Carte prepagate

Le carte prepagate costituiscono un mezzo di pagamento concesso da una banca, il quale deve essere preceduto da un esborso da parte del proprietario del conto della carta prepagata.

La logica delle carte prepagate sta nel fatto che il cliente può spendere solo quando precedentemente caricato sulla carta.
L’uso delle carte prepagate si addice in particolar modo ai giovani.

I vantaggi delle carte prepagate

  • Facili da ottenere
  • Rilasciate anche a chi non ha un reddito fisso
  • Costi molto bassi o nulli
  • Non è richiesto il possesso di un conto corrente bancario
  • Buona privacy
  • Basso rischio di frode, relazionato a quanto precedentemente caricato sul conto.

Gli svantaggi delle carte prepagate

  • Bassa tutela in caso di fronde
  • Assistenza clienti di media-bassa qualità
  • Plafond limitato

Migliori carte prepagate

Tra le migliori carte prepagate troviamo:

Carte prepagate, ultimi articoli su Money.it

Apple Card: i dubbi da parte delle banche

Sulla validità del progetto presentato da Tim Cook sulla prima carta di credito dell’azienda di Cupertino si scoprono l’esistenza di molti dubbi espressi dalle banche.

Stipendio su Postepay: è consentito dalla nuova normativa?

Visti i cambiamenti apportati a partire dal 1° luglio 2018 in merito alle modalità di pagamento dello stipendio per cui non è più consentito corrisponderlo in contanti, è interessante chiedersi se sia possibile invece versarlo su Postepay.

Meglio il conto corrente o la carta prepagata?

Con l’evoluzione dei bisogni dei risparmiatori, gli intermediari creditizi hanno approntato diversi strumenti di gestione dei risparmi: cos’è meglio il conto corrente o la carta prepagata con IBAN? Scopriamolo in questa guida.

Le alternative al conto corrente

Proteggere i propri risparmi dal rischio dei fallimenti bancari spinge sempre di più i risparmiatori a ricercare alternative al conto corrente che possano assicurare un valido rendimento.

|