Affitto: canone, cedolare secca, tasse, detrazioni, sanzioni. Ecco la guida dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una guida per aiutare i contribuenti che stipulano un contratto d’affitto. Contratto di locazione, cedolare secca, imposte, violazioni, sanzioni e detrazioni. Ecco tutto ciò che c’è da sapere

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato oggi una guida volta a illustrare il percorso da seguire nel momento in cui si decide di prendere in affitto un immobile.

Locazioni, cedolare secca, imposte da versare, detrazioni, errori e sanzioni. Il vademecum percorre passo dopo passo il percorso da seguire e spiega anche quali sono i rimedi in caso di errore.

Contratto senza cedolare secca
Nel caso in cui non si possa o non si voglia optare per la cedolare secca per i contratti di locazione ad uso abitativo, le imposte da versare sono le seguenti:
- l’imposta di registro, pari al 2% del canone annuo, moltiplicato per le annualità previste
- l’imposta di bollo, che è pari, per ogni copia da registrare, a 16 euro ogni 4 facciate scritte del contratto e, comunque, ogni 100 righe.

Se il contratto è pluriennale l’imposta di registro può essere versata in un’unica soluzione o annualmente.
Le imposte dovute possono essere versate:
- con il modello F24 Elide oppure, fino al 31 dicembre 2014, con il modello F23, l’imposta di registro
- con contrassegno telematico, l’imposta di bollo

Per registrare il contratto basterà recarsi in una delle sedi dell’Agenzia delle entrate o usufruire del percorso telematico a disposizione dei contribuenti (Fiscoline ed Entratel). In entrambi i casi, il prodotto di riferimento è “RLI”

Contratto con cedolare secca
La cedolare consiste nell’applicare al canone annuo di locazione un’imposta fissa, in sostituzione dell’Irpef e delle relative addizionali, dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo.

L’Agenzia delle Entrate ricorda che:

La cedolare secca è riservata alle persone fisiche titolari del diritto di proprietà o di diritto reale di godimento sulle unità immobiliari locate (usufrutto, uso, abitazione), che non locano l’immobile nell’esercizio di attività di impresa o di arti e professioni. Non possono aderire le società, le associazioni e gli enti, commerciali e non commerciali.
Gli immobili per i quali si può scegliere il regime della cedolare sono le unità locate per fini abitativi appartenenti alle categorie catastali da A1 a A11 (esclusa l’A10 - uffici o studi privati) e quelle per le quali sia stata presentata domanda di accatastamento in una di queste categorie.
Sono esclusi, quindi, gli immobili che, pur avendo i requisiti di fatto per essere destinati ad uso abitativo, sono iscritti in una categoria catastale diversa (per esempio, fabbricati accatastati come uffici o negozi). Così come sono fuori dall’applicazione della cedolare secca i contratti di locazione di immobili accatastati come abitativi, ma locati per uso ufficio o promiscuo.

Proroghe, risoluzioni e cessioni
Le proroghe, le risoluzioni e le cessioni dei contratti di locazione vanno comunicate utilizzando RLI (software, ambiente web o modello). Disponibili sia la modalità telematica che la comunicazione tramite uno degli uffici dell’Agenzia.

Per quanto riguarda i termini di versamento dell’imposta di registro:

Errori e rimedi
In caso di violazioni sono previste delle sanzioni. Nello specifico:
- Omessa o tardiva registrazione del contratto: dal 120% al 240% dell’imposta di registro dovuta;
- occultamento, anche parziale, del canone: dal 200% al 400% della differenza tra l’imposta di registro dovuta e quella già applicata in base al corrispettivo dichiarato,
- Tardivo pagamento dell’imposta: 30% dell’imposta versata in ritardo.

In caso di errori si può comunque optare per il ravvedimento, meccanismo che consentirà di ridurre la sanzione amministrativa connessa alla violazione.

Irpef e detrazioni
Il reddito da tassare sarà costituito dal maggiore fra i due seguenti importi:
- rendita catastale rivalutata del 5% (per gli immobili riconosciuti di interesse storico o artistico va considerato il 50% della rendita catastale rivalutata)
- canone annuo, ridotto del 5% (25%, per i fabbricati situati nella città di Venezia centro e nelle isole della Giudecca, Murano e Burano; 35%, se l’immobile è riconosciuto di interesse storico o artistico).

Se il fabbricato si trova in un Comune ad alta densità abitativa, ed è locato a “canone concordato”,è prevista un’ulteriore riduzione del 30% del canone.

Gli inquilini avranno diritto a varie detrazioni. In caso di basso reddito:

- 300 euro, se il reddito complessivo non supera 15.493,71 euro
- 150 euro, se il reddito complessivo è superiore a 15.493,71 ma non a 30.987,41 euro.

Per i giovani tra i 20 e i 30 che vivono in affitto avranno diritto a una detrazione di 991,60 euro per i primi 3 anni a condizione che:

- l’abitazione locata sia diversa dall’abitazione principale dei genitori o di coloro cui sono affidati
- il reddito complessivo non superi 15.493,71 euro. Nella determinazione del reddito complessivo va compreso anche il reddito dei fabbricati locati assoggettato a cedolare secca.

In caso di contratti di locazione a canone convenzionato la detrazione sarà pari a:
- 495,80 euro, se il reddito complessivo non supera 15.493,71 euro
- 247,90 euro, se il reddito complessivo è superiore a 15.493,71 euro ma non a 30.987,41 euro.

Infine, in caso di trasferimento per fini lavorativi al lavoratore dipendente spetta una detrazione di:
- 991,60 euro, se il reddito complessivo non supera i 15.493,71 euro
- 495,80 euro, se il reddito complessivo supera i 15.493,71 euro ma non i 30.987,41 euro.

La detrazione arriverà a condizione che il nuovo Comune sia situato a più do 100 km di distanza dal precedente e la residenza sia stata trasferita da non più di tre anni dalla richiesta della detrazione.

Per consultare per intero la guida dell’Agenzia delle Entrate sull’affitto cliccare qui

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories