Super-ricchi nel mondo: aumenta la ricchezza con il Covid-19

Aumenta la ricchezza per i Paperoni del mondo grazie al Covid-19. Il Billionaires Insights Report 2020 di UBS.

Super-ricchi nel mondo: aumenta la ricchezza con il Covid-19

Aumenta la ricchezza nel mondo ma solamente per i Paperoni, che passano da 2.158 del 2017 a 2.189 miliardari nel 2020, raggiungendo la cifra monstre di 10,2 mila miliardi di dollari e stabilendo un nuovo record.

Nonostante la crisi economica globale legata alla pandemia da coronavirus, questi sono i dati sorprendenti raccolti da UBS nel suo annuale Billionaires Insights Report 2020.

Come svelato dal documento pubblicato dalla banca svizzera online, i Paperoni mondiali hanno visto aumentare la propria fortuna con la comparsa del Covid-19, grazie ad investimenti nel campo tecnologico e sanitario.

Per i super-ricchi aumenta la ricchezza con Covid-19

Il maggior numero si concentra attualmente nei Paesi della regione dell’Asia Pacifica, ovvero tutti gli Stati asiatici e dell’Oceania bagnati dall’Oceano Pacifico, con 831 miliardari e una percentuale del 38% sul totale.

Subito dopo, al secondo posto, si attesta il continente americano con 762 ricchissimi e il 35% del totale.

Mentre Europa, Medio Oriente e Africa si dividono il 27% della somma, pari a 596 persone che entrano in questa speciale classifica.

Se consideriamo invece gli Stati nazionali, vediamo come gli Stati Uniti continuano a mantenere il proprio ruolo di leader, potendo contare su 636 paperoni, con la Cina al secondo posto che si deve accontentare di 415 miliardari totali.

Cresce la polarizzazione tra ricchi e poveri

Sembrerebbe un paradosso assistere ad un aumento così marcato della ricchezza in un periodo di pandemia globale, la quale sta obbligando la maggior parte delle persone ad una restrizione dei propri movimenti culminata nei lockdown in tutto il pianeta.

Tuttavia, come riportato dal documento di UBS, proprio il Covid-19 ha giocato un ruolo fondamentale nell’incremento di tali fortune.

Infatti, ad aver goduto di una crescita del proprio patrimonio negli ultimi mesi sono stati gli imprenditori del settore tech e sanitario, insieme alle industrie che utilizzano le migliori tecnologie del momento.

Il coronavirus ha quindi polarizzato ancora di più la ricchezza mondiale, aumentando la forbice tra i più ricchi, i quali si ritrovano con ancora più soldi in tasca, e la classe media, che invece deve fronteggiare una crisi profonda.

Donazioni miliardarie contro il coronavirus

Fortunatamente c’è un altro record raggiunto nel 2020, riguardante questa volta le donazioni fatte per affrontare la pandemia.

209 miliardari hanno infatti elargito un totale di 7,2 miliardi di dollari, i quali sono suddivisi in: donazioni finanziarie per un valore di 5,5 miliardi, prodotti e servizi, con una conversione della produzione delle proprie industrie, pari a 1,4 miliardi e, infine, 336,6 milioni di dollari sono stati investiti nella costruzione di impianti per la futura produzione di vaccini anti-coronavirus.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories