PostePay

Con il termine PostePay si intende la carta prepagata emessa da Poste Italiane e sempre più utilizzata sia in Italia che all’estero.

La PostePay non richiede necessariamente l’apertura di un conto corrente postale ed è nota soprattutto per i numerosi vantaggi che essa offre all’utente, dalla comodità dei pagamenti che possono essere effettuati anche su Internet, fino alla facilità con cui si ricarica, non solo in ufficio postale, ma anche on-line.

La carta PostePay nasce nel 2003 e con il passare del tempo diventa sempre più utilizzata, soprattutto perché non richiede il versamento di un canone annuo per mantenerla attiva. Negli anni sono sorte diverse versione della PostePay, tra cui la Evolution che, essendo dotata di IBAN permette anche di effettuare accrediti e bonifici.

Si ricordi, comunque, che in caso di utilizzo di sportelli automatici la PostePay ha un limite massimo prelevabile di 250,00 euro al giorno, mentre il tetto in caso di prelievo da ufficio postale è di 3.000 euro. Il rilascio della PostePay (standard) costa 5 euro.

PostePay, ultimi articoli su Money.it

Postepay Green: cos’è, costi e come funziona

Laura Pellegrini

30 Marzo 2021 - 11:26

Postepay Green: cos'è, costi e come funziona

Postepay Green è la nuova carta di pagamento dedicata ai ragazzi dai 10 ai 17 anni lanciata dall’app Postepay. Ecco come funziona e tutti i costi previsti.

Postepay scaduta: come fare il rinnovo?

Laura Pellegrini

28 Dicembre 2020 - 17:41

Postepay scaduta: come fare il rinnovo?

Cosa fare quando la Postepay è scaduta o scade a breve? Come si può recuperare il credito? Poste Italiane dà la possibilità di rinnovare la carta gratuitamente online, telefonicamente o in ufficio postale. Vediamo come fare.

Truffa PostePay Evolution: svuota il conto, attenzione

Fiammetta Rubini

7 Febbraio 2020 - 10:30

Truffa PostePay Evolution: svuota il conto, attenzione

Truffe e phishing, i clienti Poste Italiane sempre più nel mirino. Attenzione: anche i conti su carta Evolution sono a rischio. Ecco come riconoscere ed evitare l’inganno.