Ricaricare Postepay con Bancomat, istruzioni e modalità: come fare?

Guida completa alla ricarica Postepay da Bancomat: ecco come caricare denaro sulla carta Postepay tramite sportello Bancomat, istruzioni, commissioni e modalità.

La ricarica Postepay consiste in un accredito di denaro su una carta prepagata di solito utilizzata per acquistare su Internet. E’ senza dubbio la carta più conosciuta e diffusa in Italia, sono sufficienti pochi euro per aprirne una presso un qualsiasi sportello postale.
Le possibilità di ricarica della carta sono diverse e prevedono costi diversi. Per saperne di più ti interesserà Come e dove ricaricare la PostePay? I 10 modi più veloci e sicuri.

Le più comuni sono la ricarica presso l’ufficio postale (anche tra le più economiche, solo 1€ di commissioni) e presso le ricevitorie Sisal. In quest’ultimo caso le commissioni si raddoppiano, ma sono spesso preferite dagli utenti a motivo della fila assai ridotta. A differenza degli uffici postali, presso le ricevitorie a volte (e solo in alcune zone d’Italia) si possono incontrare difficoltà della ricarica a motivo del credito esaurito da parte del punto Sisal. Per questo motivo una grossa parte delle ricariche vengono ormai effettuate con altri metodi.

A seguire uno dei più utilizzati, ovvero la ricarica Postepay da bancomat.

Ricarica Postepay con bancomat

La Postepay si può ricaricare facilmente anche in orario diverso da quello consueto di apertura degli uffici postali o delle tabaccherie (ricevitorie Sisal).
Per farlo è sufficiente recarsi presso uno dei tanti sportelli automatici Postamat (ATM) presenti fuori l’ufficio postale di zona.

Da questi sportelli è possibile effettuare una ricarica alla carta Postepay tramite l’utilizzo di un’altra carta. Questa seconda carta può essere un’altra Postepay, una carta Bancoposta (carta di debito) oppure una carta di pagamento che aderisce al circuito Visa, Visa Electron, Vpay, MasterCard e Maestro (in parole semplici un classico bancomat). Le commissioni sono, rispettivamente, di 1€, 2€ e 3€ nel nostro ultimo caso di ricarica con carta bancomat.

La procedura da seguire è molto semplice, è sufficiente inserire la carta (sulla quale deve esserci abbastanza credito) nell’apposita fessura, inserire i dati richiesti e successivamente quelli della carta da ricaricare.

Altri metodi di ricarica Postepay

Ufficio Postale - Si può ricaricare tramite un’altra Postepay, tramite contanti o tramite bancomat o altre carte.
Sito WEB - Si può ricaricare tramite poste.it o postepay.it con addebito su Bancoposta o su altra carta Postepay.
A domicilio - Si può ricaricare direttamente a casa. Per poterlo fare bisogna richiedere il servizio al portalettere abilitato della zona.
App - Si può ricaricare tramite le App Postepay e PosteMobile.
Ricevitorie Sisal - Si può ricaricare tramite una qualsiasi ricevitoria Sisal in Italia (solo in contanti).
Conto corrente
- Si può ricaricare tramite conto corrente appartenente a una banca del gruppo bpiemme o WeBank.
Tabaccherie convenzionate - Si può ricaricare tramite tabaccherie convenzionate al servizio con Banca ITB
Paypal - Si può ricaricare tramite Paypal, come illustrato nell’articolo di approfondimento

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

3 voti

VOTA ORA