Cosa sono i Buoni ordinari del Tesoro? Tutto quello che c’è da sapere sui BoT

I Buoni ordinari del Tesoro, ovvero i Bot, sono titoli a breve termine emessi dal Tesoro per reperire mezzi finanziari con cui coprire il fabbisogno di cassa della tesoreria.
I Bot sono titoli zero-coupon, di durata inferiore o uguale a 12 mesi, che il Tesoro italiano emette al fine di finanziare il suo debito pubblico.

Caratteristiche dei Bot

I Bot possono essere emessi con diversi tagli, ma il taglio minimo è di 1.000 euro. La vita dei Buoni ordinari del Tesoro può superare i 365 giorni purchè resti compresa entro il mese corrispondente dell’anno successivo a quello di emissione. I Bot sono titoli obbligazionari senza cedola e, alla scadenza, vengono rimborsati secondo il valore nominale. Il guadagno quindi per l’investitore è rappresentato dalla differenza tra prezzo di emissione e prezzo di rimborso, detta anche scarto di emissione.

Ad ogni emissione di Bot, il Ministero dell’Economia e delle Finanze stabilisce gli importi, le caratteristiche, la durata, la scadenza, la serie e le modalità di assegnazione. Il collocamento dei Bot avviene tramite asta competitiva; i protagonisti di tale asta sono le banche, le Poste italiane S.p.A. le società di intermediazione immobiliare (SIM), e gli agenti di cambio. I Bot sono ammessi alla quotazione in borsa, sul mercato secondario MOT, a partire dal giorno successivo alla loro emissione.

Rendimento

Il rendimento di un Bot, essendo un titolo zero-coupon ovvero senza cedola, può essere calcolato utilizzando due tipi di regime:

  • regime a capitalizzazione semplice: si ipotizza che alla scadenza del titolo venga reinvestito unicamente il capitale iniziale;
  • regime a capitalizzazione composta: si ipotizza invece che, alla scadenza del titolo, vengano reinvestiti anche gli interessi maturati nel corso dell’investimento.

In entrambi i casi comunque il rendimento viene calcolato rapportando gli interessi (differenza tra prezzo di rimborso e prezzo di acquisto), al capitale inizialmente investito, dato dal prezzo di acquisto.

Il rendimento di un Bot può essere calcolato anche come:

  • rendimento netto: il prezzo di acquisto risulta comprensivo anche della ritenuta fiscale.
  • rendimento lordo: il prezzo di acquisto non prende in considerazione la ritenuta fiscale e quindi risulta superiore rispetto al rendimento netto.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.