Test di medicina, cambia tutto: le date, le prove e quante volte si potrà fare. Tutte le novità per il 2023

Giacomo Andreoli

1 Dicembre 2022 - 11:22

condividi

Il prossimo anno ci saranno nuove regole per il test di ingresso alla facoltà universitaria di medicina: la novità più grande è la possibilità di fare più volte la prova per tentare l’accesso.

Test di medicina, cambia tutto: le date, le prove e quante volte si potrà fare. Tutte le novità per il 2023

Non più solo un unico test e meno “chiuso” rispetto al passato. Cambia il test di medicina per il 2023, secondo quanto stabilito dal governo Meloni e dal ministero dell’Università guidato da Anna Maria Bernini. In questo senso l’esecutivo guidato dalla leader di Fratelli d’Italia vuole distinguersi dal precedente di Mario Draghi, nel tentativo di rendere più accessibile quello che è lo scoglio maggiore per gli aspiranti medici.

A prevedere le modifiche è un decreto ministeriale, il numero 1925 del 30 novembre 2022, in cui sono contenute le disposizioni per il nuovo test di ingresso ai corsi a ciclo unico in italiano di medicina e chirurgia, ma anche odontoiatria e protesi dentaria e veterinaria.

Test di medicina 2023, le date

Le prove per il Tolc, cioè il nuovo test online che sostituisce la vecchia prova unica nazionale, ci saranno in due sessioni, valide per il prossimo anno accademico, il 2023-2024. La prima sarà dal 13 al 22 aprile 2023, la seconda dal 15 al 25 luglio 2023. La scelta delle date serve ad evitare sovrapposizioni con l’esame di maturità, cercando di dare agli studenti la possibilità di svolgere il test senza accavallarsi con la fine del liceo o dell’istituto tecnico.

Previste già le sessioni anche per l’anno accademico 2024-2025: saranno a febbraio e ad aprile 2024. Nell’ambito delle sessioni ogni ateneo individua giorni e turni per erogare le prove.

Test di medicina 2023, si può fare più di una volta?

Il test si potrà ripetere due volte, iscrivendosi tramite la piattaforma web del Cisia. Una volta sostenute entrambe le prove i candidati potranno scegliere il punteggio migliore tra quelli conseguiti per l’immatricolazione. In questo modo aumentano le possibilità di entrare. I candidati possono poi indicare le sedi per cui intendono concorrere in ordine di preferenza.

Test di medicina 2023, domanda e numero di ammessi

La domanda si potrà inviare dal 31 luglio 2023 al 24 agosto 2023, tramite il portale del Consorzio Interuniversitario Cineca. Ci si potrà prenotare sicuramente a partire dal 15 marzo 2023 ed entro dieci giorni dall’inizio delle sessioni. I posti a disposizione saranno stabiliti con un decreto successivo del ministero dell’Università.

Quando uscirà la graduatoria per il test di medicina?

La graduatoria nazionale sarà pubblicata il 5 settembre 2023, in anticipo rispetto agli anni scorsi, quando le prove si tenevano a inizio settembre. L’anticipo serve a favorire lo scorrimento dei nomi e permettere un avvio con tempi più tranquilli dell’anno accademico. Per l’anno 2024-2025, poi, il ministero dell’Università ha spiegato la graduatoria sarà pubblicata ancora prima.

Test di medicina 2023, chi può farlo

Sono ammessi al nuovo test di medicina tutti gli studenti di quinta superiore e da quest’anno anche quelli di quarta. Si può essere iscritti a scuole secondarie di secondo grado italiane o estere, sempre che consentono ufficialmente l’acquisizione di titolo idoneo all’accesso ai corsi universitari. Ovviamente chi si trova in quarta superiore e supera il test potrà iscriversi per l’anno accademico 2024-2025.

Test di medicina 2023, tempo e quesiti a disposizione

Per le prove i candidati avranno 90 minuti di tempo. Ci saranno in tutto 50 quesiti, divisi in 4 sezioni diverse: comprensione del testo e cultura generale, biologia, chimica e fisica, matematica e ragionamento. Per esercitarsi bisogna iscriversi alla piattaforma online del Tolc, così da poter accedere alle simulazioni per ogni materia del test.

Sul sito predisposto per il test di ingresso, ci sono tutte le informazioni messe a disposizione dalle università e dal ministero, per tentare di migliorare la preparazione e conoscere le scadenze.

Argomenti

# Medici

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO