Effetto pandemia per Trump? Biden vola nei sondaggi

Nell’incertezza che domina sugli Stati Uniti nel dramma coronavirus, le elezioni presidenziali tornano sotto i riflettori. I sondaggi danno (per ora) Joe Biden in netto vantaggio. Donald Trump sta pagando l’effetto pandemia?

Tornano sotto i riflettori le elezioni presidenziali USA di novembre. Pur nel’incertezza generale che si respira a causa della tragica diffusione del coronavirus, negli Stati Uniti si riaccende l’interesse verso la sfida Trump contro Biden. Con i sondaggi attivi a offrire un quadro sulle preferenze.

La notizia della rinuncia di Bernie Sanders alla corsa per la nomination democratica ha di fatto chiarito lo scenario elettorale: i dem si uniscono compatti all’ex vicepresidente di Obama e i repubblicani sostengono l’attuale inquilino della Casa Bianca con determinazione.

La sfida Biden-Trump è stata considerata la più plausibile sin dall’inizio, anche quando l’anziano socialista del Vermont sembrava avere la forza di cambiare le carte in tavola.

I sondaggi politici sulle presidenziali USA in questo tempo anomalo e difficile per la grande nazione americana colpita dal coronavirus confermano il vantaggio di Joe Biden su Trump. Ma non mancano le insidie per i dem. Il presidente sta davvero pagando l’effetto pandemia?

Biden in testa nei sondaggi. Presidenziali a rischio per Trump?

I sondaggi aggiornati sulle elezioni presidenziali USA confermano un netto vantaggio nelle preferenze di Joe Biden su Donald Trump.

L’ultima consultazione effettuata da Cnn e riferita alla prima settimana di aprile registra addirittura un +11 punti a favore del candidato democratico contro l’attuale presidente. Una distanza calcolata anche da Harvard-Harris a fine marzo, stabilendo un divario di 10 punti a favore del democratico.

RealClearPolitics, che riporta la media di tutti i principali sondaggi, ha calcolato un vantaggio di circa 6 punti di Biden su Trump.

La sfida alle presidenziali è quindi già segnata? La cautela è sempre la migliore strada interpretativa. Analizzando le percentuali di media, infatti, si osserva che in un mese, da marzo ad aprile, anche Joe Biden è calato nelle preferenze, passando dal 50,6% al 48,9% del sostegno.

Nello stesso periodo di tempo, Donald Trump ha perso un punto nella sfida contro il democratico, attestandosi sul 43%.

Non c’è dubbio che sull’attuale presidente stia pesando, in negativo o in positivo, la gestione della crisi da coronavirus. Il sostegno popolare al suo operato in queste settimane di epidemia - dai risvolti drammatici negli USA - è rimasto al di sotto del 50%.

Esiste davvero un effetto pandemia sulla possibilità per Trump di essere rieletto?

Sondaggi USA: le insidie per il vantaggio di Biden

Seppure il vantaggio c’è ed è piuttosto saldo per Joe Biden, il candidato democratico non è esente da insidie. Le presidenziali di novembre sono ancora relativamente lontane e tutto può succedere sul fronte preferenze.

Ci sono diverse variabili - e incognite - che il partito democratico deve affrontare. Innanzitutto la pandemia. Se è vero che Donald Trump non ha saputo gestire in modo tempestivo e adeguato l’emergenza, è anche evidente che il presidente ha aumentato e di molto la sua visibilità in un momento morto per la campagna elettorale.

Le sue conferenze stampa sono comunque una vetrina quotidiana per rimarcare la sua visione politica. Diversi analisti si chiedono cosa farà, nel frattempo, Joe Biden per aumentare la visibilità. Considerando, inoltre, che il partito democratico ha assunto la linea responsabile di non attaccare troppo Trump sulla gestione coronavirus, da intendere invece come una sfida bi-partisan.

Infine, c’è l’incertezza sui sostenitori di Sanders. L’appoggio a Biden è davvero scontato? Il candidato dem dovrà conquistare un elettorato giovane e progressista che ha sostenuto con forza le idee socialiste.

I sondaggi sulle elezioni USA, quindi, potrebbero ancora cambiare e stupire. La sfida Biden-Trump sembra aperta.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories