Covid, è allarme in Svizzera: il 15% dei tamponi è positivo

In Svizzera nelle ultime 24 ore ci sono stati 1.445 nuovi casi di coronavirus a fronte di 9.571 tamponi, con il 15% dei cittadini che si è sottoposto al test che è risultato positivo: un numero triplo rispetto all’Italia.

Covid, è allarme in Svizzera: il 15% dei tamponi è positivo

Il coronavirus spaventa anche la Svizzera. Sono in costante aumento i nuovi casi di contagio anche nel paese elvetico, ormai sempre più coinvolto in questa seconda ondata che sta colpendo l’Europa.

Nelle scorse 24 ore, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha fatto sapere che i nuovi contagi sono stati 1.445, di cui 39 che sono stati ricoverati in ospedale, mentre i morti riconducibili al Covid sono stati 7.

Ad allarmare è però un altro dato. Sempre nella giornata di ieri in Svizzera sono stati effettuati 9.571 tamponi, con il 15% dei cittadini che si sono sottoposti al test che è risultato positivo.

Una percentuale questa molto alta, basti pensare che sempre nella giornata di ieri la percentuale di tamponi positivi in Italia è stata del 5,4% (4.619 casi riscontrati a fronte di 85.442 tamponi effettuati).

Un balzo notevole quello che si è registrato in Svizzera, dove fino alla scorsa settimana i nuovi casi giornalieri erano mediamente 700 con un tasso di positività dei tamponi intorno al 9%.

Stando ai dati forniti dalla Johns Hopkins University, dall’inizio della pandemia in Svizzera finora i casi di coronavirus sono stati in totale 65.881, con 2.101 morti accertati, ma questa seconda ondata sembrerebbe essere più acuta rispetto a quella dei primi mesi dell’anno.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories