Elezioni europee 2019 Regno Unito: sondaggi, risultati e candidati

Con il rinvio del leave, anche il Regno Unito prenderà parte alle elezioni europee 2019: i sondaggi vedono in testa il Brexit Party di Nigel Farage, in calo i Laburisti e soprattutto i Conservatori della premier Theresa May.

Elezioni europee 2019 Regno Unito: sondaggi, risultati e candidati

Nel Regno Unito il paradosso è servito. In quelle che in teoria sarebbero dovute essere le prime elezioni europee senza Londra a causa della Brexit, sarà proprio il voto Oltrematica a inaugurare questa consultazione comunitaria.

Vista la proroga delle trattative per la fuoriuscita dall’Unione, in queste elezioni europee anche i sudditi Sua Maestà saranno regolarmente chiamati al voto con le urne che nel Regno Unito che si apriranno giovedì 23 maggio.

Una situazione kafkiana questa che ha provocato la dura reazione di Nigel Farage, il principale promotore del Referendum per il leave, che dopo aver abbandonato l’Ukip ha fondato il Brexit Party, forza politica apertamente euroscettica e che comunque prenderà parte a queste elezioni europee.

Nonostante sia nato soltanto da poche settimane, il Brexit Party secondo i sondaggi sarebbe al momento oltre al 15%. A farne le spese sarebbero soprattutto i Conservatori della premier Theresa May, ma anche i Laburisti di Jeremy Corbyn sarebbero in calo fiaccati dalla crescita dei Liberali e da un altro nuovo partito, Change UK, formato soprattutto da fuoriusciti dei labour.

Elezioni europee: si vota anche nel Regno Unito

In teoria la data cerchiata con il circoletto rosso nel Regno Unito era quella del 29 marzo 2019, giorno in cui ufficialmente il paese avrebbe detto addio all’Unione Europea così come espresso dal Referendum sulla Brexit.

Il mancato accordo tra Londra e Bruxelles sui termini della fuoriuscita ha stravolto ogni tabella di marcia. Per non andare in contro a un rischioso No Deal, ovvero un’uscita senza accordo, alla fine la premier Theresa May ha ottenuto una proroga delle trattative fino al 31 ottobre 2019.

Visto lo slittamento del leave, il Regno Unito è al momento a tutti gli effetti ancora un paese membro dell’Unione e, come tale, deve prendere parte così come gli altri 27 Stati alle elezioni europee.

Giovedì 23 maggio quindi anche i sudditi di Sua Maestà si recheranno alle urne, con il Regno Unito che andrà a eleggere regolarmente i suoi 73 deputati che gli spettano, con questi che però andranno a decadere immediatamente nel momento in cui verrà raggiunto l’agognato accordo sulla Brexit.

Sono tredici le liste in campo per queste elezioni europee nel Regno Unito. Ecco quali sono e di quali gruppi all’interno del Parlamento Europeo fanno parte.

ListaGruppoRisultato
Conservatori ECR /
Laburisti S&D /
Brexit Party EFDD /
Green Party Verdi /
Liberali ALDE /
Ukip ENF
Change UK PPE /
Partito Nazionale Scozzese Verdi /
Plaid Cymru Verdi /
Partito Socialdemocratico EFDD /
Ulster Unionist Party ECR /
Sinn Féin Sinistra /
Partito Unionista Democratico Nessuno /

I 73 deputati spettanti al Regno Unito saranno eletti secondo un sistema elettorale proporzionale con dei listini bloccati. Non è prevista invece alcuna soglia di sbarramento per poter accedere alla ripartizione dei seggi.

I sondaggi

In questo clima di grande incertezza e di sostanziale caos, guardando il sondaggio di YouGov del 15 maggio a risentirne maggiormente in termini di consensi politici sarebbero non solo i Conservatori di Theresa May, ma anche i Laburisti di Jeremy Corbyn.

Il neonato Brexit Party di Nigel Farage sarebbe al 18%, togliendo consensi oltre che all’Ukip, crollato al 2%, soprattutto ai Conservatori che secondo l’indagine sarebbero al 25%.

In calo vengono dati anche i Laburisti anche loro al 25%, che cederebbero ai Verdi attestati in crescita al 7%e a un altro nuovo partito, Change UK, che al suo esordio è attestato al 2%.

Così come si è capito anche alle recenti elezioni locali che si sono tenute nel Regno Unito, anche i Liberali sono in grande salute al 16% tanto da essere secondo il sondaggio l’unico partito storico britannico a essere dato in crescita.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Regno Unito

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.