Brexit, Parlamento UE approva: il Regno Unito è fuori

Il Parlamento europeo ha ratificato l’accordo sulla Brexit. Il Regno Unito è ufficialmente fuori dall’Unione, Farage festeggia

Brexit, Parlamento UE approva: il Regno Unito è fuori

Gli ultimi due giorni del Regno Unito in Europa. Il Parlamento di Bruxelles ha votato a larga maggioranza a favore dell’uscita dall’UE. I 73 seggi dei deputati britannici saranno parzialmente aboliti. Per il presidente dell’Europarlamento David Sassoli, in quota Partito Democratico, questo “non è un addio ma un arrivederci”.

Il Regno Unito è fuori dall’Ue

Il voto finale sulla Brexit ha avuto finalmente luogo, concludendo almeno per il momento un’odissea durata quasi quattro anni. Il parere del Parlamento europeo era più che altro simbolico, ma comunque dovuto.

Nello specifico, mercoledì 29 gli europarlamentari hanno votato il documento di 541 pagine approvato a Londra qualche settimana fa grazie alla schiacciante maggioranza ottenuta dal primo ministro Boris Johnson alle elezioni politiche del 12 dicembre.

Con il voto, 73 eurodeputati britannici - in larga parte guidati dall’antieuropeista Nigel Farage - lasceranno il proprio ruolo a Bruxelles. I seggi del Parlamento dell’Unione si ridurranno così da 751 a 705 grazie all’arrivo di 27 parlamentari provenienti da altri Paesi europei.

Brexit, Sassoli: “Non è addio”

Una eurodeputata britannica, Luisa Porritt, ha scritto su Twitter: “È stato il più grande onore della mia vita rappresentare i londinesi nel Parlamento europeo. Voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno votato lo scorso maggio. La cosa più importante è mai smettere di lottare per un mondo migliore e più gentile. Niente è per sempre”.

Leggi anche: Brexit, cosa rischiano Italia e Ue senza accordo commerciale

Il presidente del Parlamento David Sassoli ha così commentato l’uscita della Gran Bretagna: “Cari amici britannici, addio è una parola troppo definitiva, ed é per questo che insieme a tutti i colleghi vi dico soltanto arrivederci”. Sassoli ha quindi citato una frase di Jo Cox, deputata del Remain uccisa in campagna elettorale: Abbiamo molto di più in comune di quanto ci divide.

Il Regno Unito non sarà più un membro dell’Unione Europea dalle 11 del mattino di venerdì 31, ora di Greenwich. Da quel momento inizierà un periodo di transizione che, con tutta probabilità, durerà fino alla fine dell’anno. In questo periodo Londra continuerà a seguire le regole europee mentre negozierà con Bruxelles i termini dell’accordo commerciale.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories