Vaccino Covid per bambini e ragazzi: quando arriva?

Martino Grassi

29 Marzo 2021 - 10:31

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Quando saranno vaccinati i bambini e i ragazzi? Diverse case farmaceutiche hanno avviato la sperimentazione anche sui pazienti più piccoli.

Vaccino Covid per bambini e ragazzi: quando arriva?

Quando saranno vaccinati i bambini e i ragazzi? Se in un primo momento questo gruppo di persone non sembrava particolarmente colpito dal virus, nell’ultimo periodo, a causa delle varianti, anche tra i più piccoli si sono iniziati a registrare sempre più casi.

Proprio per questo motivo, e per garantire la ripartenza in sicurezza delle scuole, molte case farmaceutiche hanno dato il via alla sperimentazione dell’antidoto anche nei bambini e nei ragazzi. Ma quando sarà disponibile?

Covid 19, quando saranno vaccinati i bambini?

Al momento, stabilire con certezza quando saranno vaccinati i bambini e i ragazzi è impossibile. Ad oggi, infatti, il vaccino contro il coronavirus non può essere somministrato alle persone al di sotto di una certa età, come ha precisato L’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Secondo l’immunologa Viola ci sono buone probabilità che per la fine dell’anno potranno cominciare le vaccinazioni tra i ragazzini tra i 12 e i 18 anni, ma per i più piccoli bisognerà attendere ancora di capire come andranno gli studi di sicurezza, verosimilmente entro il 2022.

Alcuni Paesi, tuttavia, hanno dato il via a dei nuovi studi clinici, coinvolgendo anche i più piccoli, come lo Stato d’Israele, dove centinaia di pazienti tra i 12 e i 16 anni hanno già ricevuto la prima dose del vaccino di Pfizer, come dichiarato sa un alto funzionario israeliano al Guardian. Da questi studi non sono emersi dei particolari effetti avversi gravi, e dunque al momento l’antidoto sembra essere sicuro anche per i bambini e i ragazzi, ancor prima della pubblicazione dei dati della sperimentazione clinica.

Anche negli Stati Uniti in questo momento sono in corso le sperimentazioni sui pazienti di età compresa tra i 5 e gli 11 anni e tra i 12 e i 15 anni. Il candidato di Johnson & Johnson, che tra poche settimane dovrebbe arrivare anche nel nostro Paese, sarà coinvolto in uno studio internazionale sui bambini e i ragazzi.

Perché vaccinare anche i bambini

La vaccinazione dei bambini è molto importante per diversi aspetti: in primo luogo perché garantisce anche a loro l’immunità, proteggendoli da possibili complicanze, anche se molto rare, inoltre la loro immunizzazione è un elemento fondamentale per il raggiungimento dell’immunità di gregge.

Sebbene per i bambini più grandi non sembrano esserci particolari difficoltà nella somministrazione del vaccino, restano ancora diversi nodi da sciogliere per quelli di età inferiore ai due anni, dal momento che il loro sistema immunitario non è ancora completamente sviluppato. Anche Sergio Abrignani, immunologo, ordinario di Patologia generale all’Università Statale di Milano ha precisato al Corriere:

“I bambini così piccoli hanno in genere una risposta immunitaria incompleta e non completamente identica agli adulti perché ci sono ancora aree in via di sviluppo. Su di loro andranno certamente fatti studi specifici. Dal punto di vista immunologico i bambini tra i 2-6 anni si comportano quasi come gli adulti, e dai 7 sono sostanzialmente uguali”.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories