Postepay Green: cos’è, costi e come funziona

Laura Pellegrini

30 Marzo 2021 - 11:26

condividi

Postepay Green è la nuova carta di pagamento dedicata ai ragazzi dai 10 ai 17 anni lanciata dall’app Postepay. Ecco come funziona e tutti i costi previsti.

Postepay Green: cos'è, costi e come funziona

Postepay ha lanciato la nuova carta di pagamento ricaricabile e contactless Postepay Green dedicata ai ragazzi di età compresa tra i 10 e i 17 anni con particolare attenzione alla sostenibilità (è prodotta con materiale biodegradabile).

L’obiettivo è quello di concedere ai più giovani un margine di responsabilità e autonomia nella gestione dei propri risparmi, oltre a offrire loro uno strumento per imparare a gestire le proprie spese quotidiane.

Vediamo come funziona la nuova carta Postepay Green, come si richiede, quali sono i costi di attivazione e gestione e cosa permette di fare. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Postepay Green: cos’è e come funziona

Postepay Green è la nuova carta prepagata ricaricabile e biodegradabile, realizzata in collaborazione con Visa, rivolta ai minorenni (ragazzi di età compresa tra i 10 e i 17 anni). Un prodotto pensato specificatamente per i giovanissimi, che possono iniziare a gestire le spese con maggiore autonomia in modo facile e sicuro.

Le gestione della carta è ottimizzata dall’utilizzo dell’app Postepay, tramite la quale si possono controllare in tempo reale i propri addebiti o realizzare acquisti sia in modalità fisica sia in modalità digitale. I genitori, comunque, possono controllare le transazioni dei propri figli, limitando il margine di azione.

Nel momento in cui il ragazzo titolare della carte compie 18 anni, la Postepay Green può rimanere attiva e il giovane ne prende il pieno controllo.

Postepay Green, cosa si può fare

La nuova carta Postepay Green permette di:

  • fare pagamenti online;
  • effettuare pagamenti nelle nei negozi fisici convenzionati con Codice Postepay. In questo caso basterà inquadrare il QR Code esposto con la fotocamera del proprio smartphone;
  • effettuare pagamenti contactless online, per esempio acquistando su Google Pay;
  • inviare soldi in modalità p2p (fino a 200 euro), per esempio dalla propria carta PostePay a quella di un amico;
  • acquistare biglietti per i mezzi di trasporto pubblico.

Inoltre, grazie alla nuova carta Postepay Green si può partecipare anche al programma ScontiPoste per ricevere sconti e promozioni nei negozi convenzionati.

Le funzionalità per i genitori

I genitori del ragazzo titolare di una Postepay Green possono controllare le azioni del minorenne tramite il servizio Parental Control per:

  • impostare limiti di spesa e prelievo effettuabili con la carta;
  • abilitare o disabilitare la possibilità di effettuare acquisti online;
  • introdurre limiti di utilizzo all’estero scegliendo tra le opzioni “Area Europa” o tutto il mondo.

Sulla carta Postepay Green è possibile anche accreditare la paghetta tramite ricarica automatica a tempo (per esempio ogni settimana o ogni mese) o a soglia (per esempio quando l’importo scende oltre un certo valore).

Il controllo dei genitori può essere realizzato tramite notifiche o sms: basterà scegliere l’opzione desiderata nella propria area personale.

Come richiedere Postepay Green e costi

Disponibile in oltre 12.800 uffici postali italiani, la carta Postepay Green si può richiedere direttamente in posta. La richiesta va effettuata da un genitore o un tutore del ragazzo, a patto che abbia a portata di mano i documenti del minore (non è richiesta la sua presenza).

Il costo di rilascio della carta è di 5 euro, e all’acquisto bisogna ricaricarla di almeno 5 euro. Il prelievo massimo giornaliero è fissato a 100 euro da ATM bancario o ATM Postamat, mentre ogni singola operazione può essere di massimo 500 euro.

Il prelievo con Postepay Green prevede una commissione di 1 euro da ATM Postamat, POS Postamat e dagli uffici postali abilitati (POS), mentre prelevare da uno sportello bancario in Italia e nei Paesi Euro costa 1,75 euro.

Per il prelievo in valuta diversa dall’Euro da ATM Visa all’estero si applica una commissione di 5 euro + 1,10% dell’importo del prelievo;

Non sono previste commissioni per i pagamenti da uffici postali abilitati (POS) o dai siti di Poste Italiane, su POS (Circuito VISA/payWave), per le ricariche dei cellulari. Sono gratuiti anche i pagamenti su terminali di esercenti aderenti al circuito VISA/VISA payWave, in Italia e all’estero, con dispositivo mobile e carta Postepay Green abilitati ai pagamenti, mentre per i pagamenti in valuta diversa dall’euro su POS del circuito VISA si applica una commissione pari all’1,10% dell’importo del pagamento.

Postepay Green: come ricaricare la carta

Per ricaricare la carta Postepay Green è necessario sfruttare uno dei numerosi canali di ricarica validi anche per tutte le altre tipologie di Postepay:

  • online sul sito poste.it o postepay.it;
  • utilizzando smartphone o tablet dopo aver scaricato le app gratuite Postepay o BancoPosta;
  • presso un ufficio postale;
  • recandosi presso uno degli sportelli automatici ATM Postamat;
  • tramite le tabaccherie e i punti vendita convenzionati della rete Lottomatica.

Iscriviti a Money.it