Trump non è più contagioso, dice il suo medico

Il medico del Presidente, Sean Conley, ha assicurato che Trump non è più un rischio di trasmissione per gli altri. Ma restano molti dubbi

Trump non è più contagioso, dice il suo medico

A meno di due settimane dalla notizia della positività al coronavirus del Presidente USA, il suo medico personale, Sean Conley, assicura che Trump non è più da considerare a rischio di trasmissione e non deve continuare a isolarsi.

Conley ha spiegato che sono passati 10 giorni dai primi sintomi. Ora il tycoon, senza febbre e “decisamente migliorato”, mostra tramite i risultati dei “test diagnostici avanzati” che non ci sono più elementi che lascino pensare al persistere della sua contagiosità.

“Andando avanti, continuerò a monitorarlo clinicamente mentre tornerà ad una quotidianità sempre più attiva”,

ha aggiunto il dottor Conley.

Va però evidenziato che quella quotidianità sempre più attiva di cui parla il medico personale di Trump è di fatto ripresa pochi minuti dopo le dimissioni dall’ospedale, con il tycoon pronto a mostrarsi in pubblico e accerchiato da collaboratori, ma senza preoccuparsi di indossare una mascherina e anzi continuando a sottovalutare il virus con dichiarazioni sempre più pesanti.

Circostanza che si è ripetuta ancora ieri, quando si è affacciato al balcone della Casa Bianca davanti a una folla di centinaia di persone, molte delle quali senza mascherina.

Trump non è più contagioso, dice il suo medico

Il dottor Conley ha spiegato che Trump mostra una “significativa diminuzione della carica virale”, ovvero la quantità di virus presente in un campione di sangue o muco prelevato da un paziente.

Ma il medico personale del tycoon non ha indicato se il presidente ha effettuato un test per il Covid-19 e non ha fornito dettagli sugli attuali trattamenti che sta seguendo.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, per i casi gravi di coronavirus le persone possono restare contagiose fino a 20 giorni o più dopo essere risultate positive, e dovrebbero pertanto sempre isolarsi a scopo precauzionale durante quel periodo.

Solo ieri Trump ha tenuto il suo primo discorso in pubblico alla Casa Bianca da quando è stato ricoverato in ospedale con il coronavirus.
Centinaia di persone si sono presentate al South Lawn, senza alcun controllo né distanziamento sociale. In più, molti non indossavano la mascherina, né c’erano forze dell’ordine che esortavano a indossarle:

“Il covid sta gradualmente scomparendo. Voglio che si sappia che la nostra nazione sconfiggerà questo terribile virus cinese; stiamo producendo potenti terapie e farmaci e stiamo curando i malati. Ci riprenderemo del tutto e il vaccino uscirà molto, molto presto”,

ha dichiarato Trump alla folla.

Più di 215.000 americani sono morti per motivi associabili al coronavirus, e almeno 7,8 milioni hanno contratto il virus finora.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories