BCE: ecco l’equazione che ha previsto quando finirà il QE

icon calendar icon person
BCE: ecco l'equazione che ha previsto quando finirà il QE

BCE: trovata la formula in grado di prevedere la fine del QE. Quando si potrà parlare di tapering? La risposta da Credit Agricole CIB.

BCE: alla vigilia della riunione di luglio, un analista potrebbe aver trovato la formula magica che prevede il futuro del Quantitative Easing.

Stiamo parlando di Louis Harreau, della Credit Agricole CIB, il quale ha sviluppato una Taylor Rule di ultima generazione ed ha tentato di prevedere quando la BCE ridurrà (tapering) e interromperà il suo QE, ossia il suo programma di acquisto di asset.

La Taylor Rule è una regola di politica monetaria secondo cui una banca centrale modula il tasso di interesse a breve sulla base degli scostamenti di inflazione e crescita dai loro rispettivi target.

In virtù di tale regola, Harreau ha tentato di prevedere il futuro del QE della BCE con un’altra semplice formula “magica”. Quando potremmo iniziare a parlare di tapering?

La formula che prevede il tapering

Harreau ha tentato di scovare i miliardi di euro netti iniettati mensilmente dalla BCE nel sistema (QE+ le aste TLTRO) tramite la seguente equazione:

120 x (1,5 - inflazione core)

Harreau ha notato che prima che la pressione sui prezzi iniziasse a scemare nel 2013, l’inflazione core camminava ad una media dell’1,5%. A quel livello, ha affermato l’analista, le misure convenzionali di politica monetaria dovrebbero essere sufficienti.

Egli ha puntato l’attenzione sui tre momenti principali che hanno caratterizzato il QE della Banca Centrale Europea:

  • da marzo 2015 a marzo 2016: la BCE partorisce il QE, programma di acquisto di asset, ad un ritmo di 60 miliardi di euro al mese. Nascono diverse operazioni di rifinanziamento a lungo periodo e vengono offerti prestiti alle banche dell’Eurozona;
  • da aprile 2016 a marzo 2017: il programma di acquisto sale da 60 a 80 miliardi di euro mensili e nuovi fondi confluiscono nel settore del credito europeo;
  • da aprile 2017 ad oggi: la BCE conferma la sua intenzione di continuare con il QE ma ad un ritmo di 60 miliardi di euro al mese.

In tutti e tre questi momenti, l’ammontare del QE è stato scovato inserendo nella formula non soltanto l’inflazione all’1,5% ma anche il numero 120, quello che l’analista ha definito come il fattore A.

La formula, e le previsioni sull’inflazione core, suggeriscono che la BCE inizierà a ridurre il suo programma di acquisto a 35-40 miliardi all’inizio del prossimo anno. Poi taglierà ancora a 20 miliardi nel mese di luglio e infine chiuderà con il QE al termine del 2018.

Precisazioni

Come è ovvio che sia, il fatto che una formula abbia avuto successo nelle ultime tre occasioni non significa che sarà in grado di prevedere il futuro del QE e del tapering in modo impeccabile, ma potrebbe comunque fornire qualche spunto di riflessione aggiuntivo.

Nonostante alcuni abbiano definito l’atteggiamento di Draghi come un bluff e abbiano parlato di un QE in vita per altri due anni, la maggior parte degli analisti è convinta che il tapering sarà presto annunciato. La prossima riunione BCE fornirà qualche indicazione in merito?

Fonte: Bloomberg

Chiudi [X]