Sondaggi politici: Draghi il premier preferito, Berlusconi davanti a Letta

Alessandro Cipolla

4 Agosto 2022 - 16:00

condividi

Stando all’ultimo sondaggio politico di Demos, Draghi sarebbe il premier preferito seguito da Conte e Meloni. Male Salvini, Berlusconi fa meglio di Letta.

Sondaggi politici: Draghi il premier preferito, Berlusconi davanti a Letta

L’ultimo sondaggio politico dell’istituto Demos, diramato da La Repubblica in data 4 agosto, oltre a “pesare” il valore dei partiti a poche settimane dalle elezioni del 25 settembre ci fornisce anche un altro spunto interessante.

Mario Draghi infatti stando al sondaggio sarebbe sempre per distacco il prossimo presidente del Consiglio ideale per gli italiani, nonostante sia l’unico presente nell’elenco che non si candiderà alle elezioni politiche.

Sondaggio Demos 4 agosto Sondaggio Demos 4 agosto Fonte La Repubblica

Come si può vedere dal sondaggio, per il 21% sarebbe Mario Draghi il preferito per Palazzo Chigi una volta che si saranno chiuse le urne. Alle spalle del presidente del Consiglio tuttora in carica per gli affari correnti, ci sono appaiati al 12% Giuseppe Conte e Giorgia Meloni.

Fuori dal podio c’è l’evergreen Silvio Berlusconi con il 6%: il leader di Forza Italia ora di nuovo in campo, sarebbe davanti nelle preferenze degli italiani ai rampanti Enrico Letta e Matteo Salvini.

Sondaggi politici: Draghi il premier preferito

Questo sondaggio politico di Demos in qualche modo va a soddisfare una domanda a cui i partiti al momento non hanno dato una risposta, visto che ancora non c’è un chiaro presidente del Consiglio designato da parte delle principali forze politiche.

Bisogna ricordare comunque che la legge elettorale non obbliga un partito a indicare il proprio candidato, visto che quando vengono consegnati i simboli e il programma bisogna solo specificare chi è il capo politico.

Nel centrodestra l’accordo è che il partito più votato alle elezioni sarà quello a cui poi spetterà indicare il nome del presidente del Consiglio. Per lo stesso sondaggio di Demos, nella coalizione sarebbe Fratelli d’Italia nettamente davanti a tutti, ma potrebbe essere non automatica una investitura per Giorgia Meloni visto lo scetticismo a riguardo degli alleati.

Nel centrosinistra Carlo Calenda continua a dichiarare di volere ancora Mario Draghi a Palazzo Chigi, nonostante il diretto interessato probabilmente non sia molto interessato alla cosa. Per il Movimento 5 Stelle il candidato salvo sorprese sarà Giuseppe Conte, ma il nome dell’avvocato del popolo non sarà presente sul simbolo elettorale.

Giorgia Meloni comunque resterebbe sempre la grande favorita per il ruolo di prossimo presidente del Consiglio, ma vista questa poca chiarezza non è da escludere che al termine delle elezioni politiche possa arrivare ancora un non-politico a Palazzo Chigi.

Iscriviti a Money.it