valpiana.

CENTRO

Annalisa Corrado, Ferdinando Bonessio, Beatrice Brignone, Adriano Cardogna, Elena Pulcini, Bengasi Battisti, Carmela Luongo, Mario Canino, Pippo Civati, Alessandro Crescenzi, Nicoletta Dentico, Caterina Di Bitonto, Anna Chiara Forte, Nicolas Micheletti, Umberto Zimarri.

SUD

Eliana Baldo, Amodeo Orlando, Emanuela Trimarchi, Luigi Esposito, Ascenza Loredana Fasano, Giuseppe Lacicerchia, Filomena Pollinzi, Giuseppe Barbaro, Emma Chiaia, Crocifisso Aloisi, Adriana Colacicco, Giuliana Farinaro, Vincenzo Giordano, Maurizio Pendenza, Francesco Quartarone, Innocenza Anna Starace, Giuseppe Ventura, Valeria Votano.

ISOLE

Nadia Spallitta, Egidio Trainito, Raffaella Spadaro, Claudio Torrisi, Elvira Maria Vernengo, Filippo Occhipinti, Ilaria Fagotto, Giuseppe Cuschera.

Anche Europa Verde ha quindi scelto di affidarsi a cinque donne nelle vesti di capolista. Saranno presenti in lista anche il leader dei Verdi Angelo Bonelli (Nord-Est) e quello di Possibile Pippo Civati (Centro e Nord-Ovest).

I sondaggi

Alle elezioni europee, dove vige un sistema elettorale proporzionale, una lista per poter eleggere propri deputati al Parlamento Europeo dovrà superare la soglia di sbarramento del 4% a livello nazionale.

Un sondaggio politico realizzato dall’istituto SWG e diramato in data 29 aprile dal Tg La7, ha “pesato” quello che potrebbe essere il valore di Europa Verde in questo voto comunitario.

La lista è data dal sondaggio all’1,5%, una percentuale inferiore dello 0,1% rispetto alla stessa rilevazione della scorsa settimana e che al momento andrebbe a porre Europa Verde lontana dall’asticella del 4%.

La legge elettorale delle elezioni europee

La legge elettorale delle elezioni europee per quanto riguarda l’Italia è un proporzionale puro con una soglia di sbarramento fissata al 4%. Non sono previste coalizioni ma più partiti possono allearsi e presentarsi in un’unica lista.

L’Italia per l’occasione verrà divisa in cinque circoscrizioni:

  • Italia Nord-Est: Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna
  • Italia Nord-Ovest: Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria
  • Italia Centrale: Toscana, Lazio, Umbria, Marche
  • Italia Sud: Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria
  • Italia Isole: Sicilia, Sardegna

Ogni lista dovrà presentare venti candidati per ogni circoscrizione, eccezion fatta per la circoscrizione Isole dove i candidati saranno invece otto.

In totale l’Italia andrà a eleggere 76 deputati, saranno 73 se anche il Regno Unito dovesse prendere parte a queste elezioni europee, così ripartiti tra le cinque circoscrizioni:

  • Nord-Est: 20 deputati
  • Nord-Ovest: 14 deputati
  • Centro: 14 deputati
  • Sud: 17 deputati
  • Isole: 8 deputati

Questa suddivisione è stata decisa rispondendo a criteri demografici, mentre ancora c’è da capire come verranno ripartiti gli eventuali 3 seggi extra che saranno attribuiti all’Italia in caso di una non partecipazione al voto del Regno Unito.

Le liste che supereranno la soglia del 4% a livello nazionale, si vedranno assegnare in maniera proporzionale ai voti presi un numero di seggi, che poi verranno ripartiti tra i vari listini delle circoscrizioni sempre in modo proporzionale.

Ogni elettore potrà esprimere fino a tre voti di preferenza all’interno di una lista. Per garantire una rappresentanza di genere, se le tre preferenze saranno espresse tutte allo stesso genere, sia la seconda che la terza verranno annullate.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Elezioni europee 2019

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.