Trump ora si autocommisera: “Non piaccio a nessuno”

Decisamente in un momento no, il Presidente degli Stati Uniti sembra giocarsi anche la carta dell’autocommiserazione: “Non piaccio a nessuno, deve essere la mia personalità”

Trump ora si autocommisera: “Non piaccio a nessuno”

“Non piaccio a nessuno”. Dichiarazioni che arrivano proprio da una delle ultime persone dalle quali ci si aspetterebbe un atteggiamento simile. Sono infatti parole di Donald Trump, solitamente deciso e pronto a vedere consensi ovunque, ma che si trova ora a gestire il momento peggiore della sua amministrazione.

In piena emergenza coronavirus e in netto svantaggio rispetto a Joe Biden nella corsa alle presidenziali, il tycoon sembra quindi giocarsi anche la carta dell’autocommiserazione.

Lamentando la discesa della sua popolarità, si è chiesto quando le cose abbiano cominciato ad andare per il verso sbagliato, ipotizzando possa trattarsi soprattutto del suo carattere:

“No piaccio a nessuno, deve essere per via della mia personalità. Tutto qui”,

ha dichiarato un perplesso Donald Trump.

Trump ora si autocommisera

Le parole del tycoon arrivano in corrispondenza con la presa di distanze dal Presidente persino di alcuni dei suoi più stretti alleati Repubblicani.

Tra questi ultimi infatti non sono mancate decise espressioni contrarie riguardo la sua proposta di rinviare le elezioni a novembre.
Intanto gli ultimi giorni si stanno rivelando i più duri per l’amministrazione USA, alle prese con una pandemia che sembra impossibile rallentare, un crollo economico record e tensioni razziali in evidenza.

In questo scenario, Trump appare al momento assente e distaccato dalla leadership di entrambi i partiti, sempre più distante dagli elettori.

Non hanno certo agevolato i recenti funerali di John Lewis, storico deputato della Georgia che si è battuto una vita per rivendicare i diritti delle minoranze.
A dargli l’estremo saluto al funerale c’erano gli ex-presidenti George W Bush, Bill Clinton e Barack Obama, mentre Trump non si è presentato.

In più lo scorso venerdì, durante un’audizione a porte chiuse, i funzionari dell’intelligence statunitense hanno scartato la possibilità che Paesi stranieri possano produrre in serie false schede elettorali per interferire nelle elezioni di novembre; un’affermazione che Trump sembrava fare sua spingendo a controlli approfonditi.

Mentre tra i repubblicani più seguiti e in vista, molti hanno da tempo deciso di schierarsi a favore dell’obbligo di indossare mascherine e portare avanti il distanziamento sociale, senza considerare lo sforzo a tratti negazionista di Trump.

Nel complesso, i tentativi del tycoon di riguadagnare posizioni sembrano aver solo peggiorato il distacco e generato ulteriori preoccupazioni interne al suo partito.

Ecco quindi che il recente “non piaccio a nessuno” di Trump può suggerire, come evidenziato da Kevin Liptak della CNN, un Presidente sempre più isolato nella sua “bolla di teorie cospirazioniste e scienza discutibile, con sempre meno persone disposte a seguirlo e fargli da spalla.”

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories