Scadenza pace fiscale, oggi ultima chiamata per rate rottamazione e saldo e stralcio

Rosaria Imparato

14/12/2021

14/12/2021 - 09:11

condividi

Oggi 14 dicembre è l’ultimo giorno per pagare le rate di saldo e stralcio e rottamazione: terminano oggi i 5 giorni di tolleranza della pace fiscale. Vediamo chi è interessato da questa scadenza.

Scadenza pace fiscale, oggi ultima chiamata per rate rottamazione e saldo e stralcio

Ultima chiamata per la pace fiscale: oggi 14 dicembre terminano i 5 giorni di tolleranza. Chi ha in sospeso rate del 2020 e/o del 2021 di rottamazione ter o saldo e stralcio delle cartelle è chiamato alle casse. La scadenza, infatti, è stata spostata al 9 dicembre da un emendamento al Dl Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2022. Il provvedimento è però ancora in fase di conversione, quindi la notizia della mini proroga (il termine ultimo ufficiale era il 30 novembre) è stata data con un comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Cosa si paga? Facciamo il punto della situazione, ricordando che chi paga dopo questa data decade dai benefici della definizione agevolata.

Scadenza pace fiscale, oggi ultima chiamata per rate rottamazione e saldo e stralcio. Cosa si paga?

La mini proroga di 9 giorni è stata approvata come emendamento al decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio (DL 146/2021). La scadenza della pace fiscale quindi è slittata dal 30 novembre al 9 dicembre 2021. La conferma arriva con la nota dell’Agenzia delle Entrate Riscossione, in cui viene spiegato che il Senato ha approvato l’emendamento nella seduta del 2 dicembre.

L’emendamento contiene alcune modifiche alla normativa della riscossione, tra cui appunto il differimento al 9 dicembre 2021 per pagare le rate 2020 e 2021 della rottamazione-ter, del saldo e stralcio e della definizione agevolata delle risorse UE.

Nello specifico, per la rottamazione ter si tratta delle rate in scadenza al:

  • 28 febbraio;
  • 31 maggio;
  • 31 luglio;
  • 30 novembre.

Per il saldo e stralcio, si tratta delle rate in scadenza al 31 marzo e al 31 luglio. Vanno poi aggiunte le rate del 2020, altri sei pagamenti da effettuare per non decadere dai benefici della pace fiscale.

Scadenza pace fiscale, validi i 5 giorni di tolleranza: termine ultimo il 14 dicembre 2021

È bene ricordare che trattandosi di scadenze relative alla pace fiscale sono validi i cinque giorni di tolleranza. Di conseguenza, visto che la scadenza è stata fissata a oggi 9 dicembre, l’ultimo giorno utile per pagare è il 14 dicembre.

Il periodo di tolleranza è stato introdotto dal decreto Fiscale del 2018 e si applica a tutte le rate: il contribuente può pagare entro un massimo di 5 giorni di ritardo dalla data di scadenza senza decadere dai benefici della pace fiscale.

Chi non rispetta le scadenze della pace fiscale va incontro a due conseguenze:

  • la perdita dei benefici della definizione agevolata;
  • l’Agenzia delle Entrate-Riscossione metterà in atto le azioni di recupero.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it