Reddito di cittadinanza, pagamento gennaio anticipato? Ecco per chi

Teresa Maddonni

12 Gennaio 2023 - 18:23

condividi

Il pagamento del reddito di cittadinanza di gennaio 2023 potrebbe essere per molti anticipato alla settimana corrente rispetto alle date ordinarie del calendario di Inps e Poste, ma non per tutti.

Reddito di cittadinanza, pagamento gennaio anticipato? Ecco per chi

Il pagamento di gennaio 2023 del reddito di cittadinanza potrebbe essere anticipato alla settimana corrente per alcuni beneficiari del sussidio.

Molti, sulla base del calendario tradizionale di Inps e Poste Italiane che dispone il pagamento, dovranno aspettare la fine del mese per l’accredito del reddito di cittadinanza sulla carta RdC.

Il pagamento del reddito di cittadinanza a gennaio - l’ultimo con il vecchio Isee che deve essere rinnovato entro il 31 gennaio per il 2023 pena la sospensione del beneficio da febbraio - per molti potrebbe avvenire tra poche ore prima della data ordinaria del 15.

Ricordiamo infatti che le date per il pagamento del reddito di cittadinanza sono due a seconda della categoria dei beneficiari coinvolti.

Ecco perché potrebbe essere anticipato il pagamento del reddito di cittadinanza di gennaio 2023 e, soprattutto, per chi.

Reddito di cittadinanza: pagamento gennaio anticipato a venerdì 13

Il pagamento del reddito di cittadinanza di gennaio 2023 potrebbe essere anticipato in settimana e per la precisione a venerdì 13 stando a quanto testimoniano alcuni beneficiari che hanno potuto controllare esiti e date nell’area riservata MyInps.

La prima data prevista, come ogni mese, per il pagamento del reddito di cittadinanza per alcune categorie di beneficiari dovrebbe essere quella del 15 che a gennaio però cade di domenica. Riceveranno il pagamento del reddito di cittadinanza di gennaio 2023 già venerdì 13:

  • coloro che hanno fatto domanda per ottenere il reddito di cittadinanza per la prima volta a dicembre;
  • coloro che hanno richiesto il rinnovo del sussidio allo scadere delle prime 18 mensilità nel mese di dicembre;
  • coloro che a dicembre hanno fatto nuovamente domanda dopo aver terminato le prime 36 mensilità.

Il pagamento del reddito di cittadinanza per rinnovi e nuove domande avverrà a partire dal 13 gennaio solo per coloro che hanno ricevuto il via libera dall’Inps, che ha dato quindi esito positivo alle richieste.

Il pagamento del reddito di cittadinanza a gennaio, per i beneficiari che rientrano nelle fattispecie sopra evidenziate, potrebbe essere effettuato anche lunedì 16 gennaio. Ciascuno può controllare la data precisa nell’area riservata del servizio di MyInps.

Reddito di cittadinanza, pagamento gennaio anticipato: chi è escluso

Alcuni beneficiari sono esclusi dal pagamento anticipato del reddito di cittadinanza di gennaio e dovranno attendere la fine del mese.

Secondo il calendario ordinario di Inps e Poste Italiane, infatti, il pagamento del reddito di cittadinanza per chi lo riceve da almeno una mensilità dovrebbe avvenire venerdì 27 gennaio ed entro, e non oltre, il 31 gennaio 2023.

La data del 31 gennaio segna anche la scadenza entro la quale i beneficiari del reddito di cittadinanza che non hanno provveduto ancora a farlo devono rinnovare l’Isee per non incorrere nella sospensione della ricarica nel mese di febbraio.

La ricarica RdC di gennaio viene corrisposta sulla base del vecchio Isee scaduto il 31 dicembre 2022.

Ovviamente, quando parliamo di coloro che ricevono il reddito di cittadinanza da almeno una mensilità, ci riferiamo anche a coloro che a dicembre hanno ottenuto il pagamento entro la metà del mese e quindi:

  • a coloro che a ottobre hanno terminato le prime 18 mensilità e dopo la sospensione del pagamento a novembre, hanno ricevuto nuovamente la ricarica;
  • a coloro che avevano terminato nel medesimo periodo le prime 36 mensilità e hanno ottenuto nuovamente dall’Inps il riconoscimento del sussidio a seguito di una nuova domanda a novembre;
  • a coloro che presumibilmente a novembre hanno fatto richiesta del sussidio all’Inps per la prima volta in assoluto, ottenendo immediatamente l’esito positivo.

Si tratta chiaramente di indicazioni generiche laddove le tempistiche possono variare a seconda del caso specifico.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it