Epidemia di morbillo in Gran Bretagna: accuse a Lega e 5 Stelle

In Gran Bretagna sono raddoppiati i casi di morbillo e la stampa inglese accusa Movimento 5 Stelle e Lega per la situazione del Paese.

Epidemia di morbillo in Gran Bretagna: accuse a Lega e 5 Stelle

In Gran Bretagna i casi di morbillo si sono raddoppiati nell’ultimo anno, portando nuovamente la malattia ad essere un rischio per i cittadini. L’agenzia per la salute inglese ha così lanciato l’allarme, dal momento che nell’ultimo anno si sono avuti più che il doppio dei casi rispetto allo scorso anno e le cause sarebbero chiare.
Il virus sarebbe stato contratto da turisti inglesi durante la permanenza in Italia, dove negli ultimi mesi sono state necessarie delle leggi specifiche per arginare il problema.

Le vaccinazioni obbligatorie sono state una risposta dell’Italia ai 4492 casi di morbillo del 2017 contro gli 862 del 2016. Una crescita esponenziale che il governo Gentiloni cercò di arginare con le infusioni obbligatorie per l’accesso alla scuola dell’obbligo. La questione sembrava essersi stabilizzata, dopo i primi mesi si è registrata una diminuzione dei casi e sebbene le proteste fossero state tante sembrava di essere giunti ad un momento di tranquillità.
Arriva ora la pesante critica della stampa inglese che commenta assegnando la colpa della nuova epidemia di morbillo che si sta verificando sul suolo inglese alla permanenza di alcuni cittadini su suolo italiano per le vacanze. Le accuse non sono rivolte contro il governo italiano in generale, ma hanno un obiettivo ben preciso: Lega e Movimento 5 Stelle.

La stampa inglese accusa Lega e Movimento per i casi di morbillo

La stampa non ha perso tempo a trovare il capro espiatorio dopo del Collegio Reale dei medici che ha dichiarato:

È scoraggiante se consideriamo quanto eravamo vicini a sradicare completamente questa malattia

Immediatamente si è puntato il dito contro il nostro Paese e per la precisione contro le forze populiste che si sarebbero schierate in più occasioni contro le infusioni obbligatorie. Movimento 5 Stelle e Lega, a detta dei giornali del Regno Unito, sarebbero responsabili del calo di vaccinazioni avvenuto nel nostro Paese e avrebbero favorito il ritorno del morbillo, ormai quasi scomparso in Europa.
L’Italia infatti si trova al di sotto del livello di vaccinazione richiesto, che è attualmente del 95% della popolazione, dato che per il nostro Paese solo l’85% dei cittadini risulta vaccinato. Anche l’Inghilterra però non è pienamente in regola, dal momento che il 92% della popolazione è vaccinata e quindi anche il regno di Sua Maesta non riuscirebbe ad essere “a norma”.

Il Times attacca dicendo: “Il rifiuto dell’opinione medica generale è parte del quadro mentale dei populisti” aggiungendo poi accuse dirette al Ministro dell’Interno Matteo Salvini

C’è una spaventosa ironia in un politico come Matteo Salvini, che parla del rischio-malattie dagli immigrati africani e poi fa campagna per una politica che ammazza i bambini italiani.

Secondo il Times quindi l’esponenziale aumento di casi di morbillo sarebbe dovuta al passaggio dei turisti inglesi sul suolo italiano, dove sarebbero entrati in contatto con la malattia. Tornati in patria avrebbero infettato altri concittadini, riportando così i contagi da morbillo ad essere un problema per il Regno Unito.
In una conferenza stampa proprio oggi Giulia Grillo, attuale Ministro della Salute, ha dichiarato di essere incinta e di avere tutte le intenzioni di vaccinare il nascituro. Giulia Grillo è anche capogruppo alla Camera per il Movimento 5 Stelle, schieramento con cui è entrata al Governo.

Di certo le dichiarazioni del Times non rimarranno inascoltate e si attende ora una replica da parte di Salvini o da uno degli esponenti del Governo italiano.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.