ETF

Gli ETF sono un tipo particolare di fondi quotati in Borsa. Questa tipologia di investimento non richiede un grande capitale iniziale e per questo è molto diffusa.

La caratteristica principale degli ETF è quella di replicare la composizione di un indice di mercato (settoriale, obbligazionario, azionario o geografico) e il suo rendimento. La sigla, che sta per Exchange Traded Fund, indica una particolare categoria di fondi comuni gestiti in modo non attivo.

Questi particolari fondi replicano in modo preciso l’andamento del paniere di titoli sottostanti, che è stato precedentemente individuato. Il rendimento degli ETF è quindi molto simile al benchmark di titoli sottostanti.

Per fare un esempio se l’indice Dow Jones sale del 3%, l’ETF che replica tale indice registrerà un rialzo della stessa proporzione.
Per conoscere meglio questo tipo di investimento vi consigliamo di leggere Che cos’è un ETF? Quanto rende e come investire in ETF

ETF, ultimi articoli su Money.it

Mercato ETFplus: cos’è e come funziona

Mercato ETFplus: ecco cos’è e come funziona il mercato degli ETF e degli strumenti finanziari derivati cartolarizzati, ossia gli ETC e gli ETN, gestito da Borsa Italiana

ETF Terre rare: market timing con l’analisi tecnica

L’analisi tecnica sull’ETF Vaneck quotato al NYSE, che replica l’andamento dell’indice MVIS Global Rare Earth/Strategic Metals, evidenzia una struttura grafica orientata al rialzo. Tuttavia sarà necessaria la validazione di una figura di inversione di lungo periodo. Ecco i livelli da monitorare

Come investire in Terre rare?

Il MVIS Global Rare Earth/Strategic Metals è un indice Total Return preso a benchmark da diversi fondi che permettono di esporsi sulle 20 aziende più grandi e liquide il cui business è centrato sulle attività di estrazione, lavorazione e commercializzazione di terre rare

|